A TCFormula 1

F1 | Alesi chierichietto per un giorno: il natale alternativo dell’ex Ferrari spopola sui social – VIDEO

Jean Alesi, ex pilota Ferrari negli anni ’90, si è improvvisato chierichetto in occasione della messa di Natale nella chiesa ambrosiana di Milano.

Il 59enne di Avignon ha voluto passare un Natale alternativo, prestando servizio come Chierichetto in occasione della messa di Natale avvenuta nella chiesa ambrosiana di Milano. L’ex pilota francese, mai dimenticato dai tifosi del cavallino dopo aver trascorso ben cinque stagioni a Maranello tra il 1991 e il 1995, ha voluto vivere un’esperienza diversa dal solito, con il video accompagnato dalla scritta ”In God I trust” che ha spopolato sui social in poche ore.

Alesi chierichetto Natale
Alesi chierichetto per un giorno nella notte di Natale © Il Sole 24 ore

Alesi chierichetto per un giorno nella notte di Natale

Sono orgoglioso di aver fatto questa esperienza, è stata davvero emozionante, ha commentato l’ex pilota poco dopo la messa.

Le immagini di lui vestito di bianco con in mano una grande croce ha letteralmente fatto il giro dei social in meno di 24 ore. La viralità dell’evento è stata amplificata dal grande amore dei tifosi italiani per l’ex pilota, che nella sua lunga carriera in Formula 1, nonostante un enorme talento, ha portato a casa molto meno di quanto meritasse. 

Nei dodici anni spesi tra Tyrrell, Ferrari, Benetton, Sauber, Prost e Jordan, Jean è infatti riuscito a conquistare solamente una vittoria, arrivata nel GP del Canada nel 1995 a bordo della Ferrari 412 T2. Quella monoposto, progettata da John Barnard e Gustav Brunner, non fu decisamente uno dei progetti più memorabili della scuderia di Maranello, che concluse la stagione solamente al terzo posto.


Leggi anche: F1 | Quando Eddie Jordan provò a corrompere Newey con un assegno da $500k


Dopo la separazione con il cavallino a fine 1995, Alesi cercò miglior fortuna in Benetton, con la scuderia capitanata da Flavio Briatore reduce dal doppio titolo consecutivo ottenuto con Michael Schumacher. Il kaiser percorse invece la direzione opposta, approdando a Maranello nel 1996 per riportare il team al successo e spezzare la maledizione iridata che durava dal 1979.

Concluso il 1996 e il 1997 al quarto posto, la carriera di Jean iniziò un rapido declino, fino a maturare la scelta di appendere il casco al chiodo a fine 2001, mettendo fine ad una carriera con tanti rimorsi ed occasioni mancate.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter