F1 | Sargeant è ufficialmente il nuovo pilota Williams 2023

La Williams ha confermato ufficialmente che Logan Sargeant correrà per il team inglese nel 2023 dopo aver ottenuto la superlicenza FIA, completando la griglia di partenza della Formula 1 per il prossimo anno.

Saregeant pilota Williams 2023
Sargeant nuovo pilota Williams 2023 © unknown

La Williams ha confermato che il suo pilota junior Logan Sargeant correrà per il team inglese in Formula 1 la prossima stagione, dopo aver ottenuto un numero di punti sufficiente per ottenere la superlicenza FIA. Sargeant diventerà il primo pilota americano a correre a tempo pieno in Formula 1 da quando Scott Speed gareggiò per la Toro Rosso – ora AlphaTauri – nelle stagioni 2026 e 2007. Sarà solo il quarto americano a correre in Formula 1 negli ultimi 30 anni. La scuderia ha ufficialmente annunciato il pilota all’indomani del GP di Abu Dhabi che ha concluso la stagione 2022.

Dopo essere entrato a far parte dell’accademia dei piloti Williams durante la sua ultima stagione in Formula 3 nel 2021, Sargeant è passato alla Formula 2 per il 2022, ottenendo due vittorie in gara, quattro podi e conquistando il titolo di rookie dell’anno. Ha inoltre disputato quattro prove libere per la Williams nei gran premi degli Stati Uniti, del Messico, del Brasile e di Abu Dhabi. Prima dell’ultimo round della stagione di F2 ad Abu Dhabi, la Williams ha annunciato che avrebbe promosso Sargeant a un sedile di F1 per il 2023, a condizione che acquisisse i punti necessari per la qualificazione alla superlicenza. Dopo aver concluso il round di Abu Dhabi al quarto posto in classifica, Sargeant si è assicurato l’idoneità per partecipare al prossimo campionato di Formula 1.

Le parole dell’amministratore delegato Williams Jost Capito

“Da quando è entrato a far parte della nostra accademia piloti alla fine del 2021, Logan ha potuto integrarsi pienamente con il team di Grove mentre era al simulatore e più recentemente in pista durante le quattro sessioni di prove libere a cui ha partecipato. Ha avuto un’ottima stagione da esordiente in Formula 2 e non vediamo l’ora di vederlo fare il salto di qualità in Formula 1. Siamo qui per sostenere questo percorso con la nostra collaborazione. Siamo qui per sostenere questo viaggio con lui”.

Sargeant ha dichiarato che è un “sogno che si avvera” avere l’opportunità di correre in Formula 1 dopo essersi unito alla Williams come junior alla fine del 2021. “Sono pronto ed entusiasta di far parte di questo viaggio, mentre il team cerca di progredire sulla griglia di partenza”, ha dichiarato l’americano.

Alla domanda su come si sia sviluppato durante il periodo trascorso come pilota dell’accademia Williams, Sargeant ha risposto che le prove del venerdì e la partecipazione alla giornata di test post-stagionale di domani sono fondamentali per prepararsi a passare alla Formula 1.

”Penso che una delle cose più importanti sia che ho vissuto un’intera stagione di Formula 2. Quest’anno ho imparato molto su tutti gli aspetti, dal ritmo di gara alla tecnica di gara. E anche a guidare una macchina più grande e più potente. Ma la cosa più importante è la quantità di tempo che ho trascorso sul simulatore di Formula 1. Le prove FP1 che ho fatto negli ultimi tempi e in quest’ultimo test. È questo che mi dà la possibilità di uscire dalla mia zona di comfort e di migliorare al massimo”.


Leggi anche: F1 | Quando uscirà la quinta stagione di Drive To Survive su Netflix?


La Formula 1 ha esteso la sua presenza negli Stati Uniti aggiungendo quest’anno una seconda gara a Miami. Un terzo appuntamento statunitense a Las Vegas figura nel calendario di F1 del 2023. Ma Sargeant non crede che gli sia stata data l’opportunità di correre in Formula 1 solo per la sua nazionalità.

“Mi piace pensare che sia solo una felice coincidenza. Ho lavorato duramente negli ultimi anni. Mi sono impegnato e mi sono trasferito in Europa quando ero giovane per realizzare questo sogno. Sento di aver avuto un’ottima carriera nella formula junior e non vedo l’ora di chiudere questo capitolo e passare al successivo”.

Infine, ha aggiunto: “Mi sento come se, alla fine della giornata, avessi lavorato duramente come chiunque altro per arrivare a questo punto. Devo solo prepararmi al meglio per essere il miglior pilota possibile l’anno prossimo. Spero di poterli rappresentare bene e renderli orgogliosi. Ma non credo che sia una pressione aggiuntiva. Ho già grandi aspettative per me stesso”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Tobia Elia

Classe 2000. Appassionatissimo di Formula 1 da sempre, aspiro a farne la mia professione. Studio International Communication in Olanda.