IMSA | 24 Ore Daytona, sintesi dopo sei ore: fra freddo polare e incidenti!

Il WeatherTech Sports Car Championship inizia la stagione 2022 con la 24 Ore di Daytona. Piloti, squadre e vetture sono chiamati ad affrontare uno degli appuntamenti più impegnativi e spettacolari dell’intera stagione. Ecco che cosa è successo sul Road Course nel corso delle prime 6 ore di gara.

daytona 24 ore

Partenza

Partenza spettacolare a Daytona. Albuquerque sulla Acura #10 sfrutta la sua pole position conquistata nella Qualifying Race e gira per primo in Curva 1. Il pilota portoghese però non riesce a difendersi dagli attacchi della Cadillac #5 che prende la testa. Anche Kobayashi attacca Albuquerque, portandosi in seconda posizione con la Cadillac #48. In LMP2, Falb conquista la leadership davanti alla vettura #52 di PR1 Mathiasen Motorport. Mapelli, sulla Lamborghini #63 di TR3 Racing, mantiene la prima posizione in classe GTD-Pro.

Prima ora

19:49 – Prima penalità di giornata per Falb, punito con un drive through per Jump Start. Albuquerque ha provato a rispondere a Kamui Kobayashi per conquistare la seconda posizione, senza riuscire a completare la manovra.

19:51 – Rientra ai box Falb per scontare la penalità. Keating sale in testa in LMP2 con la Oreca #52 di PR1 Mathiasen.

19:53 – Le vetture di testa sono già nel traffico. Kobayashi sfrutta la situazione per infilare Vautier. Il francese deve guardarsi dagli attacchi di Albuquerque. Barnicoat, sulla Lexus #14 di Vasser Sullivann, conquista la prima posizione in classe GTD-Pro.

19:59 – Jaminet si porta in testa con la Porsche #9 di Pfaff. Il leader di classe GTD-Pro è alle spalle di Miller, leader di classe GTD sulla McLaren #59 di Crucial Motorsport. Bourdais passa Albuquerque e porta la Cadillac #01 in terza posizione assoluta.

20:03 – Bourdais continua ad avere un ottimo ritmo. Il francese si porta in seconda posizione, sopravanzando la Cadillac #5.

20:07 – Duello tra Mapelli e Barnicoat per la seconda posizione in GTD-Pro. L’italiano riesce a passare alla Bus Stop e si mette all’inseguimento del leader Jaminet.

20:19 – Completata la prima sosta per le vetture di testa. Kobayashi è in testa, davanti alla Cadillac #5. Terza posizione per la #02 di Bamber che ha passato Bourdais sulla #01.

20:32 – Incidente per la Oreca #18 di Era Motorsport. Commissari al lavoro per recuperare la vettura e i detriti lungo la pista. La 24 Ore di Daytona entra, per la prima volta, in regime di FCY.

20:37 – Tanto traffico ai box. Tutte le squadre approfittano della bandiera gialla per effettuare la sosta.

I leader al termine della prima ora di gara:

  • DPi: Ally Cadillac #48
  • LMP2: DragonSpeed #81
  • LMP3: Riley Motorsport #74
  • GTD-Pro: TR3 Racing Lamborghini #63
  • GTD: Gradient Racing Acura #66

Leggi anche: IMSA | Note Tecniche, meteo e BoP: una 24 ore di Daytona glaciale!


Seconda ora

20:52 – Terminato il regime di FCY.

20:58 – Lacorte porta la Ferrari #47 di Cetilar Racing in quinta posizione di classe GTD.

21:05 – Duello tra vetture Porsche per la prima piazza in GTD-Pro. Andlauer, sulla #79,

21:07 – Contatto tra la Ferrari #47 e la Lexus AVS #12. Entrambe le vetture entrano ai box con un danno alle sospensioni posteriori.

21:14 – Kobayashi comanda la corsa sulla Cadillac #48, davanti alla Acura #10 di Albuquerque e alla Cadillac #5 di Vautier. La Porsche #9 ha ripreso la testa della GTD-Pro, davanti alla Lexus #14 di Barnicoat e alla Porsche #79 di Andlauer. Barbosa è davanti in classe LMP3 con la Ligier #33 di Sean Creech. La Mercedes #75 di SunEnergy1 è in testa in GTD.

21:21 – Terzo pit stop completato per le vetture di classe DPi. Lopez è salito sulla #48 ed è rientrato in testa alla gara. Lynn ha preso il posto di Bamber sulla Cadillac #02 mentre Castroneves è al volante della Acura #60.Debutto in classe DPi per Ben Keating che è alla guida della Cadillac #5.

21:34 – La Porsche #2 di KCMG conquista il primo posto di classe GTD-Pro con Pilet al volante. Problemi per la Oreca #68 di G-Drive che ha perso il diffusore all’ingresso della Bus Stop.

I leader al termine della seconda ora di gara:

  • DPi: Ally Cadillac #48
  • LMP2: PR1 Mathiasen #52
  • LMP3: Sean Creech Motorsport #33
  • GTD-Pro: Pfaff Motorsport Porsche #9
  • GTD: SunEnergy1 Mercedes #75

Terza ora

21:48 – Bourdais conquista la seconda posizione con la Cadillac #01. Il francese ha sopravanzato la Acura #10 di Albuquerque. Nasr è salito sulla Porsche #9. per il brasiliano è il primo stint in classe GTD-Pro.

