A TCFormula 1

Italiani clamorosamente esclusi dalla classifica dei 50 migliori piloti del 2023

La nota testata Autosport ha pubblicato la classifica dei 50 migliori piloti del 2023: una graduatoria che farà parecchio discutere.

La stesura della classifica dei migliori piloti dell’anno è ormai diventata una routine per la nota testata inglese, che ha stilato la sua prima top 50 nel 2002 e naturalmente la tradizione è andata avanti anche nel 2023.

classifica migliori piloti 2023
Max Verstappen vince la classifica dei 50 migliori piloti del 2023 secondo Autosport – Credits: Getty Images/Red Bull Content Pool

Rientrano nella graduatoria ben 12 piloti di Formula 1 e a comandare non può che essere Max Verstappen. Il neo tre volte campione del mondo si aggiudica dunque anche quest’altro riconoscimento dopo le 19 vittorie sulle 22 gare disputate nel 2023.

Se sul nome del vincitore c’è ben poco da disquisire, il discorso è diverso per quanto riguarda le posizioni alle sue spalle. In terza posizione troviamo infatti Lando Norris, seguito da Fernando Alonso in quinta e Lewis Hamilton in sesta. I due vecchi leoni sono davvero come il buon vino e l’età che avanza finora non sta minimamente scalfendo la loro competitività.

Il pilota della McLaren, invece, ha sì disputato probabilmente la miglior stagione della sua carriera, ma non ha avuto il guizzo nella seconda parte, quando la McLaren è diventata la seconda forza del campionato, mancando così l’appuntamento con la vittoria. Cosa che invece non è accaduta al suo compagno di squadra Oscar Piastri, che quantomeno si è portato a casa la Sprint del Qatar. Nonostante ciò, il pilota australiano appare in classifica soltanto alla posizione 26.

A interrompere il dominio dei piloti della categoria regina ci pensano l’assoluto mattatore della stagione IndyCar, Alex Palou, secondo miglior pilota del 2023 secondo Autosport, e il campione del mondo rally Kalle Rovampera, quarto. Il finlandese nel 2022 è diventato il più giovane di sempre a fregiarsi del titolo piloti WRC e nel 2023 ha bissato il successo.

Chiude invece la top 10 una delle piacevoli sorprese di questa annata, ossia Alexander Albon. Il pilota anglo-thailandese, grazie a sette piazzamenti a punti, ha condotto praticamente da solo la modesta Williams in settima posizione tra i costruttori.


Leggi anche: F1 | Schumacher, 10 anni dopo l’incidente emerge un filmato mai pubblicato prima d’ora


I piloti della Ferrari compaiono uno in fila all’altro, con Charles Leclerc in P14 seguito a ruota da Carlos Sainz. Lo spagnolo si è dimostrato più competitivo del suo compagno di squadra nella parte centrale della stagione, tanto da guadagnare su di lui un buon vantaggio.

Tra l’altro, il figlio d’arte è stato l’unico a interrompere il dominio della Red Bull nel 2023, con la vittoria di Singapore arrivata grazie ad una superba condotta di gara. Nelle battute conclusive, però, Leclerc ha ritrovato la forma dei tempi migliori e grazie a tre podi conquistati nelle ultime quattro gare ha superato il compagno di squadra proprio ad Abu Dhabi.

I due piloti che difendono i colori del Cavallino in Formula 1 non sono però i migliori piloti Ferrari ad apparire nella top 50. C’è infatti un alfiere di Maranello, per giunta italiano, tra i primi 10, precisamente al settimo posto.

Non stiamo parlando né di Alessandro Pier Guidi né di Antonio Giovinazzi, che hanno riportato la Rossa sul gradino più alto del podio a Le Mans dopo oltre 50 anni, bensì di Antonio Fuoco. Il calabrese si è fatto notare soprattutto per la grande capacità di esprimere la massima prestazione della vettura nel giro secco in qualifica.

Pier Guidi e Giovinazzi, in verità, non sono nemmeno stati considerati in questa top 50. Fa rumore soprattutto l’assenza del primo dei due, che si è dimostrato probabilmente il migliore nella gestione in gara della 499P. Compare invece il terzo dell’equipaggio #51 trionfatore in Francia, ossia James Calado, collocato alla posizione numero 33.

Scorrendo la classifica, si scovano i nomi di altri quattro piloti di Formula 1. Al 21° posto si colloca George Russell, un piazzamento forse non così meritato. Infatti, dopo l’ottimo 2022, ci si attendeva molto di più dal giovane inglese. Il confronto con Lewis Hamilton all’interno del box Mercedes è stato infatti abbastanza impietoso a favore del sette volte campione del mondo.

Alla posizione 29 troviamo invece una delle note liete, ossia Liam Lawson. Nel 2023, il neozelandese è emigrato in Giappone per partecipare alla Super Formula, campionato in cui si è giocato il titolo fino alla fine, giungendo secondo. Si è poi tolto la soddisfazione di sostituire Daniel Ricciardo in AlphaTauri dopo l’infortunio alla mano patito dall’australiano.

Lawson non si è fatto sfuggire l’occasione si è dimostrato all’altezza della categoria regina fin da subito. Il sigillo sulle sue ottime performance è rappresentato dalla nona piazza conquistata nella difficilissima gara di Singapore.

Spuntano poi in classifica Nico Hulkenberg al 44° posto, mentre chiude questa top 50 proprio una delle più grandi delusioni del 2023, ossia Sergio Perez. Il messicano sembrava addirittura in grado di contendere il titolo a Max Verstappen dopo essersi portato a casa due vittorie nelle prime quattro gare. Dalla rimonta subita dall’olandese a Miami, però, Perez non si è praticamente più ripreso e i quasi 300 punti di gap dal compagno di squadra dipingono un quadro perfetto della sua stagione.

I piloti di Formula 1 nella top 50 del 2023

  • Max Verstappen (Red Bull)
  • Lando Norris (McLaren)
  • Fernando Alonso (Aston Martin)
  • Lewis Hamilton (Mercedes)
  • 10° Alexander Albon (WIlliams)
  • 14° Charles Leclerc (Ferrari)
  • 15° Carlos Sainz (Ferrari)
  • 21° George Russell (Mercedes)
  • 26° Oscar Piastri (McLaren)
  • 29° Liam Lawson (AlphaTauri)
  • 44° Nico Hulkenberg (Haas)
  • 50° Sergio Perez (Red Bull)

[Credits immagine di copertina: ferrari.com]


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter