IndyCar | 500 miglia di Indianapolis – Prove Libere 3° giorno: Kanaan in testa, Ferrucci a muro

Tony Kanaan guida la 3ª giornata di prove libere per la 500 miglia di Indianapolis, mentre c’è il  primo incidente del mese per Ferrucci, in una giornata pessima per Rahal Letterman Racing

500 miglia indianapolis kanaan
Photo: IndyCar/Matt Fraver

Dopo due giornate piuttosto calme, la 3ªgiornata di prove libere all’Indianapolis Motor Speedway, l’ultima prima dell’incremento del boost per provare le qualifiche nel “Fast Friday”, si è accesa tra drammi e polemiche, in una giornata calda anche per via delle temperature.


Tutto ciò che bisogna sapere sulla 500 miglia di Indianapolis: IndyCar | 500 miglia di Indianapolis 2021: Anteprima e Orari TV


La polemica è arrivata subito: Rahal Lanigan Letterman Racing ha iniziato la sua giornata con una parata delle tre auto di Sato, Ferrucci e Rahal per prendere delle foto pubblicitarie… ma dietro, sul rettilineo di partenza, Simona De Silvestro e Scott McLaughlin arrivavano con 100 miglia all’ora di differenza, e si sono visti costretti a rallentare.

Ancora più indietro, Colton Herta si è trovato improvvisamente davanti le due auto che rallentavano, in una zona non coperta bene dal suo spotter: il pilota della #26 Andretti ha schivato miracolosamente McLaughlin all’esterno, toccando sia la #3 Penske e il muro a 200 miglia orarie! Non molti danni per entrambe le vetture, ma tanta rabbia, espressa da Herta ai microfoni della radio del circuito.

La squadra è stata penalizzata con 30 minuti di stop&go per condotta inadeguata all’inizio della prossima sessione di prove libere, ma i guai per la squadra vincitrice in carica non sono finiti qui.

Ferrucci il primo a muro, in dubbio la partecipazione

Mentre completava il suo 50° giro, con meno di due ore alla fine, Santino Ferrucci, che si era piazzato 3° poco prima, è andato in testacoda in curva 2 colpendo violentemente il muro con il retrotreno. Questo è il primo violento impatto della settimana.

L’italo-americano è parso dolorante, e non riusciva ad appoggiare la gamba sinistra. È stato trasportato al Methodist Hospital per ulteriori accertamenti e poi rilasciato nel corso della notte italiana. Rimane in dubbio la sua partecipazione alle prove libere del fast friday, e alle qualifiche, non avendo finora passato i controlli medici, anche se i medici sono ottimisti.

Kanaan in testa 500 miglia Indianapolis

Ancora una Chip Ganassi in testa, stavolta la #48 del veterano Tony Kanaan, che si porta in prima posizione con un giro da 225.341mph, seguito da Conor Daly, a riprova della forza delle vetture Ed Carpenter Racing, e Santino Ferrucci. La top-10 vede poi la Penske di Newgarden, Scott Dixon, l’altra ECR di VeeKay, la Meyer Shank/Andretti di Castroneves, la #8 di Ericcson, e poi Sato e Herta, per un totale di 3 Chip Ganassi, 1 Penske, 2 Andretti, 2 ECR e 1 RLL. McLaren invece si è piazzata 14ª con O’Ward, 16ª con Rosenqvist e 22ª con Montoya.

Guardando invece agli ultimi 6, Hildebrand, Simona De SIlvestro, Hinchcliffe, Chilton, Bourdais e Enerson sono gli ultimi del gruppo, mettendo in evidenza la difficoltà di AJ Foyt Racing, il cui pilota migliore, Dalton Kellett, è 24° e non ha superato le 222 miglia all’ora. Con 4 vetture, se Bourdais, Hildebrand e Kimball hanno buone chances, è proprio Kellett che rischia il bumping.

Top Gun Racing ha completato i primi giri nelle prove libere ufficiali con Enerson, ma sono ancora lontani dal gruppo.

La giornata è stata concentrata più sul lavoro per la qualifica, solo Castroneves, Newgarden, Herta, Palou, Andretti e Wilson hanno superato i 100 giri. Sono inoltre aumentate le velocità  senza scia.

Due vetture Andretti nella classifica senza scia 500 miglia indianapolis kanaan

500 miglia indianapolis kanaan

Jack Harvey è il primo di questa graduatoria, molto indicativa per la qualifica, in 222.090 mph, seguito da Pagenaud in 221.659 e Rossi in 221.607 mph.

A chiudere la graduatoria senza scie è invece Hildebrand in 217,4 mph seguito da Enerson in 217,3 mph e Montoya in 216,672 mph.

Se Montoya non sembra preoccupante, con i compagni che girano in 219/218 mph, Hildebrand e Enerson preoccupano invece in vista del Bump Day. Buona ripresa invece per Dale COyne Racing, che con Jones e Fittipaldi hanno sfondato i 220 mph.

L’impressione generale è quella di un team Ganassi rampante, ma Andretti pare pure ottimo in qualifica.


IndyCar | 500 miglia di Indianapolis – 1° giorno di Prove Libere: Power subito in testa

IndyCar | 500 miglia di Indianapolis – 2° giorno di Prove Libere: Dixon davanti a Ed Carpenter Racing


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.