IMSA | 24 Ore di Daytona 2023 – Anteprima e orari della 61ª edizione

Il 28 e 29 gennaio va in scena la 24 Ore di Daytona, prima prova della stagione 2023 dell’IMSA: il programma e gli orari italiani per seguire al meglio il weekend

24 Ore Daytona IMSA Anteprima e Orari WeatherTech SportsCar Championship GTP Porsche BMW Acura Cadillac
Credits: Twitter 24 Ore Daytona IMSA orari

Tutto è pronto al Daytona International Speedway per la 61ª edizione della 24 Ore di Daytona, evento che apre la stagione 2023 dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. La classica della Florida è il primo appuntamento endurance della stagione e si annuncia come un evento particolarmente ricco di novità.

61 vetture si daranno battaglia nel weekend del 28 e 29 gennaio per conquistare la bandiera a scacchi di una delle gare più dure e difficili dell’anno per via delle particolari caratteristiche della pista, un Roval di 5729 m che combina i tornanti dell’International Horseshoe all’interno del Triovale con le leggendarie sopraelevate dello Speedway.

Daytona International Speedway Mappa
Immagini Daytona International Speedway

Proprio il banking di 31 gradi che caratterizza alcuni tratti del tracciato contribuisce ad aumentare le velocità di percorrenza delle vetture in curva, impattando in maniera significativa sul valore delle forze che si scaricano sugli pneumatici. Trovare la messa a punto ideale è una sfida ardua per tecnici ed ingegneri viste le caratteristiche particolari della pista e le diversissime condizioni meteo e di temperatura che si sviluppano nell’arco delle 24 ore. Il meteo della Florida spesso è in agguato, anche se fortunatamente quest’anno le temperature sono previste miti.

Le regole IMSA sulle neutralizzazioni rendono la 24 ore una sfida all’ultimo giro: infatti non sono previste le FCY in stile WEC o GTWC con il limitatore di velocità, ma ogni Full Course Yellow porta in pista la Pace Car, causando generalmente anche lo sdoppiaggio delle vetture davanti ai rispettivi leader di classe, a cui seguono i pit stop, prima GT e poi Prototipi, e infine un nuovo sdoppiaggio. Così perdere un giro non è necessariamente la fine della gara, che è spesso decisa in un assalto nelle ultime due ore.

Le novità dell’edizione 2023: l’alba delle GTD e delle nuove GT3

L’edizione 2023 della 24 Ore di Daytona vede il debutto delle nuove vetture di classe GTP che si contenderanno la vittoria assoluta della corsa. Ad Acura e Cadillac, grandi protagoniste nell’era DPi, si affiancano due colossi tedeschi del motorsport e dell’automotive come Porsche e BMW. Acura schiera la nuova ARX-06 con cui tenterà l’assalto alla terza vittoria consecutiva sul Road Course dopo aver conquistato le due precedenti edizioni grazie al grande lavoro di Wayne Taylor Racing e di Mayer Shank. Cadillac cerca un nuovo alloro con la V-LMDh dopo aver dominato la corsa nelle prime stagioni dell’era DPi, con quattro vittorie consecutive dal 2017 al 2020.

Porsche ha una grande tradizione a Daytona, potendo vantare il record di 18 vittorie assolute della maratona sul circuito della Florida. Lo stretto legame tra il costruttore tedesco e la 24 Ore di Daytona nasce nel 1968, anno della prima affermazione ottenuta con la 907 e passa attraverso tutti i modelli più iconici della casa, terminando con le due vittorie da motorista ottenute con le Riley di Brumos e AXR nel 2009 e nel 2010. Anche BMW vanta due vittorie grazie al team di Chip Ganassi, vittorioso nel 2011 e nel 2013 con le Riley spinte dai propulsori della casa bavarese. Manca una vittoria assoluta da aggiungere a quelle di classe ottenute con la M8 in classe GTLM nel 2019 e 2020.

