Il Monitor dei Tempi – GP Usa [Sabato] – Ferrari prova a reagire d’orgoglio!

Foto - Ferrari.com
Foto – Ferrari.com

Bellissima la pista texana di Austin dove però le condizioni climatiche hanno compromesso tutto il lavoro del venerdì. Le squadre si sono dovute così accontentare solo di una mini simulazione passo gara nelle FP3, prima di dare vita alla bellissima sessione di qualifica vissuta nel pomeriggio americano, andiamo ad analizzare i tempi!

Infografica FP3 Austin
L’infografica relativa all’analisi della simulazione passo gara effettuata dai team nelle FP3 del GP degli USA ad Austin

Ecco la nostra infografica con la tabella dei tempi che non lascia dubbi: nonostante la pole di Hamilton e la penalità a Vettel, Ferrari si presenterà allo start di stasera come la macchina da battere. Nella mini simulazione passo gara infatti Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel sono stati di gran lunga i migliori nei pochi giri percorsi. Il migliore dei due è stato Vettel con una media di 1:40.051, mentre Raikkonen ha avuto una media di 1:40.056. Dietro di loro una ipotetica RedBull. La scuderia austriaca però sappiamo che avrà Verstappen che partirà indietro e che in qualifica con Ricciardo ha preso un distacco importante. Ciò ci fa capire che le loro simulazioni di passo sono state fatte in condizioni non di “gara vera”.

Hamilton si assesta a un gap di 3 decimi sul passo, mentre Bottas, che a quanto abbiamo visto anche in qualifica non digerisce bene una pista “vera” e completa come Austin, prende ben 6 decimi da Sebastian Vettel. Il tedesco della rossa numero 5 (oltre a prendere il giusto 100% nell’indice di performance) assesta anche il giro virtual più veloce con quello che si definisce “un tempone” di 1:39.041.

Ecco il riassunto delle medie del passo dei top 6:

1 – Sebastian Vettel – 1:40.051

2 – Kimi Raikkonen – 1:40.056 – +0.005

3 – Max Verstappen – 1:40.276 – +0.225

4 – Lewis Hamilton – 1:40.361 – +0.310

5 – Daniel Ricciardo – 1:40.587 – +0.536

6 – Valtteri Bottas – 1:40.672 – +0.621

 

Vedremo quindi in gara cosa accadrà, ma ci sono le premesse per un vero show: Ferrari più veloce che parte da dietro, Mercedes che vorrà chiudere la partita mondiale! Ci sarà da divertirsi!


F1 | GP USA – Sintesi Qualifiche: Hamilton ipoteca il titolo con la pole ad Austin, ma le Ferrari danno battaglia.

Il Monitor dei Tempi – GP Usa [Sabato] – Ferrari prova a reagire d’orgoglio!
Lascia un voto
mm

Federico Albano

Ingegnere Navale, appassionato di Formula 1 e tifoso Ferrari da oltre 25 anni