Il Monitor dei Tempi – GP Messico [FP2] – Bene Vettel, equilibrio Red Bull Mercedes

Come di consueto andiamo ad analizzare le simulazioni di passo gara effettuate dai piloti nella seconda parte delle prove libere 2 per capire chi potrebbe avere qualcosa in più per la gara di domenica. F1 Messico Passo Gara

Pista difficilissima per la gestione gomme

Il tracciato di Città del Messico è davvero una sfida nella gestione degli pneumatici. Le squadre devono far fronte al poco carico aerodinamico dovuto all’aria rarefatta con in più due lunghi rettilinei che raffreddano le gomme in maniera significativa generando fenomeni di graining. La mescola soft è apparsa valida solamente per la qualifica perché il “cliff” di prestazione sembra arrivare veramente dopo pochi giri. Inoltre le previsioni meteo di pioggia tutte le sere a riportare la pista a una condizione “green”, cioè non gommata, vanno a peggiorare la situazione.

F1 Messico Passo Gara
Sintesi della simulazione passo gara di FP2

Vettel bene il primo stint con le medie F1 Messico Passo Gara

Sembrava partito così così il primo stint di simulazione per Sebastian Vettel. I suoi tempi erano leggermente più lenti della concorrenza. Ma il tedesco è venuto fuori alla distanza: con la gomma media la Ferrari è apparsa con una buona gestione della mescola media anche col pieno carico di carburante. Male invece il primo stint di Leclerc con le soft. Le gomme sono crollate infatti di prestazione molto presto e il monegasco ha inanellato una serie di giri con tempi veramente alti. Molto meglio la situazione per la SF90 numero 16 con mescola media, che conferma essere la preferita da Ferrari per questo weekend.

Mercedes e Red Bull vicinissime su ogni mescola

Davvero simili invece le prestazioni di Mercedes e Red Bull che curiosamente, hanno ottenuto medie molto vicine nonostante Hamilton, Bottas e Verstappen abbiano avuto 3 combinazioni di mescole diverse. Il finlandese ha provato anche la Hard con dei buoni riscontri. Hamilton molto veloce nel primo stint, ha poi sofferto con le soft. Verstappen è apparso un po’ più costante rispetto al duo Mercedes.

Gara su media-hard?

Da non escludere una gara su media-hard per i top team. I tempi di Bottas sulla mescola dura infatti sono stati buoni e appare molto probabile che i top team tentino di passare il taglio con la media per poi decidere se montare soft o hard a seconda del degrado. Non è nemmeno scontato che si riesca a fare tutta la gara con una sola sosta.

Ferrari la più veloce nei riscontri secchi. F1 Messico Passo Gara

Da dire che al di là delle medie sia Vettel che Leclerc sono stati molto veloci anche nel giro veloce “virtuale”, segno che il vero lavoro dev’essere fatto sulla gestione gomma per poter mantenere il livello di prestazione della SF90 per molti giri e non solo in maniera episodica.

Staremo a vedere cosa succederà in qualifica quindi e soprattutto in una gara che per le caratteristiche del circuito appare un bel grattacapo per ingegneri e piloti.

Seguici su Instagram

mm

Federico Albano

Ingegnere Navale, appassionato di Formula 1 e tifoso Ferrari da oltre 25 anni