IndyCar | Music City GP | Scott Dixon doma il caos di Nashville!

Scott Dixon trionfa nel caos del GP di Nashville, con 8 caution e una bandiera rossa, davanti a McLaughlin e Palou: campionato IndyCar apertissimo con Power 11° e Ericsson 14°

IndyCar Nashville GP Dixon classifica
Immagini IndyCar

Il Music City GP di Nashville continua ad essere il più caotico cittadino dell’IndyCar, e anche se non abbiamo raggiunto i livelli di assurdità dello scorso anno, Scott Dixon ha dovuto affrontare ben 8 caution e una bandiera rossa, partendo dalla 14ª posizione e con il diffusore danneggiato per vincere la sua seconda gara della stagione, la 53ª in carriera superando Andretti.

La difficoltà e il caos di questa gara si riassumono bene in questa frase: con uno sterzo piegato, un diffusore danneggiato e gomme vecchie di 50 giri Dixon ha tenuto testa nell’ultima ripartenza al poleman Scott McLaughlin, finendo davanti di appena un decimo, con Palou 3°.

Cruciale è stata la sosta al giro 51, prima di una caution, di cui Alex Palou e McLaughlin non hanno potuto approfittare. Lo stesso Palou in precedenza aveva superato McLaughlin allo stesso modo.

Malukas e Kirkwood nelle prime posizioni fino all’incidente

Ma la gara ha visto anche altri protagonisti: Newgarden ha cercato in tutti i modi di salvare carburante per un megastint di 40 giri nel finale, salvo doversi arrendere per chiudere 6°. Colton Herta, partito praticamente ultimo  dopo l’incidente di ieri è stato protagonista di un’altro incidente nei primi giri, salvo recuperare il giro perso e chiudere in Top-5, dietro a Rossi.

Menzione d’onore ai rookie:  Lundgaard, che chiude 8° dopo aver lottato per la vittoria, e Malukas e Kirkwood, che sono stati in top-5 salvo autoeliminarsi a vicenda causando la penultima caution della corsa

Per Pato O’Ward invece è andata male: un tamponamento a catena al giro 33 lo costringe al ritiro. Ericsson soffre problemi di cambio marcia e si ritira durante la bandiera rossa finale, dovuta a una mossa forse eccessiva di Newgarden su Grosjean, altro buon protagonista di giornata. Per Will Power, pure coinvolto nell’incidente del giro 33, è stata una gara sofferta, con problemi di elettronica.

La situazione in classifica vede adesso Power davanti di 6 punti su Dixon e 12 su Ericsson, poi Newgarden a 22 punti, Palou a 33 punti, McLaughlin a 58 e O’Ward a 59. Con 3 gare alla fine e 162 punti in palio sono quindi sette i piloti ancora in gioco.

 

IndyCar Nashville GP Dixon

Cronaca della gara | Big Machine Music City GP | Nashville | IndyCar 2022

Nelle qualifiche Scott McLaughlin ha conquistato la pole position davanti a Grosjean, Lundgaard, Palou, O’Ward e Newgarden. Power è 8° dopo una penalità, mentre Herta, pur velocissimo, non supera il taglio per un errore ed è 23° con Dixon 14°. Ericcson invece è addirittura 18°.

A causa del rischi fulmini, la partenza è stata rimandata di ben 100 minuti alle 23.10 italiane, le 16.10 locali.

La pista, bagnata durante i temporali della mattina, si è asciutta ma con alcune pozzanghere, mentre è tornata una leggera pioggia a sprazzi.

1/80 – Si parte! Palou supera subito Lundgaard, Ericcson deve restituire 2 posizioni per la partenza irregolare, dopo aver guadagnato 5 posizioni.

4/80 – Herta va nelle barriere, danneggia l’ala ma continua. Incidente che segue un tentativo di sorpasso su Kellett. Intanto Ericsson e Rossi vanno al contatto, poi Rossi va ai box per mettere le dure.

5/80 – Pagenaud guadagna una posizione su Power, Newgarden nel frattempo solo 7°.

6/80 – Ericsson ai box per foratura.

8/80 – Caution! Rossi si ritrova fermo con il motore in stallo.

11/80 – Si riparte! Dietro Power deve difendersi da Malukas, O’Ward supera Lundgaard ed è 4°.

13/80 – Lundgaard supera O’Ward e torna 4°, Pagenaud incollato a Newgarden subito dietro.

18/80 – Newgarden supera O’Ward. Malukas crolla sulle option e perde tre posizioni.

20/80 – Pagenaud tra i primi aibox, tenterà le 2 soste? Intanto McLaughlin e Grosjean hanno 4 secondi su Palou, Lundgaard e Newgarden.

21/80 – Si ferma Malukas, in netta difficoltà ora Palou sulle option.

22/80 – Si ferma Palou.
CAUTION! Castroneves si è girato e è andato in stallo.

23/80 – Traffico dell’ora di punta in pit lane, tutti tranne Palou, Malukas e Johnson ai box.

