IMSA | Toyota spera di poter correre presto a Daytona con una Hypercar

Rob Leupen, Team Principal di Toyota Gazoo Racing, ha dichiarato che rientra nei piani di Toyota partecipare alla 24 Ore di Daytona, nonostante il WEC sia ancora in primo piano. Toyota Daytona

Toyota Daytona
Foto: James Moy / Toyota

Toyota spera di poter partecipare in un futuro non troppo lontano alla 24 Ore di Daytona con la propria Hypercar. Toyota Daytona

A sportscar365, Rob Leupen ha spiegato che non vorrebbe che fossero solo le squadre del campionato IMSA ad andare a Le Mans, ma che possa anche verificarsi anche il fenomeno opposto, con la partecipazione di team militanti nel WEC a gare prestigiose come Petit Le Mans e 24h di Daytona.

“Mi piacerebbe andare a gennaio alla 24h di Daytona in un futuro prossimo” ha detto Leupen. “Non voglio solo vedere i team IMSA che si uniscono a Le Mans, ma mi piacerebbe molto anche vedere WEC unirsi a Daytona e Petit Le Mans. Se ciò accadrà, penso che ci debba essere un regolamento molto aperto che vada in entrambe le direzioni. Il campionato nazionale negli Stati Uniti potrebbe avere concorrenti più piccanti e alcuni dei loro concorrenti potrebbero decidere di andare anche oltre Le Mans quando vengono qui”.

La convergenza dei regolamenti tra IMSA e ACO ha portato alla creazione della classe LMDh, i cui costruttori potranno partecipare sicuramente sia a Le Mans che Daytona.

Le incertezze riguardano invece IMSA e la nuova classe Hypercar (LMH). Per poter esaudire questo desiderio della casa giapponese, l’unico ostacolo è legato proprio alle differenze tra i due campionati: “Vedremo se è possibile bilanciare le auto in base alle categorie perché la differenza di prestazioni tra le due è enorme. L’unica ragione [su possibili esitazioni da parte di IMSA nell’accettare auto di classe LMH] è proprio dovuta alle differenze nelle prestazioni. Non dovrebbero esserci problemi di natura organizzativa per loro. Non è facile e non sta a noi farlo. Abbiamo dimostrato di essere molto aperti e disposti a scendere a un livello che non possiamo scendere al di sotto. Tuttavia, vogliamo ancora essere la prima categoria a Le Mans e non vogliamo perdere contro una LMP2. Da quel punto di vista, dovremmo mantenere un livello di prestazioni sufficiente”.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori.Clicca qui per info

Un’altra tematica da tenere in considerazione è quella riguardante i costi, che secondo Leupen calerebbero con un programma parallelo IMSA-WEC con l’Hypercar.

Leupen ha anche parlato di un possibile ingresso nel calendario del WEC della 24h americana: “Penso che ACO, FIA, WEC e IMSA debbano decidere che tipo di campionati vorrebbero avere. Potrei immaginare che qualcuno come Gerard Neveu sognerebbe di includere la 24 Ore di Daytona nel calendario delle gare WEC. Farebbe salti di gioia. Se la Toyota decidesse di correre anche nell’IMSA? Questo è qualcosa che non posso commentare al momento. Lo sosterrei, perché i costi diminuirebbero in modo significativo e perché avrei più auto. Ma devi avere le persone e la strategia di marketing per questo negli Stati Uniti. È potenzialmente possibile. D’altra parte, negli Stati Uniti devono capire che queste auto LMH sono un po’ più costose di una LMDh. Si tratta di una vera auto Toyota e non qualcosa preso e applicato lì”.

Per restare aggiornati su Endurance e competizioni GT, seguici nel nostro canale Telegram!

WEC | Porsche valuta l’opzione LMDh

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.