IndyCar | Felix Rosenqvist in pole position per il gp di Indianapolis

Felix Rosenqvist ottiene la sua prima pole in IndyCar sul circuito di Indianapolis davanti a Scott Dixon e Jack Harvey. Solo 13° Josef Newgarden, eliminato nel gruppo 1 della Q1.

Felix Rosenqvist, Credit: NTT IndyCar

Felix Rosenqvist ha impiegato soltanto 5 gare per ottenere la sua prima pole in IndyCar da rookie. E lo ha fatto sul circuito costruito all’interno dell’ovale di Indianapolis. Lo svedese ha regalato al team di Chip Ganassi la pole numero 90 della storia.
Scott Dixon, penta-campione IndyCar, ha completato la prima fila tutta Ganassi. Il pole man ha così commentato: IndyCar gp Indianapolis
”È stata una giornata davvero tranquilla per la vettura #10 e la #9. Siamo stati in top 5 in ogni sessione. Ma è dura mentalmente passare una sessione del genere in cui il giro che fai potrebbe essere P1 ma la volta successiva potresti essere P5.” [Credit: Indycar.com ] IndyCar gp Indianapolis

Alle spalle del duo Ganassi una seconda fila del tutto inedita, con Jack Harvey e Colton Herta; questa è per Harvey la miglior partenza della sua carriera, a soli 50 millesimi da Rosenqvist.
Colton Herta invece non è riuscito a piazzare il giro vincente dopo che nella top 12 aveva fatto segnare il miglior giro del weekend, l’unico a scendere sotto l’1:08. IndyCar gp Indianapolis

Credit: IndyCar.com

Il primo pilota con motore Chevrolet è Ed Jones al 5° posto, affiancato da Will Power, il meglio piazzato del piloti Penske; infatti Simon Pagenaud partirà 8° mentre Josef Newgarden è stato eliminato dalla Q1 e partirà 13°. A chiudere la top ten la Marcus Ericsson, il migliore di Schmidt-Peterson, e Sebastien Bourdais.

In difficoltà invece i piloti Andretti, tutti eliminati in Q1. Alexander Rossi partirà dalla 16° posizione mentre Ryan Hunter-Reay, debilitato dall’influenza solo 17°. Patricio O’Ward è il rookie peggio piazzato; il messicano, entrato nel Red Bull Junior Team, partirà 19° dietro James Hinchcliffe, dopo essere stato eliminato dalla Q1.

F1 | GP Spagna – Ferrari, Leclerc: “Niente panico, dobbiamo ancora lavorare”