Palou è 1°, davanti a Johnson e Pagenaud.

26/80 – Si riparte! Tutti all’attacco, ma non si finisce nemmeno il giro e ci sono due incidenti separati tra Rahal e O’Ward e poi tra Ilott, Castroneves e De Silvestro. Caution!

Dunque, Rahal ha tamponato O’Ward, che ha perso subito potenza. Il messicano della McLaren era in lotta anche con Power, che è stato tamponato senza conseguenze. Davanti Johnson è stato subito superato da Pagenaud, Malukas e McLaughlin.

30/80 – Sosta sotto caution per Dixon, sembra che ci siano problemi al bilanciamento dovuti a qualche danno.

33/80 – Si riparte! Ilott e Rossi nella via di fuga, ma c’è subito un incidente tra DeFrancesco e Sato. Caution! Sato decisamente furioso contro DeFrancesco, che sembra averlo accompagnato a muro.

39/80 – Siamo sempre sotto Caution, Newgarden e Dixon sono ai box, tenteranno di andare fino alla fine assieme a Ilott?

41/80 – Si riparte! Superbloccaggio di Pagenaud, gran sorpasso di McLaughlin su Malukas ed è 3°.

43/80 – McLaughlin supera Pagenaud, gran sorpasso ed ha ancora un sacco di Push to Pass.

44/80 – Pagenaud ha un problema al differenziale, Malukas e Grosjean lo superano. Palou ha 2,5 secondi su McLaughlin.

45/80 – Anche Kirkwood supera Pagenaud.

47/80 – Gran rimonta di Colton Herta, che si è sdoppiato e dopo una serie di sorpassi è 10°.

50/80 – Pagenaud forma un treno in 8ª posizione, con Herta che intanto supera Lundgaard ed è 9°.

51/80 – VeeKay si gira nella via di fuga di curva 9, ma riparte e va ai bix. Power e Dixon sono ai box. Power stalla per qualche secondo, rientra e viene superato da VeeKay.

52/80 – CAUTION! Rahal e VeeKay a muro!

54/80 – I primi 10 sono ai box, sosta lenta per McLaughlin. La situazione vede quindi Newgarden (con gomme usate), davanti a Dixon, Lundgaard, Power, Palou, Harvey, Malukas, Herta, Grosjean, Kirkwood.

57/80 – Si riparte! Lotta a 3 tra Harvey, Kirkwood e Herta dietro, ne approfitta McLaughlin.

58/80 – Palou supera Power, Kirkwood deve restituire due posizioni.

59/80 – Power continua a perdere posizioni, stavolta su Malukas.

60/80 – Herta supera Malukas per la 5ª piazza.

64/80 – Power ora è 12°, Ericsson 10°.

65/80 – Malukas e Kirkwood sono nelle barriere, CAUTION!

Mossa corretta di Kirkwood, forse troppo aggressivo Malukas. Erano nelle prime posizioni, peccato!

66/80 – Newgarden ai box, non riesce ad andare alla fine con uno stint di 40 giri, rientra 14°.

A questo punto davanti abbiamo Dixon, Lundgaard, Palou, Herta, McLaughlin, Grosjean, Ericsson e Rossi. Dixon riporta danni, così come Palou (ala anteriore) e Herta. Lundgaard non deve più fare fuel saving.

70/80 – Bandiera verde, si infila subito McLaughlin su Herta, che perde anche una posizione su Grosjean. McLaughlin poi supera Palou ed è 3°. Ericsson per un momento perde potenza, poi si riprende ma è 14°. Newgarden intanto è 8°.

73/80 – CAUTION! Jimmie Johnson si gira in curva 6, dopo una foratura. Gran impatto a muro.

75/80 – Rosennqvist intanto effettua la sua sosta.

76/80 – Bandiera verde! Dixon riparte bene, McLaughlin è 2°, ma dietro è il caos. Newgarden prende l’interno, ma in 3 in curva 9 non si passa e Grosjean va a muro! CAUTION e poi Bandiera rossa.

Continuano i problemi per Ericsson, che sembra fermo in marcia, e non riesce ad rientrare in pit lane.

Ericsson è costretto al ritiro! Ha sofferto di problemi di selezione marcia per tutta la gara! Grosso colpo per il campionato, con Dixon or 1°, Palou 4°, Newgarden 7° e Power 11°.

Nessuna penalitàper Newgarden per la ripartenza di prima su Grosjean.

Si riparte sotto Pace Car con 3 giri alla fine, ma ci sarà nei fatti un solo giro e mezzo di gara.

80/80 – Palou brucia Lundgaard in partenza, che poi perde altre 5 posizioni.

McLaughlin è incollato a Dixon, ma il pilota Ganassi ha ancora tanto Push to Pass da sfruttare e riesce a malapena a tagliare il traguardo in prima posizione per 1 decimo!

Rossi, Herta, Newgarden, Rosenqvist, Lundgaard, Harvey e Pagenaud completano la Top-10.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.