Il Monitor dei Tempi – GP Canada 2019 [FP2] – Leclerc prova a resistere ad un Bottas volante

Si è conclusa sul circuiti Gilles Villeneuve a Montreal la seconda sessione di prove libere valide per il GP del Canada, dove come di consueto i team hanno provato assetti e gomme da gara. Vediamo com’è andata.

La nostra infografica che riassume l’andamento delle simulazioni di passo gara dei top team

Gomma Hard miglior compromesso

Nei long run è emerso in maniera eclatante che il miglior compromesso tra durata e performance è la gomma Hard. La mescola colorata di bianco infatti ha garantito un livello prestazionale costante e duraturo a tutti i piloti che l’hanno provata, senza dare segni di cedimento per oltre 20 giri.

La gomma Media invece appare invece troppo simile in prestazioni e durata alla gomma soft e se le temperature si confermeranno cosi calde è molto probabile che venga esclusa dai team.

A meno che…

Esiste comunque ancora un’opzione aperta: i top team infatti (specialmente Mercedes) potrebbe cercare di qualificarsi al q3 con la gomma media per avere qualche garanzia in più nello stint iniziale di gara. La gomma Soft infatti è apparsa crollare dopo pochissimi giri.

Bottas volante

Chi ha sicuramente impressionato per il passo è stata la Mercedes di Valtteri Bottas, che dopo essersi liberato delle gomme soft dopo pochissimi giri ha inanellato una lunghissima serie di giri costanti sul piede dell’ 1:17 basso con la mescola più dura. Nessun altro è riuscito a mantenere un passo simile per così tanti giri.

Ferrari fa prova di durata delle gomme

Visto che non poteva provare la gomma Hard, Ferrari ha allora sviluppato i long run per capire quanto potessero durare le mescole soft e medie. Il risultato sono state medie alte e (nel caso di Vettel) crollo evidente di prestazioni dopo che la gomma era scesa dal cosiddetto “Tyre Cliff”.

Leclerc però ci ha provato, e con la gomma soft è riuscito a fare un giro di attacco molto veloce.

Conclusioni

Al momento, se le temperature si confermeranno queste di certo la favorita numero 1 per la gara è Mercedes, anche se il passo gara di Ferrari con la mescola Hard (che sarà la chiave) è ignoto a tutti.

Probabilmente i team cercheranno di fare una sosta sola, ma nel circuito di Montreal si sorpassa facilmente per cui gestire il passo per chi è davanti non è banale e le strategie di attacco sono assolutamente possibili.

Speriamo di vedere una bella lotta davanti e nel midfield!

Seguici su Instagram

F1 | GP Canada – Prove Libere Mercedes, Bottas: “L’auto era più difficile da guidare nelle FP2”

 

mm

Federico Albano

Ingegnere Navale, appassionato di Formula 1 e tifoso Ferrari da oltre 25 anni