Il Monitor dei Tempi – GP Abu Dhabi [FP2] – Hamilton fa brillare il suo numero 1, ma gli altri sono comunque vicini.

Ultimo appuntamento del mondiale sul circuito di Yas Marina ad Abu Dhabi, dove si è svolta nella serata locale, con la suggestiva cornice del tramonto, la seconda sessione di prove libere dove i team hanno provato il passo gara in vista del Gran Premio di domenica. Vediamo qual è il responso della pista. prove libere abu dhabi

Copertina Abu Dhabi
Foto: Formula1.com

Hamilton al top

E i risultati per ora danno proprio il già campione del mondo Lewis Hamilton come il più brillante dal punto di vista del passo gara. Nonostante una PU “a rischio” dopo il Gran Premio del Brasile il britannico ha impressionato per il suo passo soprattutto a macchina scarica e con le gomme Super Soft (il compound più duro messo a disposizione da Pirelli per il tracciato emiratino). Dietro al 5 volte campione si piazza Sebastian Vettel che dai tempi risulta quello forse con più equilibrio, staccando tempi sempre molto simili tra loro anche indipendentemente dalle mescole utilizzate.

inofgrafica fp2
L’infografica sulla seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi

 

RedBull sembra saper ancora gestire le gomme meglio di tutti

Dal canto loro, invece, le RedBull continuano ad impressionare per la loro capacità di gestione gomma. I due piloti hanno infatti provato una strategia HyperSoft-Ultra Soft, facendo durare il primo stint di HyperSoft più a lungo degli altri ma tenendo un’ottimo passo. Nel secondo stint, i piloti del team austriaco hanno poi “indossato” il pneumatico Ultra Soft per ottenere medio entro i 3 decimi da Hamilton. Ancora una volta una caratteristica notevole, che potrebbe aiutare non poco in gara.


Ferrari non brillante ma comunque vicinissima.

Ferrari dal canto suo è sempre stata vicina alle vette della classifica ma non ha mai avuto quello spunto in più per farla primeggiare. Dire però che le rosse sono fuori dal giro che conta è assolutamente prematuro, visto che i distacchi tra i primi sono anche questa volta minimi.

Il giro veloce virtuale

Il nostro speciale rilievo del “giro veloce virtuale” va di nuovo a Lewis Hamilton con il tempo di 1:42.451, ma Vettel è a soli 2 decimi e Ricciardo subito dietro.

Insomma ci si aspetta ancora una volta un weekend avvincente dove i primi 6 potranno darsi battaglia liberamente, non avendo neppure alcun peso mondiale da sopportare, anche se tante motivazioni per chiudere in bellezza questa lunghissima stagione 2018.

F1 | Laurent Mekies approda alla Ferrari come direttore sportivo

 

 

prove libere abu dhabiprove libere abu dhabi prove libere abu dhabi prove libere abu dhabi prove libere abu dhabi

Il Monitor dei Tempi – GP Abu Dhabi [FP2] – Hamilton fa brillare il suo numero 1, ma gli altri sono comunque vicini.
Lascia un voto
mm

Federico Albano

Ingegnere Navale, appassionato di Formula 1 e tifoso Ferrari da oltre 25 anni