L’entry list della 24 ore di Daytona 2023

Spotter guide

Proprio tra le vetture GT si registrano tre importanti novità. Ferrari debutta con la nuovissima 296 GT3 che sostituisce la 488. Anche Porsche dopo la grande vittoria di classe della scorsa edizione, sfoggia una nuova GT3 R, basata sulla versione stradale 992, mentre Lamborghini presenta la Huracan EVO2, pesantemente rinnovata sulla base della STO stradale. Saranno in totale 35 le GT3 al via, di cui 9 in GTD-PRO, tutte con equipaggi di altissimo livello.

Non manca comunque lo spettacolo in LMP2 e LMP3, con la presenza nella seconda classe dei debutti di piloti come Raffaele Marciello, Scott McLaughlin, Josef Newgarden, Gianmaria Bruni e Austin Cindric.


Acura e Mercedes davanti in qualifica 24 Ore Daytona IMSA orari

Nella settimana che precede la corsa è andato in scena il tradizionale ROAR Before the Rolex 24, appuntamento che permette alle squadre di iniziare a preparare la prima gara endurance della stagione. Le sei sessioni di prove libere dell’evento hanno permesso a tutte le vetture di macinare chilometri e di iniziare il lavoro di messa a punto in vista della gara. L’Acura ARX-06 si è subito messa in luce, facendo registrare il miglior tempo nei primi quattro turni grazie ai campioni in carica di Meyer Shank a bordo della vettura #60. Il team che difende la vittoria sul Road Course non ha girato nel corso dell’ultima sessione, disputata in notturna e in condizioni di pista bagnata, lasciando la leadership alla Porsche #6. La Porsche 963 #7, invece, ha chiuso in testa l’ultima sessione da 20 minuti.

Il Roar si è chiuso con le qualifiche che nella giornata di domenica hanno definito la griglia di partenza per la 24 Ore di Daytona. Tom Blomqvist ha ottenuto la prima pole position della nuova era GTP a bordo della Acura #60, completando i 5729 m del trcciato in 1’34″031 e precedendo la Porsche #7 e l’altra ARX-06 gestita da Wayne Taylor Racing. Segue il terzetto delle Cadillac che precedono in griglia le due BMW.

[Griglia di Partenza provvisoria]

Mercedes occupa le prime quattro posizioni tra le GT dopo che Aston Martin ha mostrato una buona velocità nelle libere. La pole position è andata alla AMG GT #57 di Winward Racing di Ellis, leader anche di classe GTD. Dietro di lui ci sono altre tre vetture del marchio tedesco che ha conquistato anche la pole position di classe GTD Pro grazie alla #79 di WeaterTech Racing.

Si sono qualificate nel fondo dello schieramento GTD/GTD-PRO invece le novità della classe GT3, ovvero la Ferrari 296 GT3, la Porsche 911 GT3R 992 e la Lamborghini Huracan EVO2, al debutto ufficiale, anche se c’è l’impressione di un sandbagging pesante da parte di quasi tutte le squadre GT.


Leggi anche: IMSA | 24 ore Daytona – ROAR, Giorno 2: Acura sull’asciutto, Porsche sul bagnato


Il programma del weekend 24 Ore Daytona IMSA orari

IMSA 24 ore di Daytona 2023 Cadillac V-LMDh Cadillac Racing Chip Ganassi

L’attività in pista delle squadre iscritte alla 24 Ore di Daytona 2023 e al WeatherTech SportsCar Championship inizierà nel pomeriggio italiano di giovedì 26 gennaio. Alle 17:05 inizierà ufficialmente il weekend che ci accompagnerà verso una delle gare più importanti dell’anno con la prima sessione di prove libere da 90 minuti. Piloti e vetture scenderanno di nuovo in pista quando in Italia sarà sera, per il secondo turno programmato per le ore 21:20.

