La rubrica del lunedì | Giro di boa

Torna ‘La rubrica del lunedì’. Ogni settimana commenteremo il weekend appena trascorso concentrandoci su un qualcosa di particolare. La sosta estiva rappresenta il giro di boa di una stagione 2021 di Formula 1 ancora lunga e imprevedibile.

stagione 2021 formula 1
Foto: unknown

Undici gare su ventitré. Metà stagione 2021 di Formula 1 ormai andata e un’altra metà pronta per essere vissuta. La pausa estiva rappresenta il giro di boa di un campionato tutt’altro che deciso. Otto punti separano i due grandi protagonisti di questo film che è la corsa al Mondiale. Otto punti tra Hamilton e Verstappen, dodici tra Mercedes e Red Bull.

Una stagione che, a fine 2020, sembrava poter essere già scritta. La troppa supremazia di Wolff e compagni unita ad un regolamento tecnico pressoché congelato facevano presagire un altro, l’ennesimo predominio Mercedes. I test hanno ribaltato le carte in tavola, evidenziando una Red Bull molto più che competitiva e aprendo la strada ad una delle migliori rivalità degli ultimi anni.


Leggi anche: La rubrica del lunedì | Strike


Stando a quanto visto nelle ultime gare, Mercedes, o meglio Hamilton, è sembrato avere qualcosina in più, complice un rapporto tutt’altro che idilliaco tra Max Verstappen e la Fortuna. L’olandese sembrava essere ormai avviato verso il primo titolo Mondiale della sua carriera. Il contatto di Silverstone e lo strike in partenza dell’Ungheria hanno rimescolato i valori in pista riaprendo ancora una volta la lotta alla vittoria finale.

Dodici gare alla fine. Metà stagione per decidere chi la spunterà tra Hamilton e Verstappen. Un probabile ottavo titolo contro quello che sarebbe il primo per uno dei piloti che segnerà il prossimo decennio. Al giro di boa è ancora tutto, troppo indecifrabile.

Seguici anche su Instagram

Tutti gli articoli della rubrica: ‘La rubrica del lunedì’

Gianluigi Paolucci

Studio Ingegneria Meccanica al Politecnico di Milano. Appassionato di F1, spero di poterne far parte un giorno