IMSA | 24 Ore Daytona – Qualifiche: Acura in pole con Meyer Shank!

Tom Blomqvist conquista la prima pole position dell’era GTP al termine delle qualifiche della 24 Ore di Daytona 2023. Il pilota dell’Acura #60 del team Meyer Shank precede Nasr sulla Porsche #7 e Taylor sull’Acura #10. Mercedes domina tra le GT, conquistando le prime quattro posizioni e la pole di classe GTD Pro e GTD.

Qualifiche 24 Ore Daytona Acura GTP Daytona International Speedway Roar Before the Rolex 24
Credits: Twitter

Sul circuito di Daytona, l’appuntamento del Roar Before the Rolex 24 si chiude con le qualifiche che definiranno lo schieramento di partenza della 24 Ore di Daytona 2023. Le 61 vetture iscritte a questa 61ª edizione scenderanno in pista in cinque sessioni differenti che decideranno i poleman e l’ordine di partenza delle varie categorie.

Squadre, team e piloti hanno avuto occasione di prendere confidenza con il tracciato durante le cinque sessioni di prove libere disputate nel corso del Roar. L’Acura ARx-06 #60 dei campioni in carica e vincitori della passata edizione del team Mayer Shank ha monopolizzato la classifica dei primi quattro turni, lasciando alla Porsche 963 #6 la leadership dell’ultimo. Tra le vetture GT, Aston Martin sembra particolarmente in forma sul Road Course. Le vetture inglesi hanno conquistato la vetta della classifica in quattro delle cinque sessioni in GTD Pro e in tre turni in classe GTD.


Leggi anche: IMSA | Roar Before the 24 – Anteprima e orari dell’antipasto della 24 Ore di Daytona


Qualifiche GTD Pro e GTD

Vetture di classe GTD e GTD Pro in pista, iniziano le qualifiche della 24 Ore di Daytona 2023. I piloti hanno sfruttato i primi giri per portare gli pneumatici in temperatura, vista l’impossibilità di utilizzare le termocoperte nel campionato.

Farnbacher si porta in testa con l’Acura #66 davanti alla vettura gemella #93 di Marcelli. Trinkler resiste in vetta alla classe GTD Pro, precedendo la Mercedes #79 di Engel e la Ferrari #62 di Serra. Chiude un giro anche Caldarelli che guadagna la vetta della classe Pro con la Lamborghini #63. Il tempo dell’italiano viene battuto dalla Lexus #14 di Barnicoat e poi dalla Mercedes di Engel.

Mercedes conquista la testa in classe GTD con Schiller. Il pilota del team Sun Energy1 è il più veloce in assoluto, davanti alla Mercedes #32 di Grenier. Ellis si porta in testa con la Mercedes #57 fermando il cronometro in 1’46″267. La top 3 è formata da tre Mercedes AMG, tutte iscritte in classe GTD. La Mercedes #79 di Engel è la più veloce in classe GTD Pro con il quinto tempo assoluto.

Gunn porta in quarta posizione assoluta l’Aston Martin #23, portandosi in testa alla classe Pro. Anche Ellis migliora il suo tempo, portando il limite a 1’46″093. Questo giro vale al pilota svizzero e al team Winward Racing la pole position assoluta tra le GT. Mercedes domina le prime tre posizioni piazzando dietro alla #57 di Winward Racing la #75 Sun Energy1 di Schiller e la #32 di Grenier. Mercedes conquista anche la pole di classe Pro grazie al quarto tempo della #79 di Engel che precede la Aston Martin #23 di Ross Gunn.

Marcelli chiude al sesto posto con l’Acura #93, precedendo la Lexus #14 di Ben Barnicoat. Farnbacher precede la McLaren di Kirchhofer in ottava posizione. Roman De Angelis chiude la top 10 con la Aston Martin #27.


Scopri le protagoniste della classe GTP



Qualifiche LMP3

Mars si porta in testa con la Ligier #85, subito battuto dalla #38 di Shields. Anche De Oliveira si fa vedere nella parte alta della classifica, subito battuto da Shields che ha completato un altro giro migliorando il suo tempo. Sale anche Dickerson che porta in seconda posizione la Ligier #36 di Andretti Autosport. Pino si porta in testa con la #33 fermando il cronometro in 1’43″604. Seconda posizione per De Oliveira.

Anche Dickerson migliora il suo tempo, issandosi ancora una volta in testa alla classifica. Pino però risponde, limando ancora il suo tempo riconquistando così la leadership della classifica. Il pilota di Sean Creech Motorsport guida la classifica con 1’43″197. Shields sale in seconda posizione, davanti a Dickerson e De Oliveira.

