A TCFormula 1

F1 | Caso Wolff-FIA: le scuderie irrompono all’unisono sulla vicenda

Le scuderie di Formula 1, a partire da Ferrari, hanno rilasciato un breve comunicato, negando di aver messo al corrente la FIA in merito ad un possibile conflitto d’interessi tra Toto Wolff e la moglie Susie

Il caso legato a Toto Wolff, scoppiato nella giornata di ieri in seguito alla nota rilasciata dalla FIA sull’indagine aperta nei confronti del team principal Mercedes e della managing director della F1 Academy Susie Wolff, si arricchisce di ulteriori elementi. Pochi minuti fa, infatti, diverse scuderie hanno pubblicato all’unisono un breve comunicato, negando di aver messo al corrente la FIA in merito ad un possibile conflitto d’interessi.

Scuderie FIA Wolff
Le scuderie negano di aver informato la FIA sulla vicenda Wolff © F1

Le scuderie negano di aver informato la FIA sulla vicenda Wolff

”Possiamo confermare di non aver presentato alcun reclamo alla FIA in merito alla presunta trasmissione di informazioni di natura confidenziale tra un Team Principal di F1 e un membro del personale della FOM”, rende noto Ferrari con un breve comunicato.

”Siamo lieti e orgogliosi di sostenere F1 Academy e il suo managing director attraverso il nostro impegno a sponsorizzare un concorrente con le nostre livree a partire dalla prossima stagione”.

In contemporanea, Williams, Aston Martin, Haas, Red Bull e McLaren, Alpine e AlphaTauri hanno pubblicato il medesimo comunicato sui rispettivi profili social. Dopo un iniziale ritardo, anche Sauber si è poi accodata ai comunicati degli altri team.

L’intenzione delle scuderie è chiara: smentire quanto riportato dal Business F1 Magazine pochi giorni fa. Secondo la rivista co-fondata da Bernie Ecclestone, infatti, alcuni team principal avrebbero accusato l’austriaco di conflitto d’interessi, avendo ottenuto informazioni di natura riservata a proprio vantaggio.


Leggi anche: F1 | Le sprint in stile WWE: la visione di Toto Wolff sul format 2024


Questi ultimi, infatti, insospettiti da un commento di Toto Wolff nell’ultima riunione della F1 Commission ad Abu Dhabi, basato su informazioni confidenziali delle quali solo l’austriaco era al corrente, avrebbero prontamente avvertito Ben Sulayem.

“La FIA è a conoscenza delle speculazioni dei media incentrate sulla presunta trasmissione di informazioni di natura riservata a un team principal di F1 da parte di un membro del personale della FOM. Il Dipartimento di conformità della FIA sta esaminando la questione”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter