Intercontinental GT Challenge | Entry list 8 Ore di Indianapolis: record di presenze

L’atteso secondo appuntamento dell’Intercontinental GT Challenge al Brickyard fa segnare un record positivo per gli Stati Uniti. La 8 Ore di Indianapolis vedrà infatti un totale di 41 vetture schierate sulla griglia di partenza, nove in più del precedente record: ecco la entry list.

indianapolis entry list

Una griglia “affollata” indianapolis entry list

17 vetture per i cinque partecipanti alla stagione completa dell’IGTC – i leader del campionato Audi e Ferrari, oltre a Lamborghini, Mercedes-AMG e Porsche – lotteranno per i punti costruttori e piloti. Solo i due migliori piazzamenti di ogni marchio possono segnare punti costruttori a Indianapolis, ma questo potrebbe ancora essere sufficiente per Audi per ottenere il suo primo titolo IGTC dal 2018. Lasciare il Brickyard con un vantaggio di 44 punti sarebbe sufficiente per sigillare il titolo prima del finale di stagione di Kyalami questo dicembre.

I neo-campioni del GT World Challenge Europe Dries Vanthoor e Charles Weerts – che sono anche secondi nella classifica piloti dell’IGTC – sono affiancati da Christopher Mies, mentre Mattia Drudi, Robin Frijns e Nico Mueller occupano la seconda vettura del team Audi WRT. Mueller e Frijns sono anche saldamente in lizza per il titolo dopo aver completato il podio dell’IGTC a Spa.

Il team Sainteloc presenta altri tre piloti della squadra ufficiale: Christopher Haase, Patric Niederhauser e Markus Winkelhock. L’equipaggio Silver della squadra francese comprende Aurelien Panis, Lucas Legeret e Nicolas Baert.

Assalto Ferrari

Il costruttore vincente di Spa ha confermando gli equipaggi AF Corse, che portano ancora una volta due vetture in classe Pro. Sono Alessandro Pier Guidi, Come Ledogar e Nicklas Nielsen ad arrivare a Indianapolis in cima alla classifica piloti dopo aver sigillato una vittoria memorabile nel primo round. La vettura gemella è affidata ad Antonio Fuoco, Alessio Rovera e Callum Ilott, il quale si prepara alla sua avventura americana in Indycar nel 2022.

Al terzo posto costruttori vediamo Porsche, campione uscente ma in difficoltà per questa stagione. Non è infatti casuale la scelta di non mandare un equipaggio ufficiale, affidandosi piuttosto ai clienti americani. Il bran competerà pertanto solo in classe Silver e Pro-Am.

Intercontinental GT Challenge | Programma 8 ore di Indianapolis

Approccio opposto per un altro marchio in difficoltà, Mercedes, che schiera un importante contingente factory. Maro Engel, Luca Stolz e Jules Gounon saranno affiancati da Raffaele Marciello, Felipe Fraga e Timur Boguslavskiy.

Spera nella vittoria in questo round invece Lamborghini, reduce da una stagione di assoluto dominio nel GT World Challenge America. I neo campioni Andrea Caldarelli e Jordan Pepper sono affiancati dall’asso Mirko Bortolotti con K-PAX, che schiera anche una seconda vettura affidata a Marco Mapelli, Giovanni Venturini e Corey Lewis.

La entry list completa per l’evento è reperibile qui. Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza. Coordino la redazione Endurance e GT, spesso direttamente dalla pista.