21:50 – Debutto difficile per le nuove BMW M4 GT3. Le vetture affidate al team RLL sono i fanalini di coda della classe GTD-Pro.

21:53 – Duello per la testa di classe GTD-Pro tra la #9 di Nasr e la Porsche #79 di Picariello. Il belga è risalito dalla quarta posizione fino alla testa della categoria.

21:56 – Quarto pit stop per le vetture in testa alla gara. Van der Zande prende il posto di Bourdais sulla Cadillac #01. Stevens sale sulla Acura #10 e Nunez sulla Cadillac #31.

22:00 – Pit stop per la Acura #60, ultima vettura di classe DPi ad effettuare la sosta. Van der Zande è in testa alla 24 Ore di Daytona. Lopez, sulla #48, ha perso quattro posizioni ed è quinto, dietro alle Acura #10 e #60 e alla Cadillac #31.

22:14 – Classifica cortissima in GTD-Pro; Porsche occupa le prime tre posizioni. Imperatori è al comando con la Porsche #2, seguito da Nasr e Picariello. Ottimo stint per Calado che è risalito fino alla quarta posizione con la Ferrari #62 di Risi Competizione.

22:28 – Van der Zande ha costruito un gap di 5 secondi nei confronti di Stevens. Lynn porta la Cadillac #02 in quarta posizione.

22:32 – In LMP2, Huffaker guida il gruppo sulla #52, davanti al compagno di squadra Pierson sulla #11. La Ligier #74 di Riley è in testa tra le LMP3. Mitchell guida la classe GTD con la Lamborghini #39 davanti alla Mercedes #75.

22:36 – Nuovo regime di FCY a causa di un incidente che ha coinvolto la Porsche #34. In precedenza le vetture di testa erano rientrate ai box.

I leader dopo tre ore:

  • DPi: Acura #60
  • LMP2: PR1 Mathiasen #52
  • LMP3: Riley #74
  • GTD-Pro: Pfaff Porsche #9
  • GTD: Winward Mercedes #57

Quarta ora

23:06 – Si ritorna finalmente in regime di bandiera verde, momenti concitati fra le GT a gomme fredde, tutte con poca andarenza alla chicane Le Mans.

23:12 – Colpo di scena in testa! Dopo un intensissima lotta a tre in DPi, la #60 di Castroneves soffre una brutta foratura alla posteriore sinistra e zoppica fino ai box.

23:15 – Fase di gara delicatissima, inerviene una nuova FCY. Un incidente fra la Aston Martin #23 e una LMP3 coinvolge anche la #75 Mercedes di Raffaele Marciello. Tutte le macchine coinvolte sono distrutte, piloti illesi. Coinvolta marginalmente anche la Lamborghini #63, che se la cava con una foratura.

23:38 – Di nuovo bandiera verde dopo una lunga pausa: i duelli con le gomme fredde e le temperature in picchiata sono pericolosi, ma la ripartenza è pulita.

I leader dopo quattro ore:

  • DPi: #60
  • LMP2: #52
  • LMP3: #36
  • GTD-Pro: #9
  • GTD: #57

Quinta ora daytona 24 ore

23:47 – Comincia un’altra tornata di pit stop. In DPi e in LMP2 i distacchi sono contenutissimi e la strategia di sosta è fondamentale in questo momento.

23:51 – Fuoripista e foratura per la  Acura #10 di Will Stevens. Il problema arriva in un punto insidioso, la vettura dovrà effettuare quasi il giro intero con una ruota bucata prima di arrivare ai box.

23:55 – Problema al motore per la McLaren #59, che fa in tempo a “parcheggiare” appena fuori dall’area tecnica.

00:14 – Arriva il pit stop anche per la Ferrari di Calado, che ha dimostrato fino a questo momento un ritmo di gara impressionante sfruttando un buon margine sugli avversari.

00:28 – Possibili problemi all’ala per la #63 partita in pole in GTD Pro: perde due giri dalla testa di classe. Nel frattempo, in Porsche si lavora per rimettere in pista la #79.

I leader dopo cinque ore:

  • DPi: #01
  • LMP2: #29
  • LMP3: #36
  • GTD-Pro: #62
  • GTD: #57

Sesta ora

00:53 – Il ritmo si abbassa con il calare della notte, gli intervalli si allargano in tutte le classi.

01:09 – Tanto traffico ai pit, si sfiora il dramma in GTD Pro: la Mercedes #15, in entrata, quasi si scontra con la #62 in uscita.

01:15 – I tentativi di far rientrare in pista la #79 sembrano per ora fallimentari. Comparsa per qualche minuto in pit lane, la Porsche torna in garage.

01:18 – Nuova Full Course Yellow per il contatto con le barriere della Porsche #64 KGT.

01:30 – Molti approfittano della lunga FCY per pit stop tecnici, a sostituire elementi dello chassis danneggiati.

01:38 – Si torna in regime di bandiera verde quasi allo scadere della sesta ora di gara. Alla ripartenza, qualche danno all’anteriore destra per la #39.

I leader dopo sei ore:

  • DPi: #01
  • LMP2: #20
  • LMP3: #54
  • GTD-Pro: #2
  • GTD: #27

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

IMSA | Ritorna la classe GTP per la “convergenza” di LMDh e LMH