IndyCar | Detroit GP 2022 – Anteprima e Orari TV

Ritorna subito in pista l’IndyCar dopo la Indy 500 con il GP di Detroit a Belle Isle: Anteprima, classifiche e Orari TV

Indycar Detroit orai tv
Photo: INDYCAR/Joe SKibinski

Dopo la grande festa del Mese di Maggio culminata con la 500 miglia di Indianapolis e la vittoria, inaspettata ma non imprevedibile di Marcus Ericcson, l’IndyCar è pronta a due weekend consecutivi molto interessanti, con il GP di Detroit e la gara di Road America che chiuderanno la prima metà della stagione, per cui andiamo a scoprire l’anteprima e gli orari tv dell’ultimo GP a Belle Isle.

IndyCar | 500 miglia di Indianapolis 2022 | Cronaca e Risultati: Ericcson trionfa dopo un finale caotico!

Il circuito: addio a Belle Isle, dal prossimo anno si torna in centro

Questo sarà infatti l’ultimo GP di Detroit disputato nel parco dell’isola fluviale di Belle Isle, poco lontana dal centro di Detroit. La Città dei Motori ha infatti deciso di tornare a disputare le gare nel centro cittadino dal 2023, una decisione che lascia perplessi gli appassionati. Il primo tentativo con la Formula 1 negli anni ’80 infatti oscillò tra il disastroso e lo sterile, e il nuovo circuito non sembra molto interessante, ma ha la indubbia proprietà di girare attorno al Renaissance Center di General Motors.

Il parco dell’isola fluviale di Belle Isle ospita l’IndyCar dal 1992, con uno iato dal 2002 al 2006 e dal 2009 al 2011. Sempre organizzata da Penske Entertainment, che adesso possiede la serie, il tracciato non è certo considerato il migliore del calendario tra i piloti, ma ha buone possibilità di sorpasso, ottimi spazi per il pubblico e uno scenario interessante, caratterizzato dalla grande fontana in cui i vincitori tendono a fare il bagno dopo la gara. Come su tutti i tracciati cittadini i muretti sono vicini, ma in questo caso la sede stradale è piuttosto larga, attorno ai 14 metri.

Il circuito è lungo 3798 m, da percorrere 70 volte nelle due gare della domenica e del sabato. Il format di quest’anno non prevede due Gran Premi, come nelle stagioni passate, ma una sola gara, con il classico format di qualifiche.

Anteprima squadre e piloti

indycar classifica 500 miglia indianapolis detroit orari tv

Chi l’avrebbe mai detto 3 anni fa, quando Marcus Ericcson uscì dalla F1 ed entrò in IndyCar con Arrow Schmidt Peterson, che avrebbe inciso il suo volto nel Borg-Warner Trophy? Eppure lo svedese ha mostrato talento, apprendendo passo passo, e sebbene non sia il pilota più veloce nella serie, o nemmeno dentro il suo team, dove Palou e Dixon ancora spadroneggiano, e si sarebbero giocati la 500 miglia facilmente senza incappare in caution sfortunate o penalità, l’ex-Sauber ha la costanza dalla sua. Ad esempio, da dopo la 500 miglia di Indianapolis 2021 è il pilota che ha conquistato complessivamente più punti, e adesso si ritrova al comando della classifica, una sensazione che non provava da più di un decennio

500 miglia Indianapolis Marcus Ericcson
Photo: INDYCAR/Chris Jones

La 500 miglia di Indianapolis assegna doppi punti, e non vi è dunque sorpresa nel vedere Ericcson in testa, nè Pato O’Ward in seconda posizione, con il messicano McLaren che rinnova la sua corsa al titolo, dopo aver rinnovato il suo contratto per 3 anni.. È molto più interessante notare come il campione in carica Alex Palou, grazie a un’incredibile rimonta dopo essere stato “fregato” dalla tempistica di una caution sia riuscito comunque a prendere la 9ª posizione, rimanendo agganciato a -14 in classifica. Malgrado una Indy 500 torrida per Penske, Will Power continua a raccogliere punti con costanza, rimanendo 4° a -24.

Da Dixon a Herta, quanto c’è da recriminare!

Per tutti gli altri, è un po’ la sagra delle occasioni mancate. Scott Dixon è certamente colui che ha moltissimo da recriminare: con un bloccaggio è andata persa non solo la 2ª Indy 500, ma anche la chance di restare attaccato in classifica, è ora a -60 punti, mentre Newgarden, 13°, ritorna fuori dalla “zona vittoria”. Scott McLaughlin, con il suo incidente poi, perde moltissimo in classifica calando a -64, davanti a Pagenaud e Rosenqvist che invece hanno beneficiato molto della 500 miglia. Chi invece non ha beneficiato per nulla del Brickyard è Colton Herta: dopo l’incidente del Carb Day la macchina di Backup si è rivelata inguidabile, costringendolo al ritiro e sfacendo tutto il lavoro fatto nell’Indy GP. Il californiano rimane il primo dei piloti Andretti, davanti a un rimontante Alexander Rossi.

Parlando di Rossi e di mercato, è ora ufficiale: Kyle Kirkwood sarà il pilota della #27 Andretti il prossimo anno. Il pilota AJ Foyt è al momento 3° nella classifica rookie dietro a Lundgaard e Malukas, ma è pronto a tornare alla squadra che lo ha cresciuto, mentre Rossi è quasi certamente in direzione McLaren.

Ericcson e O’Ward i vincitori dello scorso anno, ma occhio a Power

Per una coincidenza singolare quasi tutti i – nuovi – protagonisti della classifica hanno sempre avuto buoni risultati al GP di Detroit. Marcus Ericcson conquistò la sua prima vittoria proprio un anno fa in gara-1, dopo un problema tecnico per , vero dominatore di quella gara, che qui ha vinto due volte. Pato O’Ward trionfò in gara-2 con una spettacolare rimonta. Tra gli altri piloti in attività troviamo Scott Dixon e Castroneves con 3 vittorie, Graham Rahal con due e Pagenaud e Newgarden con una.

Ilott salta Detroit per la frattura alla mano, Ferrucci lo sostituisce

Callum Ilott ha sofferto una frattura alla mano nel suo incidente durante la 500 miglia di Indianapolis, e sarà sostituito sulla Juncos-Hollinger da Santino Ferrucci, che assume decisamente il ruolo di supersostituto della stagione.

Orari TV | Detroit GP – The Raceway on Belle Isle | IndyCar 2022

Dal 2022 l’IndyCar è passata completamente nelle mani di Sky, che trasmette in diretta sui suoi canali una parte delle prove libere, le qualifiche e la gara, e addirittura alcune repliche, con il commento italiano di Matteo Pittaccio.

Il livetiming come sempre è qui: http://racecontrol.indycar.com/, oppure sull’App ufficiale, assieme a una selezione di 12 onboard e la telemetria.

Venerdì 3 giugno

  • 21.30 | Prove libere 1

Sabato 4 giugno

  • 14.30 | Prove libere 2 | Diretta Sky Sport F1 (207)
  • 18.30 | Qualifiche | Diretta Sky Sport F1 (207)

Domenica 5 giugno

  • 16.15 | Warm-up
  • 21.30 | Gara | Diretta Sky Sport F1 (207)

Gli orari della gara sono stati aggiornati: la bandiera verde è alle 21.07 ora italiana. Nessuna informazione da Sky.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.