IMSA | 24 ore di Daytona – Sintesi dopo 12 ore: tra azione, penalità e incidenti!

La sintesi del secondo quarto della 24 ore di Daytona: continua il freddo, diversi incidenti e parecchie penalità, tanta azione in pista!

24 ore daytona
Immagini MIchelin Motorsports

La lunga notte di Daytona non è giunta nemmeno alla metà quando in Italia inizia l’alba, e in FLorida le temperature continuano a scendere in pista, solo 6°C sull’asfalto e 3°C nell’aria.

La lotta nelle varie classi invece è accesissima, con molte lotte e diversi incidenti che hanno puntuato quest’ora.


IMSA | 24 Ore Daytona, sintesi dopo sei ore: fra freddo polare e incidenti!


Settima ora

La situazione è stabile, con la lotta che continua in DPi, dove a guidare la Chip Ganassi #01, e in GTD-Pro, dove la Ferrari #62 Risi Competizione e la Porsche #2 KMCG continuano a lottare per la prima posizione, stavolta con Olsen davanti a Rigon.

In GTD intanto il leader Winward Racing è costretto a una sosta per cambiare il volante, lasciando la testa della corsa alla #16 Wright.

C’è anche un’uscita di pista della #6 Muelnher, la LMP3 provoca un’altra Full Course Yellow.

Intanto la Corvette #4 ha gravi problemi meccanici e deve rientrare nel garage.

Leaders: DPi #02 Cadillac, LMP2 #20 High Class, LMP3 #33 Sean Creech, GTD-PRO#97 WeatherTech, GTD #19 TR3

Ottava ora

Si ritorna sotto bandiera verde, con la #02 Ganassi di Magnussen davanti in DPi, mentre in GTD-PRO Serra (Ferrari (#62) supera alla bandiera verde Laurens Vanthoor (Porsche #2)

Situazione convulsa per i leader GTD-PRO e GTD, e penalità pesantissime: la Lexus #14 e la Mercedes #97 in GTD-PRO, la Lamborghini #16 e #44 in GTD durante la safety car hanno effettuato incorrettamente il “wavee-around”, guadagnando di fatto illegalmente un giro e prendendosi la testa delle rispettive classi. Subiscono tutti 3 minuti e mezzo di stop&go.

Magnussen vola, e segna il nuovo record in gara, 1.34.000, mentre la #52 Pr1, a lungo leader in LMP2, è costretta a una sosta di emergenza per rimuovere una cover di plastica da un condotto.

Leaders: DPi #48 Cadillac, LMP2 #8 Tower, LMP3 #74 Riley, GTD-PRO #62 Risi, GTD #57 Winward

Nona ora 24 ore daytona

C’è un’altra Full Course Yellow, questa volta causata da un’escursione fuori pista della #54 Core Autosport, mentre anche la Corvette #3 soffre di problemi all’alternatore, perdendo 13 giri.

Penalità anche per la Lamborghini #16 e la Mercedes #57 Winward, leader GTD: 60 secondi di S&G per aver passato con il rosso alla uscita della pit lane.

L’ora si conclude con un grosso incidente per la BMW M4 #96 del Turner Motorsport, che forse aiutata dalla #47 va in testacoda sul triovale.

Decima ora 24 ore daytona

Ora sfortunata per la #02 Chip Ganassi, che viene colpita alla ripartenza dalla Acura #10 WTR, forando, e poi riceve un drive through per una violazione nella stessa ripartenza, perdendo un giro.

Abbiamo anche una Full COurse Yellow per lo spin della povera McLaren#59 Crucial.

Leader: DPi #60 Acura,  LMP2 #20 High Class, LMP3 #33, GTD-PRO #62 Risi, GTD #21 AF Corse

Undicesima ora

Un’ora che vede sopratutto un brutto incidente per la #20 High Class in LMP2, che però riesce a tornare ai box.

Leader: DPi #31 Cadillac,  LMP2 #8 Tower, LMP3 #74 Riley, GTD-PRO #2 KCMG, GTD #32 Gilbert Korthoff

Dodicesima ora 24 ore daytona

Si riparte dopo una breve FCY, ci sono due incidenti separati in GTD e GTD-PRO: la AF Corse #21 tampona la Lamborghini #39 e riceve un drive through perdendo un giro dalla testa di classe, mentre c’è solo un avviso per la #62 di Pier Guidi, che spinge fuori pista la Mercedes #32.

La classe DPi si scalda con una bellissima lotta per la testa tra Castroneves e Bamber, che si conclude con uno splendido sorpasso all’esterno.

Dopo le soste però la Acura #60 MSR torna davanti, e intanto sulla #2 Ericcson coinvolge Nunez (#31 Cadillac) in uno spin nell’International Horseshoe, con le vetture che ripartono. La Cadillac #02 riceve un drive through.

C’è però una nuova caution per via della #26 Muehlner, ferma sul apice dell’ovale.

Con pochi minuti alla metà gara, la gara riparte.Tutte le DPi sono ancora nel giro di testa, guida adesso la #5 JDC Miller.

In LMP2 Mikkel Jensen sulla #52 PR1 guida davanti al duo IndyCar di Rinus VeeKay sulla #29 Racing Team Nederland e Pato O’Ward sulla #81 Dragonspeed. In LMP3 la #74 Riley è in testa.

La GTD-PRO vede 7 auto nel giro di teta, con la #97 WeatherTech di Engel davanti alla Porsche #2 KCMG di Imperatori e alla Ferrari #62 di Calado.

La GTD vede infine la McLaren #70 Inception in testa, davanti alla  Porsche #16 Wright e alla Acura #66 Gradient.

[Classifica]

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.