IMSA | Michelin GT Challenge at VIR – Anteprima e orari TV

La terz’ultima gara della stagione IMSA, la Michelin GT Challenge al VIR, si presenta come una gara decisiva per il campionato

imsa vir

La seconda gara dopo Lime Rock riservata alle sole GT vedrà correre per 2 ore e 40 minuti le classi GTLM e GTD sull’asfalto del Virginia International Raceway o VIR, che con i suoi 5262 metri, i cambi di elevazione e le esse veloci è considerato uno dei circuiti stradali americani più difficili, un vero “piccolo Nurburgring”. Dopo una lunga fase di abbandono dal 1974, è stato rinnovato e riaperto nel 2000, entrando nei calendari Grand AM e ALMS, e poi della rinata IMSA. IMSA VIR

Il circuito ha tre punti di sorpasso, la curva 1 “Horseshoe”, la famosa “Oak Tree” che gira attorno a una grande quercia e la curva 14, a cui segue un cambio di elevazione di oltre 30 metri.

Entry list e classi

Saranno 22 le auto al via della Michelin GT challenge, 8 in GTLM e 14 in GTD.

GTD: lo sprint finale

Con tre gare alla fine la leadership (248 punti) del duo Bamber-Vanthoor (#912) si vede minacciata dall’arrembante rimonta della Ford #67 di Briscoe e Westbrook, che ha vinto sia a Lime Rock che a Road America e ora è a 18 punti dalla testa, avendo scavalcato di un punto la Corvette #3 (Magnussen-Garcia). La Porsche #911 di Tandy Pilet ha perso contatto dopo il sesto posto a Road America, anche se rimane seconda con 234 punti.

Nella classifica costruttori Ford insegue Porsche con 21 punti di svantaggio (conta solo l’auto con il miglior piazzamento). Sono in palio ancora 105 punti, riuscirà Chip Ganassi a chiudere in bellezza il programma GT?

È da notare che la BMW M8 ottenne la sua prima vittoria un anno fa con la #25, che con De Philippi-Blomqvist è la più competitiva delle due BMW al momento.

GTD

Sulla #57 Acura vedremo Alice Powell, fresca del terzo posto nella classifica finale della W Series, che sostituisce sulla vettura del Meyer Shank Racing Christina Nielsen, impegnata alla 10 ore di Suzuka. Per la britannica questa è solo la seconda gara endurance.

Parlando della classifica, se il campionato è saldamente nelle mani della #86 MSR di Farnbacher-Hindman, i rivali della #14 AIM Vasser Heistand e Hawksworth cercheranno di sbloccare la situazione nella Sprint Cup, che al momento li vede appaiati a 142 punti con la Acura #86. Attenzione anche alla BMW #96 Turner Motorsport, visto che Auberlen è il pilota con più vittorie qui, e si trovano a soli 10 punti di distacco dalla testa della Sprint cup.

Il Balance of Performance è stato modificato per la Ferrari 488, che perde alcuni punti di boost e due litri di carburante.

[Classifiche] [Entry list]

Orari e TV

La diretta in streaming, come sempre è sul sito ufficiale ImsaTV

Giorno Orario Evento
Sabato 24 Agosto 18.15-19:05 Qualifiche
Domenica 25 Agosto 19.25-22.15 Gara

Seguici su Telegram

WEC | 4 ore di Silverstone – Entry list: la Rebellion schiera due auto!

 

Francesco Ghiloni

Studente e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.