IndyCar | Romain Grosjean passa a Andretti Autosport per il 2022

Romain Grosjean sarà il pilota della Andretti Autosport #28 nella stagione IndyCar 2022: debutto full-time e alla 500 miglia di Indianapolis per il pilota svizzero

La notizia nell’aria da mesi è stata infine confermata questo venerdì nel paddock di Long Beach: la #28 Andretti Autosport sarà guidata nel 2022 da Romain Grosjean, che sostituisce Ryan Hunter-Reay al finaco di Colton Herta e Alexander Rossi nel top team di Micheal Andretti.

Il pilota di Ginevra, dopo aver debuttato quest’anno in IndyCar con Dale Coyne Racing, lasciando dietro 10 anni in Formula 1, ha ottenuto ben 3 podi e una pole per il team di media fascia, lottando per la vittoria nell’Indianapolis GP, e dando spettacolo a Laguna Seca. Non è mancato neanche un discreto debutto sugli ovali a Gateway, rendendo il 35enne il pilota più “ricercato” del paddock americano.

Grosjean ha ottenuto subito le attenzioni di Honda, ed è stato quindi naturale il passaggio ad Andretti Autosport, con un contrato pluriennale. L’esperienza di Grosjean, assieme al talento di Herta, in mostra soprattutto nelle ultime gare, e quello di Rossi, un po’ offuscato di recente, potrebbe essere fondamentale per risollevare le sorti del terzo componente delle Big 3 dell’IndyCar.

indycar grosjean andretti

Honda ha anche messo sotto contratto Grosjean per la 24 ore di Daytona 2022: parteciperà con la #10 Wayne Taylor Racing, difendendo la vittoria assoluta del 2021 con la Acura DPi.

Le dichiarazioni di Grosjean:

“Sono felice di unirmi all’Andretti Autosport e guidare la DHL Honda n. 28 per la prossima stagione.

È un grande onore entrare a far parte di una grande squadra come Andretti – chiunque nel mondo dei motori conosce il nome Andretti. Sono super felice e orgoglioso di correre con la squadra. Sono anche molto orgoglioso di rappresentare DHL. […] Non potrei essere più orgoglioso di rappresentare una così grande azienda in IndyCar. Spero che avremo molto successo insieme, che è il nostro obiettivo da ogni parte.
“Vorrei anche ringraziare Dale Coyne Racing per avermi dato l’opportunità di unirmi al’IndyCar. Mi sono goduto le corse così tanto e mi ha dato la possibilità oggi di correre con una delle squadre più competitive e migliori del mondo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.