IndyCar | Indianapolis 500-Sintesi prove libere 1° e 2° giorno

Si sono concluse le prime due giornate di prove libere per la Indy500 di Indianapolis. Ecco come è andata.

Prove libere Indianapolis 500
Josef Newgarden, Credit: indycar.com

Prove libere 1

Nella prima giornata di prove libere si sono disputate due sessioni, una al mattino e l’altra al pomeriggio. La velocità sul giro è stata quindi ottenuta come media delle due sessioni. Prove libere Indianapolis 500
A brillare nella prima giornata sono state le due Dallara-Chevrolet del team Penske con Will Power davanti a Simon Pagenaud, fresco vincitore del gp di Indianapolis davanti a Ed Carpenter.

Will Power ha fatto segnare una media sul giro di 229,745 miglia orarie, precedendo Pagenaud di sole 0,043 miglia orarie. Tuttavia bisogna sottolineare che la velocità di Power è stata raggiunta in condizioni di scia. Prove libere Indianapolis 500

Un altro pilota che ha subito mostrato di essere “on fire” è Helio Castroneves, vincitore 3 volte della Indy500 e subito alle spalle dei top 3 con una media oraria di 228.441.

Il primo rookie in classifica è Colton Herta; il figlio d’arte, più giovane vincitore di una gara IndyCar, ha fatto segnare il 5° miglior tempo di giornata mettendo alle sue spalle Sebastien Bourdais e il trio Andretti Veach, Rossi e Marco Andretti. A chiudere la top ten Ed Jones con una velocità media di 227.966 miglia orarie, ottenuta senza scia.

Attardato Fernando Alonso, solo 32° e con una media sul giro di 224.162, a causa di problemi di natura elettrica. Alonso infatti quest’anno ha un motore Chevrolet ed è supportato dal giovane team Carlin. Prove libere Indianapolis 500

Prove libere Indianapolis 500
Credit: Indycar.com

 

Prove libere 2

Nella seconda giornata di prove libere ad Indianapolis è ancora il team Penske davanti a tutti con Josef Newgarden, leader del campionato. Il #2 di Penske ha lamentato problemi nel traffico ma in generale è molto soddisfatto della vettura.

Alle sue spalle Scott Dixon, con una media sul giro di 228.835 miglia orarie e un sempre più sorprendente Spencer Pigot. Continua ad andare forte Helio Castroneves, 5°, con una media sul giro di 228.441. Il primo rookie in classifica e Santino Ferrucci con la sua Dallara-Honda del team Dayle Coyne Racing, lo stesso per cui corre Sebastien Bourdais, 6°.

Dei piloti Andretti, come nella prima giornata, il miglior classificato e Zach Veach, 7°, con alle spalle la Carlin di Charlie Kimball e le due Chevrolet di Ed Jones ed Ed Carpenter. Indietro gli altri 4 piloti Andretti con Marco Andretti 13°, Conor Daly 18°, Ryan Hunter-Reay 27° e Alexander Rossi 34°.

Se la prima giornata di prove libere non aveva visto incidenti, nella giornata di ieri ce ne sono stati 2. Fernando Alonso infatti è stato il primo a colpire il muro in curva 3, per fortuna senza conseguenze. Al termine della giornata asturiano ha concluso in 29° posizione.

L’altro incidente ha visto coinvolto Felix Rosenqvist in curva 2 con Power che è riuscito ad evitarlo senza conseguenze. Lo svedese ha comunque chiuso la sessione in 16° posizione.

Prove libere Indianapolis 500
Credit: indycar.com

Seguici anche su Twitter

DTM | Anteprima e Orari TV weekend di Zolder