La rubrica del lunedì | Una rivincita silenziosa

Torna ‘La rubrica del lunedì’. Ogni settimana commenteremo il wekend appena trascorso, concentrandoci su un qualcosa di particolare. Al GP di Russia la spunta Valtteri Bottas, una rivincita silenziosa.

GP Russia Bottas
Foto: sportface

Quello di Sochi è stato, per certi versi un weekend molto atteso. È stato il weekend della nomina di Stefano Domenicali come CEO della Formula 1. Una notizia più che inaspettata che ha stupito gran parte del paddock. L’ormai ex amministratore delegato di Lamborghini andrà a sostituire Chase Carey tornando in quel Circus che aveva deciso di lasciare qualche anno fa. Doveva essere il fine settimana dei record. In parte lo è stato. Kimi Raikkonen ha raggiunto Rubens Barrichello a quota 322 Gran Premi disputati, con la possibilità di superarlo al Nurbrgring tra due settimane. In terra tedesca dovrebbe, o meglio potrebbe, arrivare un altro record, quello di vittorie. Sembravano esserci tutti i presupposti per far sì che Lewis Hamilton raggiungesse le novantuno vittorie di Schumacher già questa domenica. Il pilota britannico si è visto costretto a rimandare (almeno per ora) i festeggiamenti a causa del suo compagno di squadra e di due penalità. Al GP di Russia l’ha spuntata Valtteri Bottas. Una rivincita silenziosa.

Nella conferenza del giovedì il sei volte campione del mondo aveva sottolineato più e più volte la difficoltà di un’ipotetica vittoria russa. Storicamente Valtteri Bottas si è sempre sentito a suo agio sul tracciato di Sochi, dimostrandosi sempre molto veloce. Qui nel 2017 aveva vinto la sua prima gara in carriera. Sempre qui avrebbe potuto bissare il successo dell’anno precedente anche nel 2018 prima di quel famoso team radio che tanto aveva fatto scalpore. Qui in questo strano 2020 ha dato dimostrazione di una grande prova di forza. Già dal venerdì molto competitivo. Nonostante una qualifica al di sotto delle aspettative il sabato, nel corso della gara è riuscito a sfruttare la potenza del motore Mercedes e le penalità inflitte al compagno-rivale Hamilton per andarsi a prendere il suo secondo successo stagionale.

Un weekend (stranamente) molto atteso. Il weekend di Domenicali, Raikkonen e Valentino Rossi. Doveva essere il weekend di Lewis Hamilton e invece la scena se l’è presa tutta Valtteri Bottas. Una rivincita silenziosa.

Seguici anche su Instagram

Tutti gli articoli della rubrica: ‘La rubrica del lunedì’

La rubrica del lunedì | Ad un passo dalla leggenda