IMSA | BMW presenta la livrea della M V8 Hybrid e gli equipaggi della stagione 2023

BMW e il Team RLL presentano la livrea definitiva e gli equipaggi per la stagione IMSA 2023 della nuova M V8 Hybrid

BMW e il Team RLL presentano la livrea definitiva e gli equipaggi per la stagione IMSA 2023 della nuova M V8 Hybrid
IMSA BMW M V8 Hybrid Foto BMW M

BMW e il Team RLL continuano il percorso di avvicinamento alla 24 ore di Daytona 2023, ed oggi lanciano la livrea e la squadra per la nuova BMW M V8 Hybrid, la LMDh che riporterà la casa di Monaco in lotta per l’assoluta in IMSA dal 2023 e nel WEC dal 2024.

L’occasione è una grande serata al Petersen Museum di Los Angeles, alla presenza del CEO BMW M Franciscus van Meel, il direttore di BMW Motorsport Andreas Roos, il presidente IMSA John Doonan, e i fondatori del BMW M Team RLL, Bobby Rahal, David Letterman and Patrick Lanigan.

IMSA BMW M V8 Hybrid

La livrea: nero “al naturale” per risparmiare peso

Il bianco, il blu, il celeste e il rosso che rappresentano la divisione Motorsport sono accoppiati al nero, in una livrea meglio descritta da Michael Scully, il direttore di BMW Group Designworks.

La livrea di fabbrica rappresenta un significativo allontanamento dal camuffamento “Icons of IMSA”, basato sulla tradizione, con uno stemma rivolto al futuro composto da blocchi frattali moderni e audaci degli iconici colori M e del logo M. “Questi elementi sono stati decostruiti per formare quello che a prima vista potrebbe sembrare un disegno triangolare astratto sul V8 ibrido BMW M. “Questi elementi sono stati decostruiti per formare quello che a prima vista potrebbe sembrare un disegno triangolare astratto sulla V8 ibrido BMW M, ma quando lo si osserva di lato, il logo M si inserisce perfettamente al suo posto. – La M ricostruita, se vogliamo”, ha spiegato Scully.

Il design presenta anche riferimenti “Mbedded” al logo BMW e utilizza elementi blu e viola per pronunciare i colori naturali dell’elettricità. Inoltre, la livrea di serie reca l’ormai caratteristica estensione nera opaca di BMW M Motorsport davanti all’abitacolo, sotto il lato del guidatore del parabrezza, estendendo così all’esterno dell’auto il segno distintivo del design interno di BMW, ovvero l’orientamento del guidatore, per migliorare la sua concentrazione. In realtà, sulle vetture pronte per la gara questo elemento opaco non riflettente sarà l’unica lamina nera della vettura, poiché tutte le altre aree nere mostrate al lancio rimarranno nella loro finitura in fibra di carbonio. “Questa misura ci permette di ridurre il peso del 25-30% rispetto a una livrea convenzionale per le auto da corsa. Meno è meglio”, ha dichiarato Scully.

IMSA BMW M V8 Hybrid

Il debutto della livrea factory della BMW M Hybrid V8 offre anche la prima opportunità di vedere le superfici della vettura in veste non mimetica e di identificare aspetti del design che potrebbero essere stati oscurati in precedenza. La disposizione dei reni illuminati al laser coincide con l’architettura aperta e trasparente di un moderno prototipo da corsa, e l’aria che passa sotto e attraverso di essi è fondamentale per le prestazioni aerodinamiche della vettura, sia in termini di raffreddamento che di efficienza della deportanza. Il frontale dell’auto richiama il cofano sfaccettato, il logo BMW annidato e la configurazione a “Y” rovesciata tra i reni della BMW M Vision Next, ed è un ottimo esempio delle showcar BMW che ispirano non solo le auto di serie, ma anche quelle da corsa. Questi elementi, affiancati dai caratteristici doppi fari su ciascun lato, rendono il frontale della vettura inconfondibilmente BMW.

L’illuminazione del rene utilizza una nuova ed entusiasmante tecnologia. L’innovativa azienda svizzera L.E.S.S. ha sviluppato un nuovo approccio alternativo all’illuminazione a LED, in cui la luce viene generata da una fibra ottica attivata da un laser. In questo modo si ottiene una luce ultra-luminosa e ultra-uniforme in un fattore di forma molto piccolo, tale da consentire un notevole risparmio di peso e di energia quando viene incorporato in un’automobile. Questa tecnologia è stata presentata per la prima volta nella BMW M Vision Next del 2019.

Anche Colton Herta per la 24 ore di Daytona

In occasione del lancio della livrea, BMW annuncia anche il poker d’assi che scenderà in pista sulla #24 e sulla #25 schierata da RLL, ovvero Connor De Phillippi, Philipp Eng, Augusto Farfus  e Nick Yelloly, che dopo aver difeso negli ultimi anni i colori BMW in GTE e GT3 passano a lottare per l’assoluta.

Resta ancora il dubbio sui piloti che affiancheranno i 4 nelle gare endurance IMSA, con Renè Rast, “scippato” da Audi, e destinato probabilmente al WEC nel 24 con le altre 2 M V8 Hybrid schierate dal Team WRT che rappresenta un’opzione. Di sicuro c’è solo che Colton Herta, dopo la vittoria della 24 ore di Daytona con la M8 nel 2019, sarà al via in LMDh con RLL.

La fotogallery

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.