La rubrica del lunedì | In gabbia

Torna ‘La rubrica del lunedì’. Ogni settimana commenteremo il weekend appena trascorso concentrandoci su un qualcosa di particolare. Il GP di Barcellona vede  vincitore ancora una volta Lewis Hamilton; molto bene Leclerc. In gabbia.

GP Barcellona Ferrari
Foto: unknown

Con il passare delle settimane la lotta tra Lewis Hamilton e Max Verstappen si fa sempre più accesa. Due piloti allo stesso tempo diversi ma uguali. Un già sette volte iridato e un probabile futuro campione del Mondo. La leggenda e il talento. Nel weekend delle cento pole del britannico e del centesimo Gran Premio in Red Bull dell’olandese va in scena un altro atto, il quarto, della sfida che segnerà questo 2021. Verstappen ancora una volta molto aggressivo in curva 1, come a Imola, contro un Hamilton che probabilmente temeva di rivivere quanto successo cinque anni prima con il suo vecchio compagno di squadra Nico Rosberg. Dietro di loro l’attuale secondo alfiere Mercedes veniva passato all’esterno da un Charles Leclerc che al GP di Barcellona ha ribadito ancora una volta i grandi passi avanti fatti da Ferrari.


Leggi anche: La rubrica del lunedì | Con forza


Era prevedibile ma non scontato. Un team come quello di Maranello non si poteva permettere di progettare un’altra macchina come la SF1000, soprattutto non con una line-up come quella di questa stagione. Perché se è vero che Charles Leclerc ha già dimostrato in diverse occasioni quelle che sono le sue capacità, Monza 2019 su tutte, è vero anche che mentre il suo rivale di sempre è lì davanti a giocarsi il titolo lui si trova a dover lottare per un quarto posto che sa quasi di vittoria. I grandi passi in avanti fatti da Ferrari ci sono e i complimenti alla squadra sono dovuti. Ma è anche vero che guardando le prestazioni di Leclerc sembra di vedere un talento in gabbia. Un talento pronto già da tempo a lottare per un Mondiale.

La speranza è tutta in quel 2022 tanto atteso dalla Ferrari e dai ferraristi. Al GP di Barcellona vince ancora una volta Lewis Hamilton davanti al solito duo Verstappen-Bottas e a un Charles Leclerc capace di chiudere al quarto posto una gara che per Ferrari ha (purtroppo ancora) il sapore di vittoria.

Seguici anche su Instagram

Tutti gli articoli della rubrica: ‘La rubrica del lunedì’