GT World Challenge | Qualifiche 1000 km Paul Ricard: pole position per la Lamborghini #63

La Lamborghini Huracan GT3 del Team Orange1 FFF ha ottenuto la pole position nella sessione di qualifiche della 1000 km del Paul Ricard. L’equipaggio tutto italiano formato da Bortolotti/Mapelli/Caldarelli precede la Ferrari #71 di Iron Lynx e la Mercedes #4 di HRT.

Foto: GT World Challenge

Le 45 vetture iscritte alla 1000 km del Paul Ricard ritornano in azione sulla pista francese per la sessione di qualifiche che deciderà la griglia di partenza della gara. Il programma prevede tre sessioni da 15 minuti durante le quali tutti i piloti degli equipaggi scenderanno in pista per un giro lanciato.

Al termine delle tre sessioni di classifica è la Lamborghini #63 ad ottenere la pole position grazie alle ottime sessioni di Bortolotti, Caldarelli e Mapelli. Ecco come sono andate le tre sessioni al Paul Ricard.

Qualifica 1

Bandiera verde sul circuito del Paul Ricard per la prima delle tre sessioni di qualifiche. Miglior tempo fatto segnare dalla BMW #34 di Van Der Linde che ha dominato i 15 minuti della sessione. Il pilota del team Walkenhorst precede la Mercedes #89 di Raffaele Marciello e la Porsche #54 di Dinamic Motorsport, guidata da Matteo Cairoli. Winkelhock alla guida dell’Audi #26 è quarto e Mirko Bortolotti chiude la top 5 con la Huracan #63 del team Orange1 FFF.

Tra le vetture vetture iscritte alla classe Silver il miglior tempo è della Aston Martin Vantage #159 del team Garage 59 che ottiene il settimo tempo assoluto, precedendo di un paio di decimi la Mercedes #90 (undicesima assoluta) e la R8 #30 del Team WRT( sedicesima assoluta).

In classe Pro-AM la Lamborghini #77 di Barwell Motorsport fa segnare il miglior tempo, precedendo la McLaren 720S #70 di Inception Racing e la Ferrari #53 di AF Corse.

Qualifica 2

La seconda sessione di qualifiche vede qualche avvicendamento in più in testa alla classifica. La Mercedes #4, guidata da Luca Stolz si issa inizialmente in testa alla graduatoria, battuta successivamente dalla vettura gemella dello spagnolo Juncadella.

A sei minuti dalla fine della sessione è ancora la BMW #34 a far segnare il miglior tempo grazie ad un ottimo giro di Marco Wittmann. Il tedesco della BMW precede la Lamborghini #63 di Mapelli e le due Mercedes di Juncadella e di Stolz. Callum Illot porta la sua Ferrari #71 del team Iron Lynx in quinta posizione. Difficoltà per la Audi #32 di Kelvin Van Der Linde che si gira nella curva veloce dopo il rettilineo Mistral, perdendo il cofano posteriore.

Al termine della seconda sessione, la classifica combinata dei tempi vede in testa la BMW #34, seguita dalla Lamborghini #63 e dalla Mercedes #88. La AMG-GT3 #4 del Team HRT è quarta davanti alla Ferrari #71 di Iron Lynx.

La Aston Martin #159 di Garage 59 è sesta assoluta e la prima vettura di classe Silver, davanti alla Huracan #163 di Emil Frey Racing, alla Porsche #54 di Dinamic , alla seconda Ferrari del team Iron Lynx e alla Audi #32 del Team WRT.

Seconda posizione in classe Silver e quattordicesima assoluta la Mercedes #87 di AKKA ASP subito davanti alla Audi #15 del Team WRT (terza tra le vetture Silver). In classe Pro-AM si conferma in prima posizione Barwell Motorsport con la Lamborghini #77 con tre decimi di vantaggio sulla Aston Martin #188 e circa sei decimi sulla Lamborghini #19 di Keen e Hamaguchi.

Qualifica 3

I piloti scendono in pista per l’ultima sessione di qualifiche a loro disposizione. In questi ultimi 15 minuti potranno tentare di migliorare la loro posizione sulla griglia di partenza provvisoria. Parte subito forte Vervisch con la Audi #26 del team Sainteloc Racing che prova a risalire posizioni nella classifica combinata. Davide Rigon, alla guida della Ferrari #71 di Iron Lynx, guadagna la testa della classifica combinata. Il pilota italiano precede le due Mercedes AMG, la #4 e la #88.

Ottimo giro per Andrea Caldarelli e la sua Lamborghini. Il pilota italiano porta la sua Huracan GT3 #63 in testa alla classifica combinata, scalzando Rigon dalla prima posizione.

Bandiera a scacchi! Pole position per la Lamborghini Huracan di Caldarelli/Mapelli/Bortolotti che scatteranno dalla prima posizione nella gara che partirà alle ore 18. Il trio tutto italiano precede la Ferrari #71 del team Iron Lynx e le due Mercedes AMG GT3, la #4 di HRT e la #88 di AKKA ASP. Chiude le prime cinque posizioni la BMW #34 del Team Walkenhorst che era in testa alla classifica dopo le prime due sessioni.

Le due Huracan di Emil Frey Racing, la #163 e la #114, precedono la Porsche #54 di Dinamic Motorsport. In nona posizione troviamo la Aston Martin #159 del team Garage 59, prima tra le vetture di classe Silver. Chiude la top ten la Porsche #22 del team GPX.

Tra le vetture Silver la Aston #159 precede di un decimo la Mercedes #87 del team AKKA ASP (sedicesima assoluta) e la Huracan #14 di Emil Frey Racing (diciassettesima assoluta). In classe PRO-AM è ancora Garage 59 a primeggiare, questa volta con la Aston Martin #188 che scatterà dalla ventiquattresima posizione assoluta. Seconda posizione di classe per la Ferrari di SKY-Tempesta Racing (trentaduesima assoluta). Chiude le prime tre posizioni la Ferrari #52 di AF Corse che scatterà dalla trentatreesima posizione.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

 

GT World Challenge | Anteprima e orari della 1000 km del Paul Ricard