Formula 1Interviste

F1 | Cosa ci faceva Raikkonen seduto nel salotto di Jenson Button alle 3 di notte?

Jenson Button ha raccontato uno dei tanti particolari aneddoti su Kimi Raikkonen, questa volta relativo ad una presunta apparizione dal nulla di Iceman nel salotto dell’ex pilota britannico

Button Raikkonen
Jenson Button ha raccontato uno dei tanti particolari aneddoti su Kimi Raikkonen © GPFans

Se dinanzi ai microfoni Raikkonen è sempre sembrato un tipo taciturno e a tratti assente, lo stesso non si può dire a telecamere spente. Che ci si creda o meno, Iceman è stato in realtà uno dei piloti più “pazzi” e fuori dalle righe che la Formula 1 abbia mai visto, con tanti aneddoti raccontati anche nella sua biografia.

Un altro di questi è emerso questa volta grazie a Jenson Button, che parlando dell’ex collega, ha rivelato di essersi ritrovato Kimi in salotto senza avere la benché minima idea di come abbia fatto ad entrare in casa.

Raikkonen, uno showman nel privato

L’unica storia che riesco a ricordare con Kimi, perché la maggior parte delle altre sono confuse, riguarda una nottata in cui sono stato fuori fino alle 3 a Londra“, ha commentato il campione del mondo 2009 a Sky Sports.

Ero stanco, dovevo andare a casa. Sono salito un taxi, sono arrivato a casa mia, sono entrato e c’era Kimi seduto nel mio salotto, da solo. Non ho idea di come ci sia arrivato“.

Per raccontare il personaggio del finlandese non basterebbe un articolo, con Iceman che ha già snocciolato diversi aneddoti relativi alla sua carriera e alla sua sfera privata nella sua biografia, uscita nel 2018, nel suo ultimo anno vestito di rosso.


Leggi anche: F1 | Ferrari, la nuova rossa nasce sotto i migliori auspici: “Il feeling è molto diverso”


Come dimenticare la famosa teoria secondo la quale l’alcool migliora le performance al volante e aiuta ad alleviare lo stress. Nel 2012, anno di ritorno in Formula 1 con Lotus, Kimi partecipò ad una festa durata ben 16 giorni, ammettendo di esser stato ubriaco perennemente per oltre due settimane. 

Ciò non ha però minimamente influenzato il suo immenso talento in macchina, essendosi presentato in Spagna come se nulla fosse successo e chiudendo addirittura sul podio. Un altro surreale aneddoto riguarda il suo primissimo giorno in Ferrari nel 2007, con Kimi che venne colto a dormire nudo nel letto di un attore sconosciuto a poche dalla prima apparizione ufficiale come pilota del cavallino.

Questo e tante altre incredibili storie hanno reso Iceman una vera e propria leggenda della Formula 1. Un pilota decisamente fuori le righe, sfuggito completamente alle logiche della comunicazione di oggi, con piloti sempre più telecomandati dagli uffici stampa e sempre meno ”umani”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.