IndyCar | Arrow McLaren SP vola con i suoi giovani

L’azzardo di Arrow McLaren SP di mandare in pista due piloti giovani sta pagando già ora. Nonostante i 22 anni di media i due piloti del team stanno ottenendo ottimi risultati.

Mclaren indycar
Credit: Arrow McLaren SP

Nel mondo dello sport puntare sui giovani solitamente è un investimento a lungo termine. Non sembra essere così per il team di IndyCar Arrow McLaren SP. I due piloti, Oliver Askew e Pato O’Ward, hanno un’età media di 22 anni, ma già in questa stagione stanno raccogliendo ottimi risultati. Nella doppia gara di Iowa Askew ha ottenuto un fantastico terzo posto nella gara di venerdì e un sesto posto sabato. O’Ward ha invece ottenuto un secondo posto a Road America e un quarto posto, dietro al compagno di squadra, venerdì in Iowa. Grazie a questi risultati O’Ward si trova quarto in campionato, mentre Askew è primo tra i rookie quando siamo quasi a metà campionato. Askew arrivava da un ventiseiesimo, un quindicesimo e un ventunesimo posto. Dopo questi risultati deludenti in Iowa è arrivato un risultato che da fiducia. Un podio al fianco di Simon Pagenaud e Scott Dixon per il campione Indy Lights 2019.Credit: Arrow McLaren SP. Arrow McLaren giovani

Le dichiarazioni di Askew

Il giovane pilota ha dichiarato: “Mi sento in forma, e questo weekend era esattamente ciò che ci serviva dopo alcuni weekend difficili. Sono arrivato a questo weekend con un nuovo taglio di capelli e una nuova mentalità. Così ho fatto vedere a questi ragazzi cosa posso fare.”. “Lottare con e finire una gara al fianco di un campioni IndyCar e vincitori della Indy 500 è ciò che devo fare come rookie. Il Team Arrow McLaren SP, il Team Chevy e tutti i nostri sponsor si sono assicurati che non commettessimo errori questo weekend. Io e Pato andiamo d’accordo, c’è un buon feeling con il team, spero che sia l’inizio per grandi cose.”.

Il rischio preso da Arrow McLaren SP

Askew è orgoglioso di come lui e il compagno di squadra stiano imparando sul campo. Lo stanno facendo portando il team Arrow McLaren SP a lottare tra i maggiori team Indy Car. Oliver Askew ha dichiarato: “Penso che molte persone possano essere stupite da come un team ben formato possa affidarsi a due giovani. Abbiamo avviato un progetto a lungo termine, abbiamo iniziato bene, possiamo lottare e puntare alla vetta. Dipende tutto dalla nostra passione, da quante domande facciamo e da quanto siamo coinvolti.”. Il team McLaren non è la prima volta che decide di affidare le sue vetture a due piloti giovani. La stessa scelta è stata fatta con Carlos Sainz Jr. e Lando Norris in F1. Anche in questo caso ha dato ottimi frutti.

Il ruolo di Blair Perschbacher

L’ingegnere di gara dell’auto di Askew, Blair Perschbacher, sta avendo un’ottima influenza sul 23-enne. Sul suo ingegnere Askew ha dichiarato: “Mi piace lavorare con Blair, andiamo molto d’accordo. Ci piace tenere un basso profilo ma essere pronti a cogliere le occasioni sul finale. Abbiamo un ottimo dialogo e lui ha lavorato con dei rookie negli ultimi 4 anni. Abbiamo aspettative elevate l’uno dall’altro e grazie a questo potremo fare grandi cose.”.

Seguici anche su Instagram

IndyCar | Iowa 250 – Doppietta Penske in gara 2. Newgarden precede Power