IndyCar | Ufficiale il ritiro di Tony Kanaan

A pochi mesi dall’inizio della stagione IndyCar 2020, il primo colpo di scena: Tony Kanaan ha annunciato il suo ritiro.

Credit: NTT IndyCar

Quando qualcuno pensa alla IndyCar, uno dei primi nomi che vengono in mente è quello di Tony Kanaan. Il pilota brasiliano è una delle figure più iconiche del motorsport americano, avendo debuttato nel 1998.

Dopo le prime buone stagioni con la Mo Nunn Racing nella serie CART, nel 2003 Kanaan debutta nella Indy Racing League e l’anno successivo è campione;con il team Andretti Green Racing. I suoi risultati però non gli anno permesso di ottenere altre soddisfazioni fino al 2011 quando passa al team KV Racing con cui vincerà la 500 miglia di Indianapolis nel 2013.

L’anno seguente si presenta l’occasione di sostituire Dario Franchitti nel team Ganassi ma i risultati sono ben al di sotto delle aspettative e Kanaan passa quindi con AJ Foyt, con cui lo scorso anno ha ottenuto il suo settantottesimo podio al Gateway Motorsport Park.

Kanaan ha quindi deciso per il 2020 di fare un passo indietro, accettando un posto part-time con Aj Foyt con cui correrà solo le cinque gare sugli ovali a partire dalla 500 miglia di Indianapolis che vedrà anche Alonso con il team Andretti. Queste le sue parole ai microfoni di Motorsport.com:

”Per il 2020 la migliore opzione è quella di correre le cinque gare sugli ovali in uno sport che mi ha dato tanto e che amerò per sempre. Non ho terminato con le corne, questa è l’unica certezza. Ma ho deciso di fare un passo indietro per stare con la mia famiglia.”

Il brasiliano però non ha escluso che in futuro possa ritornare ad Indianapolis ma non a tempo pieno nella IndyCar. Per il suo futuro non ha ancora deciso;cosa fare ma, leggendo il suo curriculum, non è difficile da intuire. Kanaan infatti ha gareggiato e vinto nel 2007 alla 12 ore di Sebring con la Acura ARX-01 LMP2 del team Andretti Green oltre a vincere la 24 ore di Daytona nel 2015 con Chip Ganassi Racing.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

Dakar 2020 | Alexander Rossi: “Contento che Alonso non abbia vinto”