Land Rover Defender 130: 10 cm in più rispetto alla versione 110

Sono stati diffusi i primi bozzetti della Land Rover Defender 130: la versione più grande della regina dell’off road

Land Rover Defender 130

Land Rover, con Defender 130 diventa più grande! 10 cm in più rispetto alla versione 110. Già da tempo si era diffusa la voce di una Defender XL, e lo scorso marzo la casa britannica ne ha confermato lo sviluppo. La 130 affiancherà la 90 e la 110, affermando come la Defender più grande e lussuosa di sempre. La Defender 130 dovrebbe debuttare a fine 2022. Arriverà anche in Europa, ma considerando le dimensioni sarà appetibile soprattutto per i mercati nordamericano, cinese e mediorientale.

Grazie ad alcuni bozzetti diffusi da Motor.es nelle ultime ore è possibile iniziare a farci un’idea su questa, vettura colossale. Le linee ed il design sono ricalcate su quella delle “gemelle”. Le modifiche sostanziali riguardano il posteriore, considerando che sarà allungata di circa 10 cm rispetto alla 110( la versione più lunga fin’ora). La 130 così raggiungerà una lunghezza di 5,11 metri, con un passo di 3,02 metri ed altezza e larghezza di 1,97 e 2 metri.

L’allungamento della vettura conferirà più spazio ai passeggeri della seconda fila, ma soprattutto un aumento della capacità di carico del bagagliaio. Attualmente la 110 a 5 posti raggiunge un massimo di carico di 1.946 litri.

La Land Rover Defender 130 sarebbe definita come una “Premium Explorer” in grado di poter ospitare fino ad 8 persone. Tuttavia le novità che riguardano la regina delle off road non finiscono qui.  Land Rover, starebbe pensando di realizzare una versione pick-up e una variante sportiva con marchio SVR. Questa potrebbe montare il 4.4 V8 biturbo da oltre 600 CV di origine BMW.

Leggi anche: Defender V8 Bond Edition: la versione ispirata a 007

Questo slideshow richiede JavaScript.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Raffaella Pappa

Studentessa di Giurisprudenza presso LUISS Guido Carli, amante dei motori e responsabile della redazione Automotive di F1ingenerale