Dickerson migliora ulteriormente nel suo ultimo giro guadagnando la seconda posizione. La pole position va alla Ligier #33 di Sean Creech Motorsport grazie all’ottimo giro di Nico Pino. Andretti Autosports completa la prima fila con la Ligier #36. Shields è terzo con la #38, davanti alla #43 di De Oliveira con la #74 di Guy Robinson che completa la top 5 tutta Ligier.


Leggi anche: IMSA | Andretti Autosport acquista quote di WTR: nasce Wayne Taylor Racing with Andretti Autosport


Qualifiche LMP2

Il primo giro interessante nel turno di qualifiche della 24 Ore di Daytona dedicato alle vetture di classe LMP2 è di Steven Thomas che si porta in testa con l’Oreca #11 di TDS Racing. Herau è secondo con la vettura gemella #35, davanti alla #51 di Lux e alla #8 di Farano.

Completa un giro utile anche Ben Keating che si porta in testa con la #52 di PR1 Mathiasen Motorsport. L’americano ha rifilato 1.2 secondi a Herau che ha migliorato il tempo di Thomas salendo al secondo posto. Buon giro anche per Perrodo, quarto con la #88 di AF Corse. Farano causa una bandiera rossa dopo aver impattato contro le barriere alla chicane Le Mans. Incidente anche per l’Oreca #55 di Proton Competition, fuori in curva 1.

La bandiera rossa mette fine al turno in anticipo, consegnando la pole position di classe a Ben Keating e alla Oreca #52 di PR1 Mathiasen Motorsport. Seconda e terza posizione per le #35 e #11 di TDS Racing con Perrodo che completa la seconda fila con la #88 di AF Corse. Kurtz chiude in quinta posizione a bordo della #04 di Crowdstrike Motorsport, davanti alla #51 di Lux e alla #20 di Andersen.


Le novità in classe GTD e GTD Pro


Qualifiche GTP

Bandiera verde sul Daytona International Speedway per la prima qualifica della nuova era della classe GTP. Le due Acura sono le prime ad entrare in pista e a segnare un tempo. Blomqvist si porta in testa con l’Acura #60, seguito da Ricky Taylor sulla #10. Il pilota WTR si porta in testa con 1’34″295. Qualche minuto dopo anche Yelloly fa registrare un tempo con la BMW #25, ancora lontano dalla testa della classifica.

Nasr sale in seconda posizione con la Porsche #7. Anche la #6 di Tandy fa registrare un buon tempo, portandosi in terza posizione. Eng sale al quarto posto con la BMW #24, portandosi davanti al compagno di squadra Yelloly. Taylor migliora il suo tempo rafforzando la sua leadership. Errore alla chicane Le Mans per Tandy che danneggia la parte anteriore della sua 963 #6. Nel frattempo Alex Lynn si port al terzo posto con la Cadillac #02.

Tandy è riuscito a tornare ai box ma la sessione entra in regime di bandiera rossa con cinque minuti ancora da completare. Le vetture ritornano in pista con poco più di due minuti ancora a disposizione. Ricky Taylor rimane ai box con l’Acura #10.

Nasr batte il tempo di Taylor proprio sulla bandiera a scacchi, facendo registrare 1’34″114. Il tempo viene battuto dall’Acura di Tom Blomqvist che abbassa il limite a 1’34″031, conquistando la pole position al termine delle qualifiche della 24 Ore di Daytona. Il team Meyer Shank scatterà dalla prima posizione, precedendo la Porsche #7 di Nasr. Non paga la strategia di Taylor che non va oltre la terza posizione con l’Acura #10.

Bourdais è quarto con la Cadillac #01. Anche il pilota francese è riuscito a migliorare nel corso del suo ultimo tentativo, mettendosi alle spalle il compagno di squadra Lynn con la #02 e il compagno di marca Derani a bordo della Cadillac #31 di AXR. Chiudono la classifica le due BMW con la #24 di Eng che precede la #25 di Yelloly, staccata di 0.8 secondi dalla vetta. Partirà dal fondo la Porsche #6 penalizzata dopo l’incidente per aver causato la bandiera rossa.

Classifica Qualifiche 24 Ore Daytona 2023

Questo slideshow richiede JavaScript.

Griglia di partenza provvisoria

 

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

WEC | L’entry List 2023: 38 vetture al via, 13 Hypercar!