GT World Challenge | Sintesi Gara 2 Misano: Marciello/Boguslavskiy dominano dalla pole!

La Mercedes #88 di Marciello/Boguslavskiy conquista la seconda gara del GT World Challenge a Misano, dominando dall’inizio alla fine

Primi 30 minuti

La Lexus #15 di Panis/Neubauer parte dalla pit lane dopo la sostituzione del radiatore.

Buona partenza di Marciello sulla Mercedes #88, mentre Engel perde il terzo posto a vantaggio di Costa sulla Lamborghini #163. È battaglia dietro tra i leader Silver Cup (Audi #26) e PRO-AM (le Ferrari #93 e #52).

Drudi sull’Audi #55 cerca l’attacco su Vanthoor (Audi WRT #32). Panis sulla Lexus #15 inizia la rimonta dal fondo.gt world challenge misano

Drudi cerca il sorpasso al quarto giri, riuscendoci con un contatto al Carro.

Il giro dopo Vanthoor viene infilato da Panciatici (#107), esce di pista e viene passato anche dall’Audi #25 di Haase che passa sull’erba la Bentley #107, consentendo il controsorpasso di Vanthoor.

Drudi sembra poi in grado di prendere Maro Engel, nettamente più lento dell’altra Mercedes di Marciello, che ha quasi 4 secondi di margine.

La prima FCY è causata dall’uscita della Mercedes #89 di Hites (Silver Cup), dopo un contatto con la Lexus #15 che la manda nella ghiaia.

Entra così in pista anche la safety car, proprio mentre si sta per aprire la finestra dei pit. Marciello vede così azzerato il suo vantaggio, mentre in Silver Cup guida Gachet (Audi #26) davanti alla Ferrari #93 di Cheever, leader PRO-AM e 11° assoluto.

Si riparte con 35 minuti alla fine, e si apre subito la finestra dei pit. Marciello parte bene tenendo la posizione su Van Der Linde. Il primo gruppo in pit lane consiste della Mercedes #4, della Bentley #107, della Audi #55, #32 e #25 in Pro. È proprio la #55 di Drudi a perdere una posizione sull’Audi #32 di Weerts.

L’Audi #31 di Van Der Linde rientra due giri dopo, mentre Marciello passa le redini a Boguslavskiy un giro dopo.

Ultimi 30 minuti gt world challenge misano

Costa (#163) e Vervisch (#66) rientrano un giro dopo la Mercedes #88.

Tomita, sull’Audi #31, esce al curvone, perdendo la Mercedes #88 e entrando nel mirino della Mercedes #4 di Stolz.

Intanto Weerts (Audi #32) è attaccato da Giacomo Altoè sulla Lamborghini #163, ma viene infilato da Rougier (Audi #25).

Tomita cerca di riavvicinarsi a Boguslavskiy, che viene ammonito sui limiti della pista.

Con 14 minuti Tomita è attaccato agli scarichi della Mercedes #88, e guadagna più di mezzo secondo al giro.

Intanto dietro si avvicina anche Luca Stolz in terza posizione.

Con 8 minuti alla fine, Tomita esce all’ultima curva e rientra sesto, con Rougier sull’Audi #25 che guadagna la terza posizione.

Stolz cerca di prendere la Mercedes #88, ma Boguslavskiy resiste, e deve guardarsi anche da Rougier sull’Audi Sainteloc.

Bandiera a scacchi

La Mercedes #88 di Marciello/Boguslaavskiy è prima sotto la bandiera a scacchi della seconda gara di Misano. Segue la Mercedes #4 HRT di Engel/Stolz, che ha approfittato dell’errore di Tomita (Audi #31) per guadagnare la posizione. Terzo posto per l’Audi Sainteloc #25 di Rougier/Haase, dopo un’ottima rimonta.

Palette/Gachet ottengono la seconda vittoria in Silver Cup.

La Ferrari #52 AF Corse di Machiels/Bertolini si prende la vittoria in PRO-AM.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebook – Twitter

 

GT World Challenge | Sintesi Gara 1 Misano: Vince la prima gara sprint del GTWC l’Audi #32 che beffa la Bentley di Panciatici e Gounon

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.