IndyCar | L’entry list della 500 miglia di Indianapolis: 33 auto al via!

Anche quest’anno la 500 miglia di Indianapolis avrà 33 piloti al Via: 8 vincitori e 5 rookie nell’entry list della 104esima edizione della classica dell’Indiana

500 miglia indianapolis entry list
May 26, 2019, Indianapolis, Indiana, USA
©2019, Porterimage USA

Malgrado le difficoltà dovute al periodo, e la chiusura al pubblico di un evento che ha sempre avuto gli spalti pienissimi, la 104esima edizione della 500 miglia di Indianapolis continuerà ad avere 33 piloti al via.

Le trattative sono state feroci nelle ultime settimane per mettere insieme un parco partenti degno del nome dell’Indianapolis Motor Speedway, che solo 8 volte ha corso con più o meno delle tradizionali 11 file di 3 auto al via.

Ultimamente le proposte Juncos Racing e Top Gun Racing non sono riuscite a mettere insieme i finanziamenti necessari, ma due team sono giunti a completare la griglia.

La DragonSpeed #81 guidata da Ben Hanley tornerà in pista dopo le buone impressioni dello scorso anno, con l’aiuto dell’ingegnere John Dick.La scuderia era già pronta a St Petersburg, ma dopo la cancellazione della corsa ha dovuto rivedere i piani per la stagione al ribasso concentrandosi sull’Endurance.

L’altra iscrizione in extremis è quella della #51 guidata da James Davison e gestita da Dale Coyne Racing e Rick Ware Racing, Byrd & Belardi.

8 vincitori, 5 rookie, 6 campioni IndyCar e un Fernando Alonso 500 miglia indianapolis entry list

I 33 piloti al via sono certamente un gruppo alquanto variegato: ci sono ben 8 vincitori, tra cui il pentacampione Scott Dixon, Will Power, Pagenaud, vincitore in carica, Alexander Rossi, Hunter-Reay e Sato, ma anche Tony Kanaan, che intendeva dire addio allo sport quest’anno, ma tornerà davanti al pubblico anche il prossimo anno.

Helio Castroneves, con la Penske #2 tenterà ancora una volta di agguantare la quarta vittoria e eguagliare A.J. Foyt per il record di vittorie. Un’altro pilota di punta a cui manca la Victory Lane a Indianapolis è certamente Josef Newgarden, che con la Penske #1 sarà certamente nella mischia.

Impossibile certo non citare Fernando Alonso, in cerca dell’agognata Tripla Corona con la McLaren #66 Ruoff, in livrea verde. È ancora davedere se dopo il passaggio a Renault potremo rivedere il due volte campione del Mondo al Motor Speedway. Il team di Zak Brown quest’anno, dopo aver rilevato Arrow Schmidt Peterson si è mostrato alquanto competitivo sfiorando la vittoria con Pato O’Ward a Road America, e chissà che il giovane messicano e il rookie Oliver Askew non diano forti soddisfazioni in una gara incerta come questa.

Parlando di Rookie, i due della McLaren non saranno soli: la lista dei principianti comprende anche Alex Palou con Dale Coyne Racing, Rinus VeeKay con Ed Carpenter, e Dalton Kellett con AJ Foyt, una classe veramente ricca di talenti.

Andretti con 6 auto al via, Chevrolet ha la maggioranza della griglia

Per quanto riguarda le squadre, Andretti Autosport fa la parte del leone con 6 auto in pista, ovvero Veach, Rossi, Hunter-Reay, Hinchcliffe (al ritorno in IndyCar), Herta e Andretti. A queste si aggiunge la partnership con la Meyer Shank Racing di Jack Harvey. Seguono le 4 auto di Penske e le tre di Chip Ganassi, Ed Carpenter, Dale Coyne, Rahal Letterman Lanigan e McLaren.

Ci saranno 15 piloti americani e 18 internazionali, mentree saranno 17 i motori Chevrolet, che per la prima volta dal 2012 ne ha di più della Honda, che presterà i suoi motori a 16 auto.

[Scaricate da qui la Spotter Guide per riconoscere tutte le livree]

500 miglia indianapolis entry list

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

IndyCar | Arrow McLaren SP vola con i suoi giovani

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.