IndyCar | Simona De Silvestro torna alla 500 miglia di Indianapolis con Penske

Simona De Silvestro torna in IndyCar, parteciperà alla 500 miglia di Indianapolis sulla vettura preparata da Paretta e Penske nel programma Race for Equality & Change

simona de silvestro indycar

Stamattina ad Indianapolis Paretta Autosport ha annunciato l’ingresso in IndyCar per la 500 miglia di Indianapolis 2021 il 30 maggio, con Simona De Silvestro che tornerà per la prima volta dal 2015 nella serie.

Il Team è un’estensione del programma “Race for Equality & Change” di INDYCAR, annunciato lo scorso luglio.


Paretta Autosport ha lo scopo dichiarati di integrare le donne nel team e assicurare che abbiano opportunità nelle varie branche della squadra, dalla gestione corse alla logistica. Il team di Beth Paretta avrà il supporto tecnico del Team Penske, con cui peraltro aveva già collaborato mentre era la direttrice dei programmi sportivi Dodge, vincendo la NASCAR nel 2012 e il titolo IMSA GTLM nel 2014.

Simona De Silvestro, nata a Thun in Svizzera 32 anni fa, ha esordito in IndyCar nel 2010 dopo il terzo posto in Formula Atlantic, ottenendo il titolo di Rookie of the year e un 14° posto alla 500 miglia di Indianapolis.

Ha proseguito in IndyCar per 5 stagioni, la migliore nel 2013 con KV Racing dove ha ottenuto un secondo posto ad Houston e 9 top-10, negli anni successivi ha invece corso in Formula E e in V8 Superstars, ma senza grosse soddisfazioni.

simona de silvestro indycar

Simona De SIlvestro Indycar

“Sono molto emozionata di avere questa incredibile opportunità di tornare a Indianapolis e alla Indy 500 con Paretta Autosport quest’anno. La mia carriera è davvero decollata durante il mio periodo di gara in INDYCAR e nella Indy 500, quindi tornare a gareggiare con Beth e il suo nuovo team in collaborazione con il Team Penske è un’occasione speciale e rara nella mia carriera.

Essere parte dell’obiettivo della diversità e dell’inclusione per tutti, e soprattutto per le donne in INDYCAR, e negli sport motoristici in generale, è molto importante per me e per come vorrei vedere il futuro delle corse. Voglio ringraziare la NTT INDYCAR SERIES per aver assunto un ruolo di leadership così importante nel fornire un’inclusione di genere e della diversità generale negli sport motoristici”.

Beth Paretta

“Il nostro team, insieme all’alleanza tecnica con il Team Penske, si impegnerà a fondo per dare a Simona la migliore vettura che possiamo fornire, in modo che possa raggiungere i suoi migliori risultati. La competizione ci spinge. La Indy 500 è la più grande gara del mondo, e un giorno speriamo di avere presto un volto femminile nel Trofeo Borg-Warner”.

Mark Miles, CEO INDYCAR

“Siamo lieti di dare il benvenuto a Beth e al suo team Paretta Autosport all’INDYCAR quest’anno. L’aggiunta del suo team al programma INDYCAR ‘Race for Equality & Change’ di quest’anno garantirà che INDYCAR e la 500 Miglia di Indianapolis continuino l’eredità di avere un pilota donna che si qualifica per la Indy 500 del 2021.

Naturalmente, spetterà a Simona e alla squadra qualificare la vettura per la griglia di partenza, ma conoscendo Beth, so che la sua squadra sarà all’altezza della situazione”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.