Formula 1Interviste

F1 | Marko nostradamus: l’austriaco aveva già predetto Hamilton in Ferrari un anno fa

Helmut Marko aveva già predetto in un certo qual modo l’approdo di Lewis Hamilton in Ferrari già lo scorso anno

Con una mossa totalmente inaspettata, Lewis Hamilton avrà modo di coronare il sogno di ogni pilota, ovvero correre per la Ferrari. Un’operazione caratterizzata sicuramente da una grande dose di romanticismo, ma è innegabile che anche l’aspetto economico sia stato abbia giocato un ruolo importantissimo. Tra stipendio base, marketing e sponsor, il britannico arriverà a guadagnare cifre monstre, che gli permetterà di tornare a essere il pilota più pagato in griglia.

Marko Hamilton Ferrari
Hamilton in Ferrari: Marko l’aveva già predetto un anno fa © Mercedes

Il fattore stipendio: Marko lo diceva già un anno fa

“Ci sono due cose che infastidiscono molto Hamilton. In primo luogo, il fatto che non è più campione del mondo, e poi che avrà difficoltà a diventarlo di nuovo in futuro”, aveva affermato il consulente Red Bull la scorsa estate in un’intervista concessa a F1insider.

“Sa che non c’è posto per lui alla Red Bull. E se la Ferrari sia meglio per lui della Mercedes in futuro, in termini sportivi, non è ancora deciso”.

“A parte la prospettiva sportiva, Lewis è tutt’altro che contento di non essere più il pilota che guadagna di più in Formula 1. Ora è Max Verstappen. Almeno potrebbe cambiare le cose con l’aiuto della Ferrari”.


Leggi anche: F1 | Caso Andretti, tutto saltato…per una email finita in spam?


Quell’aiuto da parte di Ferrari è poi arrivato, con John Elkann che avrebbe fatto carte false pur di accaparrarsi le prestazioni del sette volte campione del mondo. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, Hamilton guadagnerà 50 milioni di euro a stagione, e per il The Telegraph addirittura 60.

Chiaramente l’aspetto economico non rientra tra le principali motivazioni che hanno convinto Lewis ad accettare finalmente la causa di Maranello, ma tornare ad essere il pilota più pagato della griglia, insieme al grande rivale Max Verstappen, rappresenta comunque uno status di forza per un pilota che, nonostante sia prossimo ai 40 anni, non ha assolutamente intenzione di abdicare.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.