Venerdì 27 gennaio il programma continua con altri due turni. Al calare della notte sul tracciato della Florida, le vetture scenderanno di nuovo in pista per affrontare la terza sessione di prove libere, nella quale tutte le squadre cercheranno di capire come gestire le fasi di guida in notturna della competizione. L’attività riprenderà nella mattinata americana con la quarta sessione di 60 minuti che scatterà quando in Italia saranno le ore 17:20. Le nuove vetture di classe GTP, al debutto in questo 2023, potranno usufruire di un ulteriore turno da 20 minuti nella notte italiana per percorrere qualche chilometro in più in vista della lunga gara.

La 24 Ore di Daytona 2023 scatterà sabato 28 gennaio quando in Italia saranno le 19:40. La lunga maratona sul Road Course della Florida terminerà, dopo 24 ore, nella giornata di domenica, decretando i vincitori del primo round della nuova stagione dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship e il costruttore che aprirà la nuova era dei prototipi di classe GTP.

Giovedì 26 gennaio (ora italiana)

  • 17:05 – 18:35: Prove Libere 1
  • 21:20 – 23:05: Prove Libere 2

Venerdì 27 gennaio (ora italiana)

  • 1:15 – 3:00: Prove Libere 3
  • 17:20 – 18:20: Prove Libere 4

Sabato 28 gennaio (ora italiana)

Domenica 29 gennaio (ora italiana)

  • 19:40: Arrivo 24 Ore di Daytona 2023

Come da tradizione, i tifosi italiani potranno ammirare lo spettacolo della 24 Ore di Daytona targata 2023 grazie alla diretta streaming integrale trasmessa sul sito ufficiale del campionato IMSA TV. Come sempre per seguire al meglio la gara conviene impiegare il live timing, a questo indirizzo. Non manca poi il servizio Radio, con lo stesso commento di IMSA TV, disponibile anche su Radio Le Mans 2.

Anteprima e programma delle serie di supporto: tanto spettacolo prima della 24 ore!

IMSA 24 ore di Daytona 2023 Michelin Pilot Challenge

Le gare di contorno alla 24 ore di Daytona sono sempre spettacolari, con una griglia estremamente ricca. Quest’anno le serie di supporto saranno la Michelin Pilot Challenge, ovvero il campionato di secondo livello IMSA, in cui corrono GT4 (rinominate GS) e TCR, e la Mazda MX-5 Cup. Tutte le gare saranno live sempre su IMSA TV.

La Michelin Pilot Challenge affronta la prima prova di 11 tappe stagionali a contorno dello Sportscar Championship. La BMW M Endurance Challenge è l’unica assieme a Indianapolis con una durata di ben 4 ore, il doppio del normale. 46 vetture, di cui 32 GT4 e 14 TCR si sfideranno in una gara consigliatissima agli appassionati, che prenderà il via alle 19.45 italiane di venerdì. Tra i volti noti troviamo Robby Foley sulla BMW Turner, la anzianissima Alfa Romeo Giulietta TCR portata alla vittoria un anno fa da Lewis e Block, e Robert Wickens (Hyundai #33), tornato in pista proprio qui un anno fa dopo l’incidente in IndyCar che lo paralizzò nel 2018.

[Entry List Michelin Pilot Challenge]

Adrenalina pura, sportellate, incidenti e sfide con 4 e più vetture affiancate ruota a ruota sono il pane della Mazda MX-5 Cup, serie che vede protagonista una versione da corsa della leggendaria Miata. Poca potenza, ma tanta personalità, e la grinta dei 31 piloti al via nelle due gare, in programma giovedì alle 23.30 e venerdì alle 16.15, entrambe dalla durata di 45 minuti.

[Entry list Mazda MX-5 Challenge]

[Programma completo weekend in PDF]

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

GT | Ferrari conferma gli impegni dei piloti ufficiali: Shwartzman debutta nel GT World Challenge