IMSA | Detroit GP – Prima vittoria per Chip Ganassi e Kevin Magnussen!

Dopo molte sfortune giunge finalmente alla vittoria in IMSA a Detroit la Cadillac #01 Chip Ganassi di Van Der Zande e Kevin Magnussen.

imsa magnussen detroit
#01 Cadillac Chip Ganassi Racing Cadillac DPi, DPi: Renger van der Zande, Kevin Magnussen, Winners, Fountain

La Cadillac #01 Chip Ganassi di Van Der Zande e Kevin Magnussen ha conquistato la sua prima vittoria (dopo parecchie sfortune nelle prime 4 gare) in IMSA, partendo dalla pole, ma giungere alla bandiera a scacchi non è stato affatto lineare.

Magnussen, il poleman di giornata dopo una qualifica interrotta dalla banidera rossa per l’incidente della #5 MSR, è partito bene, mantenendo la testa su Derani e consegnando la macchina a Van Der Zande a 47 minuti dalla fine con 5 secondi di vantaggio.

Dietro c’è stata una lotta tra la Mazda 55 e la #5, con la Mazda che ha recuperato la terza posizione persa alla partenza sfruttando i doppiati, venendo però sopravanzata dalla Acura #10 Wayne Taylor Racing di Albuquerque dopo le soste.

Con mezz’ora alla fine la battaglia tra le due Cadillac #01 e 31 era al cardiopalma, con la possibilità di andare alla bandiera a scacchi senza carburante molto concreta. Van Der Zande però ha resistito agli attacchi di Nasr, finchè a 9  minuti dalla fine l’uscita della #96 Turner Motorsports ha richiamato la pace car in pista.

Nei 3 minuti finali dopo la ripartenza Van Der Zande ha gestito Nasr, conquistando la seconda vittoria per Chip Ganassi in poche ore dopo la vittoria di Ericcson in IndyCar.

“Non ho vinto una gara dal 2013 e mi sento benissimo”, ha detto un soddisfatto Magnussen. “Per tutta la stagione siamo stati veloci, ma non siamo riusciti ad arrivare alla fine. Abbiamo condotto un sacco di giri quest’anno e finalmente i giri giusti.

GTD: una corsa decisa in direzione gara imsa detroit magnussen

Le Corvette in GTLM hanno corso per modo di dire, essendo da sole nella loro classe in una gara che non dava punti. Milner e Tandy sulla #4 hanno vinto la gara in parata con la #3 di Garcia/Taylor.

Dietro l’Audi #39 di Heistand/Westphal ha vinto una gara dominata dalla pole… o anzi no.

Dietro Auberlen e Foley sulla BMW #96 Turner si erano piazzati secondi superando ai box l’Aston #²3 Heart of Racing, a sua volta passata dalla Lexus #14 di Hawksworth, ma entrambe le vetture hanno avuto problemi: una foratura per la Lexus, e una rottura del cambio per la BMW.

La Aston #23 di De Angelis e Ross Gunn è quindi giunta seconda davanti alla Lamborghini #19 GRT, guidata questa settimana anche da Mapelli.

Tuttavia la Audi #39 è stata squalificata dopo la gara per aver  infranto le norme sul rifornimento, dando la prima vittoria in IMSA all’Aston Martin Vantage GT3.

[Classifica]

 

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.