IMSA | Mid-Ohio: nuovo successo Acura, Porsche in GTLM

La gara IMSA in Mid Ohio vede la Acura #6 vincere dopo una lotta serrata con la Mazda #77. Successo Porsche in GTLM, dopo una lunga battaglia con la Corvette #3

Immagini IMSA

Partenza

Nel circuito di Mid-Ohio si  tiene la quarta prova IMSA, e subito abbiamo un incidente tra le DPi, con la Mazda #55 e la Acura #7 che si toccano, mentre Derani sulla #31 passa in terza posizione. Castroneves ha un passaruota danneggiato, ma non si ferma. Danni lievi anche per la #5 Mustang Sampling Racing.

In questa confusione Jarvis sulla Mazda #77 e Cameron sulla Acura #6 prendono un consistente vantaggio, con la Cadillac #31 di Derani che li insegue a 4 secondi.

In GTLM Pilet sulla #911 viene penalizzato per aver anticipato la partenza. Guida il gruppo la Corvette #4, seguita dalla Ford #66 e dalla Porsche #912.

I primi doppiaggi intanto danno occasione a Cameron sulla Acura #6 di passare la Mazda #77.

La testa della GTD vede uno spettacolare sorpasso della Acura #86 sulla Lexus #14.

Le Cadillac non sembrano proprio andare, e Derani precipita la quarto posto, le due Mazda proseguono seconde e terze.

La gara delle LMP2, già ridotta a solo due vetture per questo campionato, vede la #38 già indietro di svariati giri, e la #52 quindi in testa.

Prima ora

Immagini IMSA

A iniziare il valzer dei pit stop è la Porsche #911, con un pit stop non eccellente, a causa di un problema con i jack.

In DPi la Cadillac #31 e l’Acura #7 recuperano alcuni secondi al gruppo di testa, mentre la Mazda #77 si ferma, come pure le Corvette #3. Il giro dopo l’Acura #6 rientra, con Montoya che prende le redine della testa della gara. L’altra vettura Penske rientra cambiando il musetto danneggiato. Abbiamo quindi i pit stop della Cadillac #31 e della Ford #67. Pipo Derani riesce a sopravanzare la Mazda #55 ed è terzo sulla Cadillac #31.

La situazione in pista è caotica, e la Mercedes #33 tampona un prototipo, con il cofano che copre completamente il suo parabrezza.

In GTLM dopo i primi pit stop la Cadillac#3 guida il gruppo, seguita dalla Porsche #912 e dalla Corvette #4.

La Mazda #77 riprende e supera la Acura #6, mostrando un gran passo.

Quando mancano un ora e 35 minuti alla fine un problema rallenta considerevolmente la Corvette #4, la BMW #25 ne prende il terzo posto.
Il secondo giro di pit stop riporta la Acura #6 in testa, rimane invariata la situazione nelle altre classi, ma la Porsche #912 è incollata alla Corvette #3. Dopo i loro pit stop la Porsche riesce a sopravanzare la Corvette.

La Safety Car finale

Neanche l’ultimo giro di pit stop riesce a sbloccare una gara che è stata molto statica, quando l’uscita di pi sta della #54 Nissan Core Autosport porta a una safety car, a a una ripartenza con 25 minuti di gara rimasti.

Montoya ha una ripartenza fenomenale con la Acura #6, mentre la Acura #86 si fa sorprendere dalla Lexus #14 in GTD.

Grande sorpasso della #911 di Tandy sulla BMW#25 di Blomqvist, il pilota americano si è praticamente buttato dentro a uno spazio che non esisteva.

In DPi Montoya scava un vantaggio di ben 5 secondi sulla #77, mentre la Cadillac #31 di Nasr insegue la #55 in terza posizione.

Con sei minuti alla fine, la Porsche #9 si gira e finisce nelle barriere. Tuttavia la gara procede regolarmente, con le bandiere gialle nel primo settore.

Nasr si avvicina alla Mazda #55 di Bomarito, ma essa rallenta di colpo. Tuttavia poco prima avevano passato una Porsche sotto bandiere gialle, e quindi la #31 deve effettuare un drive through.

La Acura #6 di Montoya-Cameron vince la IMSA Sports car Challenge at Mid-Ohio, seguita dalla Mazda #77 di Jarvis-Nunez e dalla Mazda #55. La Cadillac #31 di Nasr-Derani non riesce a andare a posio e si accontenta della quarta posizione. Quinta posizione per l’altra Acura-Penske, sesta per la Cadillac #10 Wayne Taylor Racing.

In GTLM la Porsche #912 di Bamber-Vanthoor è alla seconda vittoria consecutiva e consolida la leadership in campionato, mentre sfugge di nuovo il successo alla Corvette #3 di Garcia-Magnussen. Completa il podio la #911 di Tandy-Pilet.

La gara GTD va alla Lexus #14 Aim Valler Sullivan, che è riuscita a difendersi con successo dagli attacchi della Acura #86 Meyer Shank Racing. In terza posizione abbiamo la Lamborghini #48 del team Paul Miller racing. In LMP2, rimasta senza concorrenza, vince la #52 PR1.

[Classifica]

 

Francesco Ghiloni

Studente e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.