IndyCar | Texas Genesys 300: domina Dixon, McLaughlin sorprendente 2°

Scott Dixon domina la Genesys 300, al secondo trionfo consecutivo in Texas e lancia la corsa per il settimo titolo IndyCar. McLaughlin a sorpresa 2°, O’Ward 3°

indycar texas dixon
Photo: Joe Skibinski/INDYCAR

Era il suo terreno di caccia, e non ha deluso: Scott Dixon ha trionfato per la quinta al Texas Motor Speedway, dominando l’intera gara dall’inizio alla fine e prendendosi la testa della classifica, ma le sorprese sono subito dietro nella top-5.

A causa della pioggia, non si sono tenute le qualifiche: la griglia è stata determinata dai punti, con Alex Palou quindi in pole position nella Genesys 300 e nella XPEL 375 che si terrà stanotte.

Scott Dixon ha subito ripreso Power alla partenza, e al giro 3 ha passato facilmente Palou, che come compagno di squadra non resistito troppo. A questo punto per circa 50 giri abbiamo avuto una gara molto statica, con il solito problema dello stesso anno dovuto all’impossibilità  di passare in seconda corsia, macchiata dal PJ1.

A ravvivare la gara ci ha pensato un incidente causato da Josef Newgarden, che tampona Bourdais al giro 57 mentre erano in lotta per la quinta posizione. Il pilota AJ Foyt va a muro, mentre quello Penske è penalizzato, e costretto a ripartire dal fondo del gruppo.

Nel frattempo, dalle retrovie sono emersi i due coprotagonisti di questa gara: Scott McLaughlin, che non ha mai corso su un’ovale, e Pato O’Ward sulla McLaren #5. Il duo ha recuperato posizioni nelle soste, ma non è riuscito nel finale a contrastare il neozelandese, giunto alla 51esima vittoria in carriera.

Dominio assoluto per Chip Ganassi, buona la prima per McLaughlin Dixon Texas IndyCar

Malgrado Chip Ganassi non abbia effettuato i test in Texas un mese fa, il duo Palou e Dixon ha guidato tutti i 212 giri, ponendosi in pole per la vittoria della XPEL-375, che avrà la stessa griglia di partenza. Non bene invece Ericcson, dopo un contatto in pitlane con Rosenqvist (giunto 13°) all’ultima sosta, mentre era in top-10. Infine Tony Kanaan, partendo nelle retrovie è giunto comunque 11°, a riprova della sua prestazione durante le libere.

Penske può comunque dirsi soddisfatta, con un secondo posto inatteso da parte del loro pilota più inesperto, e un sesto posto per Newgarden che limita i danni del suo errore, con Pagenaud 10° e Power 14°.

Andretti ha invece sofferto del problema tecnico per Herta, senza freni al 190° giro e costretto al ritiro da una buona sesta posizione, mentre Rossi è 8°, e Jack Harvey 7°.

Ottima gara invece per Rahal Letterman racing, con Rahal buon 5° e Sato 9°. Dale Coyne ha ottenuto la 12a posizione con Ed Jones e la 15a con Pietro Fittipaldi, al rientro in IndyCar. male invece Ed Carpenter, con VeeKay 20° e il proprietario solo 17°.

Classifiche

indycar texas dixon

indycar texas dixon

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

IndyCar | Texas 2021 | Genesys 300 & Xpel 375: Anteprima e Orari TV

 

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.