H-Gear – Una scatola nera per moto

Scopriamo insieme il progetto antifurto H-Gear di SpaceExe, la scatola nera per veicoli a due ruote

H-Gear antifurto
L’SH prototipo dotato di sistema H-Gear sviluppato da SpaceExe – Foto di Repertorio

Al MiMo

Sono le 14:00 di sabato 12 giugno. A Milano fa caldo, ma il team di F1InGenerale presente al MiMo ha già terminato il giro di tutti i veicoli. Passeggiando per Lanza, accanto al Piccolo Teatro, notiamo una costruzione tutta bianca da lontano. Avvicinandoci di più scorgiamo un 93 stampato su una carena bianca, rossa e arancione. È lo stand di Honda Italia, montato un po’ defilato dal centro dell’azione, ma molto interessante. Iniziamo a fotografare i modelli esposti e soprattutto immortaliamo la RC213V di Marquez, quando veniamo avvicinati da un ragazzo, che ci domanda se siamo della stampa e per che testata scriviamo.

Si chiama Giacomo, ed è il responsabile dello stand di SpaceExe, azienda membra di un consorzio che sta sviluppando un progetto semplice, ma rivoluzionario. Giacomo ci mostra un bellissimo Honda SH ultimo modello, fornito appositamente da Honda e dotato di dispositivo con sistema satellitare. È questa la componentistica miniaturizzata progettata da SpaceExe, il sistema H-Gear.

 

La Honda di Marquez che ha catturato la nostra attenzione – Foto di Repertorio

La Tecnologia

Parliamo di una microscheda collegata direttamente alla batteria dello scooter, dotata di sensoristica e di attuatori utili per effettuare comunicazioni e-call, un sistema antifurto di localizzazione che dialoga con il satellite europeo Galileo (ESA) e svariati altri applicativi minori, gestiti tramite app smartphone (ora solo per Sistemi Android, presto anche su iOS) dal proprietario del veicolo.

In particolare, il cellulare tramite connessione Bluetooth rimane in contatto con il dispositivo H-Gear alimentato dalla batteria tampone del motoveicolo e avvisa l’utente in caso di spostamento non autorizzato o di urto violento potenzialmente pericoloso.

H-Gear antifurto SpaceExe
Quanto è realmente utile un antifurto tradizionale rispetto alla centralina modificata H-Gear di SpaceExe? – NoCopyrightImages

 

Una volta ricevuta la notifica, il proprietario può decidere se inviare un segnale d’allarme a dei contatti predefiniti, alle forze dell’ordine, chiamare un numero fidato oppure contattare l’assicurazione per qualsiasi eventualità. C’è anche la possibilità di chiamare il centro servizi di SpaceExe, che dispone di un call center senza automatismi, con un operatore reale che risponde alle chiamate.

L’idea non è nuova, ci sono molte aziende che montano un sistema di diagnostica integrato per veicoli, ma questi dispositivi spesso sono distribuiti solo su auto e moto di fascia alta. SpaceExe invece, pioniera della localizzazione centimetrica, si prefigge l’obiettivo di rendere obbligatoria la “scatola nera” per motoveicoli entro l’inizio del 2025, con l’avvento della prossima generazione di veicoli smart.

 

I ladri non rispettano la quarantena, lo dimostrano i furti di motorini in costante aumento nell’ultimo anno – Polizia Locale

Honda entusiasta di questo progetto

Honda ha fornito un SH-125 nuovo, appositamente pensato per questo progetto, in quanto secondo le ultime statistiche fornite dalla Polizia di Stato, organo a cui pervengono le denunce, è il motorino più rubato del Paese. Le compagnie assicurative offrono polizze con premi altissimi da pagare per questi modelli, e questo si ripercuote sia sulle vendite della Casa Madre e ovviamente sul cliente. L’introduzione di un servizio di black box come H-Gear di SpaceExe potrà permettere una gestione più corretta di eventuali sinistri da parte delle Assicurazioni, in merito agli accertamenti di responsabilità, alla localizzazione di veicoli oggetti di furto e malfunzionamenti del mezzo, come già stanno facendo UnipolSai e Sogessur.

 

H-Gear antifurto SpaceExe
L’azienda che sviluppa il progetto H-Gear è SpaceExe nasce come start-up nel 2013, vince numerosi bandi dell’Unione Europea nel corso degli anni, guadagnandosi una reputazione invidiabile come ditta innovativa e visionaria. Ad oggi è una realtà collaudata che collabora con aziende europee del settore aerospaziale, tra cui la finlandese Antenna Provider e Telespazio Belgium del gruppo Leonardo.

 

Qui sotto vi lasciamo i link del sito di SpaceExe, dove potete trovare più informazioni riguardo il progetto H-Gear e gli altri prodotti dell’azienda.

http://www.spaceexe.com/it/home/

 

 

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Bentley Bentayga Hybrid 2021: lo sbarco in Europa e Regno Unito

Emanuele Gorgone

Diplomato in elettronica, ho seguito diversi corsi di formazione negli ambiti più disparati. Audiofilo e bassista, posso parlarti per ore di musica e meccanica applicata ad auto e motoveicoli. A fine 2018 approdo al mondo del giornalismo. Collaboro con periti assicurativi, carrozzieri, meccanici e accertatori, mentre da giugno 2020 faccio parte della truppa di F1InGenerale, scrivendo gli articoli della sezione Automotive.