IndyCar – 500 miglia di Indianapolis 2021 – Helio Castroneves leggenda: vince per la 4ª volta!

Helio Castroneves conquista la sua quarta vittoria alla 500 miglia di Indianapolis e entra nella leggenda dopo un lungo duello con Alex Palou

500 miglia indianapolis Castroneves
Immagini NBC/INDYCAR

Helio Castroneves, dopo 19 anni dalla sua prima vittoria e dopo 12 dalla sua terza è riuscito a entrare nella leggenda: è il quarto pilota ad aver vinto per 4 volte la 500 miglia di Indianapolis, assieme a Foty, Mears e Al Unser.

Il pilota della Meyer Shank Racing #06 ha vinto all’età di 46 anni, dopo un lungo duello nel finale con il giovane Alex Palou di Chip Ganassi, in una gara straordinaria per il giovane team di Meyer Shank che conquista la sua prima vittoria in IndyCar proprio nella grande gara. Questa è la sua quarta vittoria dopo quelle del 2001, 2002, e 2009, tutte con Penske.

È stata una gara eccezionale: con solo 2 caution, e pressochè nessun incidente, i piloti hanno risparmiato carburante all’inizio ma hanno tirato tantissimo nel finale. Il risultato è la 500 miglia di Indianapolis più veloce di sempre, 200 giri in 2h37’19.3846″ alla media di 190.690 mph (306.885 km/h). Battuto il record del 2013, e abbattuto anche il muro delle 190 miglia orarie.

Primi 100 giri

Colton Herta e Rinus VeeKay hanno subito preso la testa da Scott Dixon, con il pilota di Chip Ganassi che è poi rimasto in scia.

Il primo evento della gara è stato l’incidente in Pit Lane di Stafan Wilson, che è andato rovinosamente a muro causando la prima caution nel mezzo del primo ciclo di soste.

Tuttavia Rossi e Dixon rimangono senza benzina, e a pit lane chiusa devono effettuare una sosta di emergenza, che però è lunghissima perché entrambi stallano. I piloti della #9 e della #27 si ritrovano quindi indietro di un giro.

Alla ripartenza Daly prende la testa su VeeKay, e la mantiene anche dopo la seconda sosta, mentre Castroneves è 7°, e lotta contro Herta.

Una gara di strategia e di sorpassi

O’Ward, Palou e Castroneves si fermano insieme al 115° giro, con Castroneves che rientra però dietro a VeeKay, che si era fermato prima.

Poi c’è la seconda e ultima Caution: Rahal esce con una ruota non attaccata, e finisce a muro, con la ruota che impatta contro il muso di Daly.

Nel frattempo però Palou e Castroneves avevano rimontato, passando VeeKay e O’Ward e ritrovandosi in testa.

Dal giro 127 in poi la bandiera è verde fino alla fine, Castroneves riprende la testa subito ma Palou contrattacca e inizia un duello bellissimo e tirato.

500 miglia indianapolis Castroneves

Palou regge in testa nello stint dopo la ripartenza, ci sono piccoli incidenti come quello di Power in testacoda dei box ma la gara procede, tutti cercano di conservarsi per l’ultimo, cruciale stint.

I doppiaggi creano problemi, con Palou che perde brevemente la testa al giro 169 quando deve doppiare Jones e Castroneves ne approfitta.

Castroneves rientra ai box per l’ultima sosta una tornata prima di Palou al 172° giro, con Helio che perde la posizione sullo spagnolo di Chip Ganassi.

Duello senza esclusione di colpi negli ultimi 25 giri 500 miglia indianapolis Castroneves

Al giro 175 Castroneves però effettua un sorpasso in curva 1, ma 3 giri dopo Palou risponde e si riprende la testa.

La gara sembra andare dalla parte di Palou, ma al giro 182 Castroneves di nuovo attacca, lo spagnolo però risponde un giro dopo.

Al giro 185 Castroneves è di nuovo davanti, ma per solo mezzo giro.

Nel frattempo Rosenqvist e Sato sono davanti al gruppo di testa composto dai due duellanti, O’Ward e Pagenaud, sperando in una caution per il colpaccio. Ma la caution non arriva e sono costretti a fermarsi nei giri finali.

Al giro 195 Castroneves attacca ancora, ma Palou si riprende la posizione un giro dopo.

Il duello però non è finito: Castroneves attacca all’esterno in curva 1 al penultimo giro, segnando il colpo decisivo. Neanche i doppiati dell’ultimo giro riescono a fermare il brasiliano, che celebra la sua quarta vittoria scalando ancora una volta le reti di protezione davanti a 135000 spettatori.

500 miglia indianapolis Castroneves
Non lo chiamano “Spiderman” a caso…
Immagini INDYCAR

Podio per Pagenaud sulla Penske #22, dopo una grandiosa terminata con un sorpasso su O’Ward nel finale. Il pilota Mclaren è sempre stato davanti però negli ultimi giri non è riuscito a influire nel duello per la vittoria. 8° VeeKay, oggi grande protagonista, ma calato nel finale, 16° Herta, calato nell’ultimo quarto, mentre il Rookie della gara è Scott McLaughlin, 20° dopo un Drive Through.

La Top-10 vede ben 6 piloti su 10 non full-season: Castroneves (farà altre 5 gare), Carpenter (solo gli ovali, 5°), Ferrucci (6°), Karam 7° in una grande gara  per Dryer&Reinbold, con Montoya 9° per McLaren e Kanaan 10°.

9° posto per Montoya, in una buona gara fuori dai riflettori per il colombiano, 12° Newgarden, in una gara comunque buona.

Scott Dixon è comunque riuscito a salvare la sua gara finendo 17° dietro Herta, grazie alla strategia del muretto, mentre il compagno di sventura Alexander Rossi è solo 29°.

In totale 30 i partecipanti giunti al traguardo, con 3 ritiri, tutti per incidente: Wilson, Rahal e Simona De Silvestro.

Il sorpasso della vittoria  500 miglia indianapolis

La classifica 500 miglia indianapolis

[Risultati]

Palou nuovo leader della classifica Indianapolis 500 miglia Castroneves

indycar classifica

In termini di classifica, la Indy 500 è un round cruciale perché assegna un montepremio di 112 punti, con i punti in gara raddoppiati. Alex Palou esce dall’Indianapolis Motor Speedway con oltre 30 punti su Scott Dixon, seguiti a un solo punto da Pato O’Ward. Pagenaud recupera posizioni ed è a -47, poi VeeKay è a una vittoria e spiccioli da Palou, seguono Newgarden e poi Herta, ma a -94. Ci sono ancora 11 gare in questa pazzesca stagione IndyCar, e tante chances per recuperare o affondare.



Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.