Formula 1

F1 | Hitech scartata dalla FIA: la scuderia inglese non ci sta e fa causa alla federazione

Dopo l’approvazione di Andretti da parte della FIA per un possibile ingresso in Formula 1 nel 2026, Hitech GP avrebbe intenzione di far causa alla federazione, per capire le motivazioni che hanno portato al rifiuto della candidatura.

Dopo qualche settimana di pausa, si ritorna a parlare della vicenda Andretti, questa volta però spostando il focus su uno dei progetti scartati, ovvero quello di Hitech GP. La scuderia britannica, alla luce dell’approvazione della FIA per quanto concerne la candidatura di Andretti, non avrebbe gradito la bocciatura ricevuta, e sarebbe intenzionata a far causa alla federazione per capire le motivazioni che hanno portato al rifiuto.

Hitech GP FIA
Hitech GP non ci sta e fa causa alla FIA © Formula 2

Hitech GP non ci sta e fa causa alla FIA

”Ad Abu Dhabi è emerso che il potenziale team di F1 Hitech Grand Prix stia intraprendendo un’azione legale contro la FIA in merito al nuovo processo di selezione delle squadre”, scrive Joe Saward nel suo ultimo pezzo. ”La notizia non è ancora stata confermata ufficialmente ma accadrà, a meno che non si riesca a risolvere la questione in modo rapido e silenzioso, ed è difficile capire come ciò possa accadere.

”Non si conosce la natura della richiesta di risarcimento, ma qualsiasi azione legale richiederebbe probabilmente che la FIA fornisca le prove di come sia stata presa la decisione su Andretti e cosa l’abbia resa diversa dalla richiesta di Hitech”.

Secondo il giornalista britannico, la scuderia avrebbe rispettato tutti i parametri richiesti dal tender, e da qui la difficoltà nel capire i motivi del rifiuto: ”Si dice che il progetto di Hitech includesse l’impegno a pagare una tassa di diluizione di 600 milioni di dollari, se richiesto da nuovi accordi commerciali”.

”Hitech probabilmente sosterrà anche che il suo progetto fosse più avanzato di quello di Andretti, e che avesse un modello di vettura in galleria del vento in funzione in estate ed un accordo per la fornitura di motori con Mercedes”.


Leggi anche: F1 | Biglietti Monza e Imola 2024: ecco quando sarà possibile acquistarli


”Con Andretti ancora in attesa per capire se otterrà il via libera, questo potrebbe essere un problema. Potrebbero decidere che sia meglio aspettare e vedere cosa succede con Hitech prima di prendere una decisione su Andretti, nel caso in cui l’accettazione renda Formula 1 passibile di azioni legali anche da parte di Hitech”.

La FIA, oltre ad aver già i suoi bei grattacapi con Formula 1 in merito alle differenze di vedute sulla vicenda Andretti, si ritroverà adesso a gestire un’altra patata bollente tra le mani, con Hitech che, giustamente, vuole vederci meglio e capire cosa abbia portato al rifiuto rispetto al colosso statunitense.

La federazione, pur essendo un ente senza scopo di lucro, può essere citata in giudizio. Secondo la legge, infatti, la FIA è obbligata a ”a stipulare un’assicurazione di responsabilità civile, che coprirebbe spese legali e  risarcimenti da poter pagare”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter