Hyundai Ioniq 5: l’ennesimo SUV elettrico, o qualcosa di nuovo?

Di nuovo qui a revisionare un SUV elettrico. A volte sembra quasi come fare un copia incolla. Però, non tutte le vetture sono uguali. La nuova Hyundai Ioniq 5 è la dimostrazione del fatto che il futuro non deve per forza essere completamente nuovo. Saltiamo negli anni ’80!

Hyundai Ioniq 5

Back to the future!

Ho scritto sopra parlando degli anni ’80 perchè, guardando questa Hyundai Ioniq 5, ci vedo la DeLorean DMC-12, di Ritorno Al Futuro. Ovviamente parliamo di due vetture completamente diverse, innanzitutto per l’età, perchè parliamo di circa 40 anni di differenza, che sono davvero tantissimi se pensiamo a quanto siano distanti da oggi. Inoltre, il tipo di auto è naturalmente opposto, una è una coupè americana, l’altra, la protagonista di oggi, un SUV elettrico coreano. Ma c’è qualcosa che le accomuna…

Design esterno

…ed è proprio il design. Ho accennato agli anni ’80 proprio per le linee di quest’auto, che rispecchiano molto lo stile dell’epoca. I gruppi ottici anteriori, composti da 256 pixel, si distinguono per un design molto squadrato, che si ripropone su tutto il resto dell’auto. Dall’anteriore alle fiancate e al posteriore, dove il logo di Hyundai, la denominazione del modello e la tecnologia led “Parametric Pixel” la fanno da padrone. Passando per i cerchi da 20 pollici, si respira un’aria decisamente minimalista, che vuole risaltare agli occhi di tutti come un distintivo esercizio di stile. Infine, il tetto è composto da pannelli solari, che immagazzinano energia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’auto in lunghezza misura 4.6 metri, mentre in larghezza e in altezza tocca rispettivamente i 180 e i 160 centimetri. Più o meno come le rivali Nissan Ariya e Skoda Enyaq IV.

Interni

Negli interni della vettura non c’è nulla fuori posto, e il progetto prevede esattamente lo stesso stile dell’esterno: interni minimali, puliti, privi di fronzoli. Il colore bianco dei sedili e della plancia, dove troviamo due schermi digitali da 12.3″ (cockpit e infotainment) esalta i piccoli particolari e la pulizia generale. Come in tutte le elettriche, troviamo una grande abitabilità, con sedili capaci di essere reclinati completamente e la console centrale scorrevole, per garantire un appoggio personalizzato oppure orientato di più ai passeggeri nei sedili posteriori. Tra l’altro, questa è una caratteristica che possiedono anche le rivali sopracitate. Vi consigliamo di recuperare i due articoli, se ve li siete persi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per gli interni della Ioniq 5 sono stati utilizzati molti materiali eco-compatibili, come eco-pelle e tessuti riciclati. Inoltre, nel rivestimento del padiglione interno, nei tappetini e nei rivestimenti dei sedili si trovano materie prime estratte dalla canna da zucchero. L’impiego di materiali naturali rappresenta un ulteriore contributo alla sostenibilità dei processi produttivi Hyundai, e rendono questa vettura meno dipendente dai prodotti derivati dal petrolio.

Caratteristiche tecniche e allestimenti

La Hyundai Ioniq 5 è il primo modello realizzato dalla casa coreana sulla nuova Electric Global Modular Platform (E-GMP). La piattaforma è dedicata alle vetture elettriche a batteria che consente una ricarica più rapida, e questa Hyundai, con un sistema da 800V, garantisce dal 10% all’ 80% in 18 minuti. Poi, offre una maggiore autonomia di guida (481 km), spazi interni più ampi e migliore manovrabilità. La batteria è posizionata nell’interasse, garantendo una distribuzione ideale del peso tra parte anteriore e posteriore, oltre a un centro di gravità più basso, per migliori prestazioni. Naturalmente, non aspettatevi di sorpassare una GT, perchè la velocità massima è di 185 km/h.

Al momento, la gamma è costituita da tre versioni:

  • Progress (con accumulatori da 58 kWh, la versione ha di serie i gruppi ottici a led, i cerchi da 19″, lo Smart Cruise Control e il doppio display)
  • Innovation (con batterie da 58 o 72,6 kWh, e gli optional della Progress più l’Highway Driving Assist 2, i rivestimenti di pelle e tessuto, i cristalli oscurati, il portellone elettrico, i sedili e il volante riscaldabili, la pompa di calore e la ricarica wireless per lo smartphone)
  • Evolution (con i cerchi da 20″, i fari Full Led, le luci interne a led, la presa per alimentare accessori esterni, i sedili anteriori ventilati a regolazione elettrica, l’head-up display con realtà aumentata, l’impianto Bose, i pannelli solari sul tetto e il pacchetto di Adas completo. C’è poi la possibilità di aggiungere  come optional il propulsore da 306 CV, che ha un doppio motore elettrico e offre la trazione integrale).

I prezzi sono tutti compresi tra €44.750 e €60.250, escludendo i vari incentivi, che in generale offrono un bello sconto.

Come ogni Hyundai, anche questa è costruita secondo i più alti standard di qualità. A conferma di questo, ha una garanzia di 5 anni a chilometraggio illimitato. Inoltre, la batteria ai polimeri di litio è garantita per 8 anni o 160.000 chilometri. Tutto di serie.

Extra – Hyundai Ioniq 5 N 2022

Interperllato alla presentazione della Kona N sulla possibilità di una futura Ioniq 5 N elettrica, Albert Biermann, capo dello sviluppo tecnico di casa Hyundai ha risposto: “come potete immaginare che non ci stiamo già lavorando?”. Quindi, pare proprio che, molto presto, vedremo la vettura di oggi sotto un abito sportivo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

 

 

mm

Diego Ciprietti

Studente di scuola superiore a L'Aquila che si barcamena tra lo studio e le passioni: economia e motori sopra tutte.