IndyCar | GP Long Beach 2022 – Anteprima e Orari TV

L’IndyCar ritorna in pista per il GP di Long Beach: Anteprima e Orari TV del più affascinante cittadino d’America

indycar orari tv long beach

indycar 2022 gp long beach orari tv

3 settimane dopo il weekend al Texas Motor Speedway, è giunto il tempo per l’indyCar di riaccendere i motori, nel circuito cittadino che è uno dei gioielli del campionato, ovvero Long Beach. Sono tante le domande da porsi dopo l’inizio di campionato, che ha visto due vittorie Penske, con Scott McLaughlin al comando del campionato, e gli avversari diretti di Ganassi, Andretti, McLaren assai più in difficoltà.

Il circuito: Long Beach tra tradizione e leggenda indycar gp long beach orari

indycar long beach orari mappa

Long Beach è la quintessenza dei circuiti cittadini americani, e assieme a Monaco e Macau uno dei punti focali mondiali di questo genere di tracciati. Con i suoi 47 anni di storia, e solo un’edizione saltata nel 2020 per COVID, è certamente la gara più prestigiosa del calendario IndyCar al di fuori dalla 500 miglia di Indianapolis, e anche tra le più ambite.

Nacque nel 1976 come GP degli Stati Uniti Ovest, dopo una prova nel 1975 con le F5000, passando poi nel 1984 alla CART. Nelle sue varie incarnazioni solo il “rettilineo” della Shoreline Drive è rimasto sempre lo stesso, mentre sostanzialmente tutto il resto è cambiato, assieme alla città, con la versione attuale che risale al 2000. I suoi 3167 metri vanno ripetuti per 85 giri in gara, per un totale di 278 km.

Oggi il circuito, partendo da Shoreline Drive e dopo 1,3 km di piena accelerazione, gira a sinistra in un isolato verso la rotonda della fontana, la seconda curva più lenta del circuito. Si ritorna poi su Shoreline Drive ma in direzione inversa, per imboccare la Pine Avenue e poi la Seaside Way, entrando poi nel toboga finale ricavato nel parcheggio dell’acquario, ai margini del paddock. Un tornantino a 50 km/h ci riporta infine verso il traguardo. Un tracciato breve ma intenso, che richiede estrema precisione sopratutto nel secondo settore.

Record: 1:07.551, Josef Newgarden, Dallara DW12 Chevrolet 2018

Per quanto riguarda i vincitori, nell’era moderna è impossibile non citare Sebastien Bourdais, che sarà però impegnato in questo weekend in IMSA, vincitore per 3 volte nell’era CART dal 2005 al 2007. Will Power ha vinto nel 2008 (l’ultima gara della CART) e nel 2012, mentre tra i piloti in attività Takuma Sato conquistò la prima di 4 vittorie nel 2013, Dixon vinse nel 2015 e Pagenaud nel 2016. Impossibile inoltre non citare Helio Castroneves, che vinse qui nel 2001 con Penske.

Tra i nomi storici, Al Unser Jr. conta 5 vittorie dal 1988 al 1995, Mario Andretti ne ha 4, l’unico a vincere sia in indyCar che in Formula 1.

Sono però i piloti Andretti i protagonisti indiscussi degli ultimi anni, grazie al loro vantaggio tecnico sui cittadini.

Alexander Rossi vinse per due anni di fila nel 2018 e nel 2019, mentre nel 2021 non ci fu storia: Colton Herta, partito 14° dopo una qualifica sfortunata, rimontò fino alla prima posizione in meno di metà gara, e da allora rimase intoccabile, mentre dietro Alex Palou conquistava il suo primo titolo.

Anteprima squadre e piloti

Long Beach vedrà 26 auto al via, ovvero tutti i titolari, dopo la caratteristica entry list del Texas.

Dopo l’assenza cautelare di Jack Harvey nella XPEL 375, dopo un grosso botto nelle prove libere al TMS, l’inglese tornerà sulla RLL #45 dopo essere stato egregiamente sostituito da Santino Ferrucci, mentre Tatiana Calderon ritorna sulla #11 A.J. Foyt e Ed Carpenter sarà al muretto del suo team, ritorneràper il resto degli ovali della stagione.

indycar classifica long beach

Andretti, almeno fino alla scorsa stagione, sembrava avere un certo vantaggio tecnico grazie ai loro ammortizzatori specifici per i cittadini, sebbene fosse sfruttato al massimo dal solo Colton Herta, ma St Petersburg ha mostrato un Team Penske tornato in forma, forte anche di un motore Chevy che ha colmato e superato il gap da Honda.

Scott McLaughlin è stato il re di questo avvio di stagione, dominando in Florida e poi guidando fino all’ultima curva dell’ultimo giro in Texas, superato all’ultimo da Josef Newgarden, che paga però un avvio di stagione non ideale. Will Power è stato sempre in top-5, ma a Long beach, con la sua nota capacità in qualifica, potrebbe conquistare la prima vittoria dell’anno.

McLaren: inversione di rotta necessaria | Andretti e Ganassi, manca il quid

A proposito di avvii non ideali, Pato O’Ward e la McLaren non sono riusciti ad enrare in Top-10 nelle prime due gare, e il messicano sembra essere entrato in rotta di collisione con Brown dopo che il CEO McLaren ha firmato Colton Herta come tester in F1. È necessaria una rapida inversione di rotta, vista anche la pole di Rosenqvist trasformata in un disastro ai box.

E a proposito di Herta, un problema ai pit ha inficiato la posizione in classifica del californiano, che paga già 47 punti di gap da McLaughlin. Grosjean è a 62 punti, Rossi dopo due weekend disastrosi addirittura terzultimo.

In casa Chip Ganassi per ora il successo è stato vicino con Alex Palou, che continua la sua striscia in Top-10,e il podio di Ericcson in Texas, ma sembra mancare qualcosa rispetto al 2021, specie per Dixon, che non è riuscito ad esprimere il suo tipco potenziale.

Orari TV | GP Long Beach | IndyCar 2022

Dal 2022 l’IndyCar è passata completamente nelle mani di Sky, che trasmette in diretta sui suoi canali una parte delle prove libere, le qualifiche e la gara, e addirittura alcune repliche, con il commento italiano di Matteo Pittaccio.

La differenza di fuso orario è di ben 9 ore, permettendo quindi una comoda visione in prima serata della gara, che scatterà alle 21.45.

Il livetiming come sempre è qui: http://racecontrol.indycar.com/, oppure sull’App ufficiale, assieme a una selezione di 12 onboard e la telemetria.

Sabato 9 Aprile

  • 00:15 | Prove libere 1 |
  • 17.45 | Prove libere 2 | Diretta su Sky Sport F1 (Canale 207)
  • 21.00 | Qualifiche | Diretta su Sky Sport F1 (207) alle 21.05

Domenica 10 Aprile

  • 21.00 | Gara | Diretta su Sky Sport F1 dalle 21.45

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.