Il Monitor dei Tempi – GP Francia [FP2]: La Ferrari di Vettel sembra volare nel passo gara

Si sa che le simulazioni del venerdì non possono avere valore assoluto, ma stavolta l’indicazione chiara per quel che riguarda il passo gara è verso le vetture del Cavallino Rampante. Analisi passo gara GP Francia

Analisi passo gara GP francia
Sebastian Vettel in pista al Paul Ricard – Foto copertina: Ferrari

Se Ferrari infatti nella simulazione qualifica ha dato l’impressione di nascondersi molto lasciando spadroneggiare la Mercedes, quando le cose (e soprattutto le vetture) hanno iniziato a farsi “pesanti” Sebastian Vettel è sembrato avere davvero una marcia in più, e considerando che al venerdì di solito la Ferrari è molto conservativa la cosa non può far che ben sperare i tifosi della Rossa.

Inutile specificare ancora una volta che non sappiamo quanto Mercedes col motore nuovo sia stata conservativa (considerando anche il problema che ha fermato Valtteri Bottas), e che Red Bull rimane sempre imprevedibile e dal grande potenziale.

C’è da dire però che Ferrari è parsa non solo veloce, ma anche costante e quindi poco aggressiva sulle gomme.

Andiamo a vedere il grafico dei tempi:

La nostra analisi della simulazione di passo gara effettuata dai team nella FP2 del GP di Francia

Abbiamo preso come di consueto i 15 giri più significativi degli stint di simulazione passo gara, abbiamo ordinato i tempi in maniera crescente e abbiamo confrontato i 5 piloti dei top team (Bottas non ha fatto alcuna simulazione passo gara, causa guasto al sistema di raffreddamento della sua Power Unit nuova).

Vediamo quindi come la linea continua di Vettel (linea rossa) sia costantemente sotto a quelle dei suoi avversari, e quindi sia costantemente più veloce.

Hamilton, Ricciardo e Verstappen sembrano molto simili, mentre Raikkonen che ha fatto solo pochi giri è più staccato.

Ecco i distacchi medi sul giro calcolati sui tempi degli stint:
  1. Vettel 0.000
  2. Hamilton +0.677
  3. Ricciardo +0.689
  4. Verstappen +0.776
  5. Raikkonen +1.314

Guardando poi la linea tratteggiata, che riassume linearmente l’andamento dei tempi, notiamo come la linea di Vettel sia molto più orizzontale rispetto a quella dei suoi avversari, ciò significa che è stata la vettura più costante del gruppo, con il minor degrado gomme giro dopo giro.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori. Clicca qui per info

Infine per quel riguarda il giro veloce in gara “virtuale” (che sarebbe il punto più a sinistra del grafico) è ancora il tedesco al volante della Ferrari numero 5 a far segnare di gran lunga il miglior tempo:

  1. Vettel 1:35.779
  2. Ricciardo +0.646
  3. Verstappen +0.986
  4. Hamilton +1.170
  5. Raikkonen +1.354

Staremo a vedere domani in qualifica e soprattutto domenica in gara cosa accadrà. Questo mondiale di Formula 1 ci sta insegnando quanto possa essere imprevedibile gara dopo gara, e di certo anche in Francia non mancheranno le sorprese!


F1 | GP Francia – Prove libere 2: miglior tempo per Hamilton, ma occhio al passo gara Ferrari

Il Monitor dei Tempi – GP Francia [FP2]: La Ferrari di Vettel sembra volare nel passo gara
Lascia un voto
mm

Federico Albano

Ingegnere Navale, appassionato di Formula 1 e tifoso Ferrari da oltre 25 anni