Lamborghini, nel 2023 arriverà un V12 ibrido Plug-in

Lamborghini punta al futuro con un nuovo motore V12 ibrido Plug-in. L’Aventador Ultimae sarà l’ultima a montare un motore V12 termico.

Lamborghini concentra le sue forze su un V12 ibrido Plug-in. Dopo l’Aventador Ultimae, equipaggiata con un V12 a benzina da 769 CV, si punterà sull’ibrido prima di passare all’elettrico. L’era dell’elettrico è già avviata e così tutte le case automobilistiche si stanno avvicinando sempre di più a questo mondo. Un futuro che fin ora sembra obbligato.

Stephan Winkelmann presidente ed amministratore delegato della casa di Sant’Agata Bolognese ha preannunciato che la vettura che prenderà il posto di Aventador, in programma per il 2023, continuerà a montare un motore V12, ma sarà un ibrido plug-in. La combinazione Benzina-elettrico è volta a migliorare le prestazioni con il duro compito di affiancare la tecnologia elettrica senza però snaturare il carattere proprio di Lamborghini.

Aventador Ultimae, che monta il V12 aspirato di serie più performante della storia Lamborghini, sarà l’ultima ad avere la componente termica così. Infatti così come rivelato da Winkelmann ”La tecnologia è diversa,  è un motore completamente nuovo, una trasmissione completamente nuova, una nuova batteria. Tutto sarà completamente nuovo. Non c’è niente che provenga né da Sián, né da Aventador”. Esclusa anche la possibilità dell’induzione forzata che andrebbe ad aggiungere peso e mettere il motore a dura prova.

Alcune cose saranno plasmate sullo stampo dei modelli precedenti come la costruzione in fibra di carbonio, la tecnologia aereodinamica attiva, la trazione integrale e il telaio a quattro ruote sterzanti.

Leggi anche: https://f1ingenerale.com/audi-grand-sphere-le-strade-del-futuro-elettrico-e-linizio-di-una-nuova-era/

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Raffaella Pappa

Studentessa di Giurisprudenza presso LUISS Guido Carli, amante dei motori e responsabile della redazione Automotive di F1ingenerale