Jason Dupasquier non ce l’ha fatta. Il diciannovenne è morto questa mattina

Coinvolto in un grave incidente nella giornata di ieri al Mugello, Dupasquier era stato trasportato d’urgenza all’ospedale Careggi di Firenze. Dopo l’intervento chirurgico al torace concluso con successo questa notte, nella mattina il ragazzo non ce l’ha fatta.
Non scodiamoci mai quanto poco scontato sia vedere piloti scendere sani e salvi da una sella o da un sedile.

Ciao, Jason.

Dupasquier è morto

E’ una realtà dura da accettare. Anzi, una realtà che non va accettata a fondo. Tragicamente, motorsport è anche questo. Questa mattina il diciannovenne non ce l’ha più fatta, “Il cuore di Jason Dupasquier ha cessato di battere” ha comunicato l’ospedale Careggi di Firenze. Dupasquier è morto nel momento più critico, dopo aver subito un intervento chirurgico al torace per frenare un’emorragia questa notte. L’intervento era riuscito, ma le gravi lesioni celebrali preoccupavano lo staff medico.

Il pilota svizzero di Moto 3 era caduto all’uscita della Arrabbiata 2, dopo aver perso il controllo della sua KTM. In seguito alla caduta, Jason è stato investito da Sasaki e Alcoba.

Il comunicato ufficiale

“Jason Dupasquier è stato coinvolto in un incidente con più piloti tra le curve 9 e 10, dopo il quale è stata esposta bandiera rossa. I mezzi di soccorso dei medici della FIM sono arrivati immediatamente sul posto e il pilota svizzero è stato assistito in pista prima di essere trasferito in elicottero all’ospedale Careggi di Firenze.

Nonostante tutti gli sforzi dello staff medico del circuito e di tutti coloro che hanno successivamente assistito il pilota svizzero, l’ospedale ha annunciato che Dupasquier è deceduto a causa delle ferite.

Dupasquier aveva fatto un inizio impressionante della sua seconda stagione nella classe leggera del Gran Premio, segnando costantemente punti e nella top ten della classifica.

La FIM, IRTA, MSMA e Dorna Sports trasmettono le nostre più sentite condoglianze alla famiglia, agli amici, alla squadra e ai cari di Dupasquier.”

 

Lo staff di F1inGenerale.com partecipa con commozione a questa terribile perdita. Non scodiamoci mai quanto poco scontato sia vedere piloti scendere sani e salvi da una sella o da un sedile.

Ciao, Jason.

Seguici anche su Instagram

Dupasquier è morto

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"