MOTOGP | GP AMERICA SINTESI GARA – Suicidio Marquez! Vince Rins davanti a Rossi e Miller

Il pilota della Suzuki Alex Rins vince il GP delle Americhe, precedendo sul traguardo Valentino Rossi (Yamaha) e Jack Miller (Ducati). Disastro per Marc Marquez (Honda) che cade mentre è saldamente in testa alla gara.

Credit: MotoGP (instagram)

Il “GP delle prime volte” potrebbe essere chiamata la gara di Austin. Da quando si corre qui era sempre stato Marc Marquez a vincere sul tracciato americano, ma oggi si aggiunge un nuovo nome all’albo d’oro.

È infatti Alex Rins (Suzuki), il vincitore del GP delle Americhe 2019. Il pilota Suzuki coglie così il primo successo di carriera nella categoria e riporta la casa giapponese al successo dopo il GP d’Inghilterra del 2016.

Al secondo posto si piazza invece un sempre ottimo Valentino Rossi (Yamaha) che può però mangiarsi le mani per aver perso l’occasione di ornare alla vittoria, data la caduta di Marc Marquez (Honda).

Terzo Jack Miller, che con la sua Ducati del Team Pramac, riesce a tenersi dietro le due Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci.

CRONACA GARA

Scatto perfetto dalla piazzola di partenza per Marc Marquez (Honda) che mantiene la testa della gara seguito da Valentino Rossi (Yamaha) e Cal Crutchlow (Honda). Buono lo spunto anche di Andrea Dovizioso (Ducati) che è già 8o.
Viene intanto assegnata una penalità di Ride Through a Maverick Viñales (Yamaha) e Joan Mir (Suzuki) per una partenza anticipata.
Alle spalle di Marquez, che al quarto giro ha già guadagnato 1.5 secondi di vantaggio
sui primi inseguitori, si crea un gruppo con Rossi, Crutchlow, Jack Miller (Ducati) e Alex Rins (Suzuki), che lotta per la 2a posizione.
Al sesto giro cade proprio Crutchlow in curva 12, che vanifica così le bella gara di cui si stava rendendo protagonista.
Quando mancano dodici giri alla bandiera a scacchi Miller finisce lungo in curva 11
agevolando così il sorpasso a Rins.
Nello stesso giro il colpo di scena: Marc Marque
z, leader incontrastato della gara, scivola in curva 12 complice la chiusura dell’anteriore. Il pilota Honda è così costretto al ritiro e lascia strada a Valentino Rossi, nuovo leader della corsa.
Ritiro anche per Jorge Lorenzo che viene tradito dalla sua Honda.
A nove giri al termine Dovizioso sopravanza Franco Morbidelli (Yamaha) in curva 12, portandosi in 4
a posizione e continuando così la sua splendida rimonta.
Nel frattempo Rins ha chiuso il gap su Valentino Rossi.
Il pilota della Suzuki riesce poi a passare in testa alla gara, quando alla fine mancano quattro giri, con un sorpasso perfetto in curva 7. Rossi prova il contro sorpasso in curva 12 ma finisce lungo e perde terreno dal
nuovo leader della gara.
Negli ultimi giri Rossi prova a limare il gap da Rins, ma l’alfiere Suzuki resiste benissimo.
La vittoria va così
proprio ad Alex Rins, alla prima vittoria di carriera in MotoGP, che precede al traguardo un eterno Valentino Rossi e Jack Miller, che piazza la Ducati del Team Pramac davanti alle Ducati ufficiali. Quarto Andrea Dovizioso nuovo leader del mondiale.
Ottimi risultati anche per il resto della pattuglia italiana:
5o Franco Morbidelli, che precede Danilo Petrucci (Ducati). 9a posizione per Francesco “Pecco” Bagnaia. A punti, dopo il difficile week-end argentino, anche Andrea Iannone (Aprilia) che chiude 12o

Lotta serratissima ora nella classifica del mondiale, che vede ben quattro piloti racchiusi in soli nove punti. In testa troviamo Andrea Dovizioso (54pt.) che precede Valentino Rossi (51pt.), il vincitore del GP Alex Rins (49pt.) e Marc Marquez (45pt.).

Credit: MotoGP.com