La Formula E amplia il suo pubblico. Partnership con YouTube con streaming e influencer

Siglato un nuovo accordo che permetterà al gigante informatico di trasmettere il live streaming della classe elettrica nel Regno Unito dal canale ufficiale della serie. Si punta ad allargare questo servizio ad altri paesi in futuro. Formula E YouTube

Continua la “sperimentazione” in Formula E. Come in Formula 1 si sta pian piano ampliando l’offerta dei servizi live disponibili in streaming con la F1 TV, gli organizzatori della Formula E non voglio perdere il passo e hanno puntato sul popolarissimo sito web per una partnership mediatica di non poco conto.

Ciò che rende molto particolare questa partnership è la maniera in cui la trasmissione in diretta delle sessioni degli ePrix sarà integrata con la comparsa e la partecipazione di alcuni tra gli influencer più di successo del panorama cibernetico anglosassone e non solo.

Emergono anche già i dettagli del servizio. A condurre questo particolare “programma” saranno di volta in volta due tra gli influencer del panorama e saranno rivelati solo prima di ogni ePrix. Durante il primo in Arabia Saudita ci sarà KSI, una vera celebrità sulla versione britannica di YouTube, oltre che attore e rapper. Al suo fianco l’influencer e blogger sportivo Lawrence McKenna.

Nel comunicato che ne dà l’annuncio, apparso oggi sul sito ufficiale del campionato, possiamo anche leggere le prime dichiarazioni di quest’ultimo: “Sono davvero eccitato. Credo che la Formula E stia facendo il passo sul modo con cui lo sport può dettare l’agenda [del pubblico], per questa e per la prossima generazione. E YouTube è il posto giusto per farlo.”

Gli fa eco Tomos Grace, il responsabile “Sport” di YouTube: “Non vediamo l’ora di lavorare nei prossimi mesi con la Formula E per un progetto che è il primo mai visto nel suo genere.”

“Qui in Formula E spingiamo sempre il limite del possibile, non solo con lo sviluppo dell’innovazione delle vetture in pista, ma anche con l’esperienza che offriamo al pubblico fuori dalla pista, a margine degli ePrix, a casa e in viaggio”. Così Ali Russell, Direttore per lo sviluppo commerciale e mediatico della Formula E.

Un nuovo pubblico per una nuova Formula E

L’obiettivo è chiaro: espandere la Formula E ad una fetta di pubblico radicalmente diversa da quella “classica” degli appassionati di motorsport. In altre parole, si tratta di rendere popolare questa categoria tra il pubblico più giovane e di conseguenza tra chi ha un rapporto molto stretto e confidenziale con le reti sociali. Stiamo parlando di una “popolazione” che in media è decisamente lontana dai GP ed è poco avvezza a entrare nei dettagli di una corsa automobilistica.

L’impresa dunque è ardua, ma d’altra parte il servizio offerto è davvero inedito. Saranno due i fattori che determineranno il successo di questa operazione. Il primo è l’abilità che gli influencer di volta in volta coinvolti dimostreranno nel reinventarsi comunicatori di un contenuto ben specifico e tecnico. La vera sfida per loro e per tutti gli ideatori di questo progetto sarà trasmettere una competizione automobilistica in maniera immediata e coinvolgente senza sfigurarla o snaturarla a puro intrattenimento.

L’altra quota di responsabilità, però, ricade sulla FIA e sulla Commissione tecnica e sportiva della Formula E. Perché oltre alla forma conta anche e soprattutto il contenuto che viene trasmesso. È la Formula E stessa che nella Stagione 5 è chiamata a reinventarsi, con tutte le novità che vi abbiamo annunciato negli scorsi mesi. Toccherà innanzitutto a loro garantire competitività e spettacolo sportivo in pista, prima ancora che in rete.

Infine, possiamo anche agilmente prevedere che gli occhi della nuova gestione della Formula 1 saranno ben attenti a valutare il successo di questa operazione, pronti a seguire questo nuovo modello. Non dimentichiamo, infatti, che anche la classe regina è impegnata in un processo “mediatico” di ampliamento del pubblico su più fronti. Solo per fare qualche esempio: modifica degli orari dei GP, show complementari ai weekend di gara, servizi on line e sviluppo del proprio portale web.

Foto: gofootball.tv; IG @nioglobal

Formula E | Di Grassi: “Audi ha perso il suo vantaggio”. Sims: “Il format della gara andrà rivisto.”

La Formula E amplia il suo pubblico. Partnership con YouTube con streaming e influencer
Lascia un voto

Walter B.

Studente al quinto anno di Giurisprudenza comparata europea e transnazionale, attualmente in Francia. Tra mille cose sono appassionato di Formula 1, tifoso Ferrari e blogger di Formula E. Mi trovate anche su Instagram: @formulae.gene