IndyCar | Dual in Detroit: Dixon ed Hunter-Reay i due vincitori

Gara 2 caratterizzata da un curioso incidente con la pace car. IndyCar Dual in Detroit

IndyCar Dual in Detroit
I due vincitori della Dual in Detroit – Foto: IndyCar

Il weekend del Dual in Detroit in IndyCar si è concluso con la vittoria di Scott Dixon (#9 PNC Bank Chip Ganassi Racing Honda) al sabato, mentre domenica la vittoria è andata a Ryan Hunter-Reay (#28 DHL Andretti Autosport Honda).

Gara 1: poche emozioni, due bandiere gialle

La gara al sabato ha visto partire in testa Marco Andretti (#98 AutoNation Andretti/Herta with Curb-Agajinian Honda), davanti a Dixon. La gara ha avuto poche emozioni, con solo due bandiere gialle per due incidenti: il primo ha visto coinvolto Graham Rahal (#15 United Rentals Rahal Letterman Lanigan Racing Honda) che è andato a muro, danneggiando la vettura. Una decina di giri dopo, Santino Ferrucci (#19 PaySafe Dale Coyne Racing Honda), pilota di F2 alla prima esperienza in IndyCar, è stato colpito da Charlie Kimball (#23 Tresiba Carlin Chevrolet) ed è finito nelle barriere. Sfruttando una strategia diversa, Dixon ottiene la sua 42° vittoria in carriera, eguagliando Michael Andretti nella classifica di tutti i tempi.

Gara 2: incidente al via con la pace car, delusione di Rossi

Ancora prima di partire, la seconda gara della Dual in Detroit ha sorpreso tutti con un incidente con la pace car: in uscita dalla pitlane, la vettura ha perso aderenza al posteriore, e si è scontrata con le barriere. Ciò ha causato un ritardo di 40 minuti per pulire la pista e riportare tutte le vetture ai box. Per la cronaca, a guidate la vettura (una Chevrolet Corvette ZR1) era un vicepresidente di GM (compagnia proprietaria di Chevrolet).

Dopo 40 minuti la gara è partita, ma le uniche emozioni sono state un testacoda di Spencer Pigot (#21 Fuzzy’s Vodka Ed Carpenter Racing Chevrolet), oltre ad alcuni sorpassi, ed infine un problema con la vettura di Alexander Rossi (#27 Ruoff Mortgage Andretti Autosport Honda) a 7 giri dalla fine: in frenata, Rossi blocca l’anteriore sinistra già molto usurata, che a quel punto perde pressione ed inizia a sfilacciarsi. Rossi è così costretto a cedere la testa della corsa ad Hunter-Reay, che porta a casa la vittoria.

Classifica: Power ancora in testa

1 – Will Power (#12 Verizon Team Penske Chevrolet) 309 pts
2 – Scott Dixon (#9 PNC Bank Chip Ganassi Racing Honda) 304 pts
3 – Alexander Rossi (#27 Ruoff Mortgage Andretti Autosport Honda) 298 pts
4 – Ryan Hunter-Reay (#28 DHL Andretti Autosport Honda) 278 pts
5 – Josef Newgarden (#1 Hitachi Team Penske Chevrolet) 270 pts

Fabio Seghetta

***NON COLLABORA PIÙ CON F1inGenerale*** Studente di Informatica, 21enne, una grandissima passione per la Formula 1, la IndyCar e la Formula E. Ho anche fatto parte del team di Formula Student della mia Università, giusto per restare di più a contatto con la mia grande passione.