IGTC | 8 ore di Indianapolis | Qualifiche: pole provvisoria per la Ferrari #34 Conquest

La Ferrari #34 Conquest Racing è in pole provvisoria nelle qualifiche della 8 ore di Indianapolis, eliminate a sorpresa la Mercedes #77 di Marciello e Juncadella e le due Ferrari AF Corse

8 ore Indianapolis qualifiche Ferrari #34 Conquest
#34 Ferrari 488 GT3 of Cedric Sbirrazzuoli, Daniel Mancinelli and Alessandro Balzan, Conquest Racing, Pro, Indy 8 Hours, Intercontinental GT Challenge, Indianapolis Motor Speedway, Indianapolis, Indiana, Oct 2022. | Regis Lefebure/SRO 8 ore indianapolis qualifiche

Le qualifiche della 8 ore di Indianapolis si tengono in due fasi, come nelle altre gare dell’Intercontinental GT Challenge: prima 3 sessioni, una per pilota, con la media dei tempi che assegna un posto in griglia, poi la Top-10 shootout alle 22.55 di stasera, per la pole tra i primi 10.

Q1

La Ferrari #34 Conquest di Sbirrazuoli domina un po’ a sorpresa la prima sessione, davanti alla Mercedes #77 di Gounon e alla K-PAx #3 di Perera. In Pro/AM la Acura #93 Racers Edge di Harrison è prima in classe.

L’incidente tra la Mercedes #6 di Vautier e la Lamborghini #91 di Burton causa una lunghissima bandiera rossa (per un incidente minore), che però non permette a diverse vetture, tra cui la #77 Craft-Bamboo di Marciello e le due Ferrari AF Corse di segnare tempi. Queste squadre infatti avevano scelto di uscire poco prima dell’incidente, trovandosi così senza un giro cronometrato.

Q2

Continua la cavalcata della Ferrari #34 Conquest, stavolta con Daniel Mancinelli, che con un buon tempo in 1.22,5 mantiene la media in prima posizione e batte la #3 di Pepper.

Il miglior tempo è di Daniel Juncadella in 1.22.2, con la #77 Craft-Bamboo che rimane però sempre sul filo in attesa delle decisione dei giudici su una eventuale riammissione, non essendo scattato il tempo minimo garantito di bandiera verde in Q1.

Mario Farnbacher va all’assalto in Pro/AM, cercando un posto nella Top-10 Shootout, e ci riesce.

Q3

IGTC 8 ore indianapolis qualifiche

Alessandro Balzan sulla Ferrari #34 segna 1:22.031 e conquista definitivamente la pole position, mentre dietro si definisce la Top-10, con gli assalti finali di Rovera e Nielsen che valgono un posto nella Top-10.

I giudici non ammettono la #77 Craft-Bamboo, la #75 SunEnergy e le due Ferrari AF Corse #51 e #71, che pure avrebbero in quest’ordine i tempi medi necessari per passare alla shootout, e quindi partiranno dalle ultime file. Si ritiene che ci sia stato il tempo per segnare un giro, ma semplicemente non è stato sfruttato.

Sul finale della sessione Miguel Molina si scontra con la BMW #96 Turner, danneggiando la sospensione della Ferrari #51.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.