Pubblicato il 27 Novembre, 2020 alle 21:32

Le Mans | Ricciardo fu vicino al sedile Porsche nel 2015

Daniel Ricciardo è stato vicino ad essere uno dei piloti alla guida della vettura che ha vinto la 24 Ore di Le Mans nel 2015 ma, bloccato dalla Red Bull, non potè dare il suo contributo al trionfo targato Porche. Le Mans Ricciardo Porsche

Credits: @danielricciardo

Il pilota della Renault ha rivelato di aver parlato con l’allora team principal della Porsche Andreas Seidl, ora è a capo del team di F1 della McLaren, delle corse a Le Mans. Le Mans Ricciardo Porsche

Il pilota australiano, parlando proprio di Seidl, dice: Le Mans Ricciardo Porsche

“Andreas è una di quelle persone con cui non vedo l’ora di lavorare. Sono da molto tempo in contatto con lui e la prima volta che abbiamo parlato è stato nel lontano 2014 credo. Da parte sua ho avuto un po’ di avance per farmi entrare in Porsche per Le Mans all’epoca e ci furono un po’ di piccoli colloqui.”

Seidl ha confermato che Ricciardo era stato preso in considerazione per il sedile e ha rivelato che avrebbe guidato l’auto numero 19, che proprio in nel 2015 vinse la gara in quell’edizione:

“Come ha detto Daniel, abbiamo avuto qualche conversazione all’epoca. Sfortunatamente, in quel momento della sua carriera non ha ottenuto il permesso di partecipare al progetto. Penso che sarebbe stata un’esperienza interessante per noi, ma sopratutto per lui. L’auto che avrebbe dovuto guidare si è dimostrata molto competitiva e ha trionfato alla fine.”

Porsche aumentò da una schiera di due auto a tre per quella gara. Con Ricciardo non disponibile, ha nominato un altro pilota di F1, Nico Hulkenberg della Force India, a guidare per la squadra. Lui e i compagni di squadra Earl Bamber e Nick Tandy hanno condiviso la vittoria e non di poco; infatti chiusero con un giro di vantaggio sulla vettura gemella guidata da Mark Webber, Brendon Hartley e Timo Bernhard.


I due si dicono ansiosi di lavorare finalmente insieme in McLaren a partire dalla stagione 2021.

Seidl, sottolineando le doti di Ricciardo, ha detto:

“Daniel è sempre stato un pilota che ho tenuto sott’occhio per tutta la sua carriera in F1. Mi è sempre piaciuta la sua prestazione in pista, ma anche il modo in cui si presenta come persona fuori dalla macchina con positività, carisma e determinatezza. Questo è molto importante anche per me all’interno del team. Sono semplicemente felice che finalmente il prossimo anno potremo lavorare insieme.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

Kevin Magnussen pronto all’approdo in IMSA con Chip Ganassi


Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.
Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.